Balneabilità: le acque marine di Eboli ‘eccellenti’ dai controlli della Regione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Le acque marine del litorale di Eboli superano a pieni voti i controlli effettuati dai laboratori regionali, addirittura raggiungendo il livello “eccellente”. Un’importante iniezione di fiducia per la stagione che si aprirà tra qualche mese e per gli operatori del settore che da sempre chiedevano attenzione al Comune per raggiungere questo importante risultato. L’azione messa in campo fin dall’inizio dell’Amministrazione Cariello, volta a perseguire quei comportamenti che arrecano danno all’ambiente e non favoriscono la balneabilità, ha dato i suoi risultati. Controlli attenti ed ordinanze sindacali hanno fatto in modo che anche chi era abituato ad utilizzare il territorio a suo piacimento facesse i conti con quel ripristino della legalità e rispetto delle regole che si è rivelato vincente nella corsa al recupero della piena balneabilità della costa ebolitana.




«Sapevamo che eravamo nel giusto quando abbiamo deciso, già all’inizio della nostra Amministrazione, di lanciare la battaglia per il rispetto dell’ambiente e delle regole lungo la fascia litoranea – commenta il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Gli imprenditori del settore della balneazione, fin dall’inizio della nostra esperienza, hanno saputo che avevano al loro fianco il Comune lungo il percorso per recuperare livelli di balneabilità che Eboli aveva perso negli anni scorsi e che abbiamo riguadagnato. Questo significa che l’intero settore del turismo balneare estivo ne trarrà vantaggio, insieme con l’occupazione, specie quella giovanile. Oggi raccogliamo il frutto di un lungo lavoro e per tutto il 2017 l’azione di controllo sarà intensificata maggiormente, per garantire sempre migliori condizioni alla balneabilità ed al turismo».

I controlli hanno riguardato l’intero tratto costiero ebolitano, diviso in quattro quadranti. Balneabilità ed ambiente rispettato sono due straordinarie armi all’arco del turismo ebolitano. «L’azione che abbiamo messo in campo guardava appunto in due direzioni – specifica l’assessore comunale all’ambiente, Ennio Ginetti -. Da un lato l’obiettivo era eliminare quelle condizioni di mancato rispetto per l’ambiente che contribuiscono al degrado della zona costiera; dall’altro favorire le condizioni di uno sviluppo turistico che per Eboli rappresenta un importante volano, non solo per la fascia costiera. I risultati sulla classificazione balneare per l’anno 2017, che giungono dalla Regione, ci ripagano del tanto lavoro svolto e dell’impegno con cui l’Amministrazione e gli uffici comunali hanno proceduto ai controlli».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Mmmmmm….e nei pressi dello scarico dell’impianto idrovora cosa hanno trovato…i topi che galleggiavano….facile fare i prelievi in inverno…senza bagnanti e molto lontano dalla costa….

  2. CAZZATA TOTALE.TUTT LA FASCIA LITORANEA CHE VA DA MAGAZZENO A MARINA DI EBOLI E’ NEL DEGRADO PIU’ TOTALE ABBANDONATA ALL’INCURIA ALLA SPORCIZIA ALLA SCARSA MANUTENZIONE.PER NON PARLARE DEI DEPURATORI CHE FANNO ACQUA DA TUTTE LE PARTI DELL’IDROVORA CHE FUNZIONA MALE E DELL’EROSIONE DELLA BATTIGIA A CUI NON SI PONE RIMEDIO

    SVEGLIA!!!

  3. I controlli seguono dei rigorosi protocolli e sono fatti da più enti e in diversi momenti dell’anno (es. ARPAC, FEE, etc). A Marina di Eboli le acque sono da bandiera blu, solo che il Comune è poco presente. Ci sono stata nel mese di giugno e ho fatto il bagno in acque limpidissime e circondata da branchi di pesci. Sono ritornata ad Agosto e la situazione era cambiata, poiché il tipo di sabbia di quelle zone non fa apprezzare la limpidezza delle acque. Comunque l’acqua era pulita anche ad Agosto. Abbiamo litorali dell’area nord della nostra regione completamente inquinati, ma con acque apparentemente limpide solo perché sul fondale ci sono i ciottoli e non la sabbia. Un aspetto che mi ha molto colpito di Marina di Eboli è che il centro della città è situato a oltre 20km dalla costa. Pertanto le coste sono poco abitate e poco inquinate. Questo potrebbe essere un valore aggiunto sul piano naturalistico, ma andrebbe valorizzato e non lasciato al degrado. Ad agosto la litoranea è affollata di persone e sicuramente l’acqua non è bella come a giugno. Credo però fermamente che situazione sia migliore rispetto a tantissime realtà nazionali anche di maggior prestigio. Ci vorrebbe solo un po’ di attenzione in più da parte delle istituzioni locali nel valorizzare l’area costiera di un’importante città come Eboli, dove persino in Campania si ignora che abbia il mare. Eboli nell’immaginario collettivo richiama alla Lucania descritta da Carlo Levi. Molti non sanno che ha un mare stupendo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.