Ferrovie: Petraglia, su caro abbonamenti intervenga governo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Non possiamo non tornare oggi sulla questione degli aumenti degli abbonamenti di Trenitalia dopo aver letto le imbarazzanti dichiarazioni degli ad Barbara Morgante e dell’ad di Ferrovie Italiane Renato Mazzoncini”.

Lo afferma la senatrice di Sinistra Italiana Alessia Petraglia. “I costi degli abbonamenti erano già alti in relazione agli stipendi dei lavoratori bloccati da anni. Le dichiarazioni dei due Ad risultano offensive. Dichiarare che poteva andare anche peggio, ovvero potevano eliminare del tutto gli abbonamenti, significa avere la sfrontatezza di affermare palesemente che tutto questo risponde solo ad una strategia di cassa e non di servizio”.

“Trenitalia – prosegue Petraglia – si comporta da monopolista ponendo un out out, senza via d’uscita. Si tratta della vita di 8.000 persone e delle loro famiglie strangolate da aumenti sconsiderati in un’economia in deflazione come quella italiana.

Tirare in ballo le Regioni, poi, denota un atteggiamento vessatorio da parte dell’azienda: come possono le Regioni farsi carico di questi aumenti quando assistiamo a riduzioni nei trasferimenti che comportano tagli a settori fondamentali come la sanità? Sono dichiarazioni ridicole e vessatorie”.

“Per quale motivo Trenitalia non comprende che le precarie condizioni di lavoro, il costo della vita, l’interrelazione dei territori, rendono indispensabili servizi di collegamento veloci e accessibili a tutti? Mazzoncini cerchi di tornare con tutto se stesso con i piedi per terra. Oltre che pensare ad acquistare le ferrovie inglesi pensi a come funziona il nostro Paese.

Gli abbonamenti differenziati per fascia non rispondono alle esigenze degli abbonati. Le prenotazioni sono obbligatorie solo da gennaio e la loro presunta conoscenza dei viaggiatori è solo presunta ed è uno specchietto per le allodole”, conclude la parlamentare che annuncia la presentazione di un’interpellanza urgente “per chiedere al governo di fare la sua parte. Sarebbe gravissimo si ostinasse con questo silenzio”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.