Pallavolo: la Due Principati perde 3-1 a Scafati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
volley_due_principati_baronissi_squadraA Scafati i punti. Alla Due Principati, invece, l’onore delle “armi”, gli applausi dei tanti tifosi al seguito e anche le recriminazioni. Finisce 3-1 per la Givova il derby di serie B1 di volley femminile.

La squadra di casa se lo aggiudica con le sue individualità, la continuità e tenendo la testa nei set per più tempo rispetto alla P2P che, invece, va di folate e fiammate. Poi è anche involontariamente danneggiata da alcuni episodi dubbi condensati nel secondo set.

La prima firma in calce al derby è di Nunzia Campolo: l’attaccante di Scafati realizza 3 dei primi 7 punti della squadra di casa, che sfrutta nelle fasi iniziali anche la battuta affilata di Caputo, una delle ex di turno. La Due Principati trova, invece, il temporaneo 7-6 con Pericolo, altra ex. Poi la solita, lunga pausa di Baronissi mette in salita il set: Scafati vola sul 14-7 e la squadra di coach Veglia reagisce a folate con i muri di D’Arco e La Rosa più l’aces di Culiani per il 14-10 che ricuce parzialmente lo strappo.

Dopo l’interruzione di gioco richiesta dal tecnico di Scafati, Lionetti, per parlarci su e l’avvicendamento di D’Arco con Armonia su sponda irnina, la Due Principati avrebbe margini per la rimonta ma in attacco si accende di nuovo ad intermittenza.  Il 17-12 di Scafati in pallonetto, ad esempio, matura dopo quattro azioni consecutive non chiuse dalla P2P. La palleggiatrice del Vaglio trova il muro del 20-15, sceglie (e fa bene) la soluzione personale in secondo tocco (22-17) e innesca Pericolo dalla seconda linea (18) ma il nuovo assalto di Baronissi è stroncato dall’astuzia dell’alzatrice di Scafati, Peluso (24-20). L’invasione di piede fischiata a Valdes autorizzerebbe ancora a sperare di rimettere le mani sul set (24-22) ma Vinaccia in primo tempo è implacabile e consegna alle padrone di casa la prima frazione di gioco per 25-22.

Nel secondo set parte meglio Baronissi: Pericolo buca il muro avversario e gli arbitri rilevano l’invasione a muro di Scafati (6-8). Cade nel perimetro di gioco la schiacciata di Gagliardi ma gli arbitri la giudicano out. Scafati raccoglie e rilancia con Valdes Perez, poi legge a muro la giocata di del Vaglio, infine trova l’aces con Vinaccia. Punti che, messi in fila, fissano il punteggio sul temporaneo 13-8. I due errori in attacco (Caputo e Valdes) riportano sul -3 Baronissi (13-10) ma è tutto annullato dalla giocata di Peluso che fionda all’incrocio delle linee e poi dall’aces di Valdes Perez su Culiani (15-10). Non è finita: la Due Principati trova energie per piazzare il contro break (0-5) che la porta sul 15 pari. Reagisce anche dopo il tempo tecnico (16-15) e troverebbe con La Rosa anche il 17-17. Condizionale d’obbligo perché gli arbitri dissentono e giudicano out, di nuovo. Proteste di Baronissi anche sul 24-20: il tap-in di Gagliardi pizzica la linea di fondo ma i direttori di gara valutano fuori. Il secondo set è di Scafati(25-20).

Mani fuori di Pericolo per il 5-8 col quale la Due Principati approccia il primo tempo tecnico del terzo set. Punti pesanti arrivano da La Rosa in primo tempo e a muro (13-14). Poi Pericolo e Culiani- mani fuori – per il 15-16 che tiene a galla Baronissi al secondo tempo imposto. Ancora Culiani in lungo linea, del Vaglio a muro e Armonia da posto 4 allungano il punteggio a 16-19. Il guizzo di del Vaglio in secondo tocco regala il 17-21 alla P2P. Pesantissimi anche i muri di La Rosa su Valdes e di Armonia su Ricciardi (18-23). Il timbro di Culiani manda agli archivi il terzo set: lo vince Baronissi 20-25.

Culiani trova il diagonale del 4-4 ma Scafati sfrutta nuovi errori-punto in attacco della P2P e raggiunge il primo tempo imposto del quarto set avanti di 4 lunghezze (8-4). Lo scarto è di 3 (13-10) quando Armonia trova il punto picchiando sulle mani del muro e il coach di Scafati risponde col time out. Poi sale in cattedra Valdes Perez e dà ossigeno alle padrone di casa (16-11). I punti da recuperare sono sempre 5 (21-16) al nuovo time out chiesto da coach Veglia. Non c’è più tempo: finisce 25-17 per Scafati. La Due Principati, che recrimina tantissimo per l’andamento del secondo set e gli episodi che l’hanno condizionato, resta al palo nonostante la reazione rabbiosa. Il girone d’andata terminerà domenica 22 gennaio al Pala Irno. Alle ore 18, la P2P sfiderà Cutrofiano.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.