Porto di Salerno: le proposte di Assotutela per il rilancio dello scalo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ha avuto luogo questa mattina – nei locali della Stazione Marittima – l’assemblea dei soci di Assotutela (Associazione per la Tutela e lo Sviluppo del porto di Salerno). Si è proceduto all’elezione del Presidente e del Consiglio Direttivo. I presenti hanno riconfermato per acclamazione alla presidenza il Cav. Lav. Agostino Gallozzi. Il Consiglio Direttivo risulta così composto: Antonio Autuori (Vice Presidente, Compagnia Portuale “Flavio Gioia”); Domenico Ferraiuolo (Vice Presidente, Gruppo Grimaldi SpA); Giuseppe Amoruso (Vice Presidente, Presidente Assamar, Agenti Marittimi Salernitani); Antonia Autuori (Agenzia Marittima Michele Autuori); Alberto Fabbricatore (Presidente Associazione Spedizionieri Doganali Salerno); Angelo Punzi (Segretario Coordinamento Federazione Autotrasportatori Italiani provincia di Salerno); Antonio Amoruso (Gruppo Amoruso SpA); Massimiliano Riccardi (Sct SpA). È stato deciso che le riunioni del Consiglio Direttivo saranno aperte alla partecipazione di invitati permanenti tra i quali è già stato individuato il Capo Pilota del porto di Salerno Massimiliano Irace.

 

Nel corso dell’ampio dibattito che ha preceduto il momento elettivo sono state individuate le priorità sulle quali Assotutela concentrerà la massima attenzione nei prossimi giorni:

 

  1. L’urgente ed improcrastinabile necessità di procedere all’accelerazione del completamento degli interventi di potenziamento infrastrutturale del porto di Salerno con particolare riferimento al dragaggio dei fondali (intervento inspiegabilmente ancora non entrato nella fase operativa a causa di inenarrabili lungaggini e ritardi burocratici nelle sedi istituzionali delegate alle valutazioni preliminari di natura ambientale). Ferme al palo risultano altre due opere di valenza strategica per la sopravvivenza dello scalo: l’ampliamento dell’imboccatura ed il completamento delle gallerie di collegamento con gli svincoli autostradali.
  2. La richiesta di una visita all’interno del porto e di un incontro con gli operatori al Presidente dell’Autorità Portuale di Sistema Tirreno Centrale Dott. Pietro Spirito al fine di un primo contatto diretto con la realtà salernitana. Obiettivo dell’iniziativa risiede, altresì, nell’avvio di un confronto informativo in vista dell’imminente consegna al Ministro delle Infrastrutture del Piano Operativo della neonata Autorità.

 

“Assotutela – ha dichiarato il presidente Agostino Gallozzi – è pronta ad affrontare la nuova fase che si apre con l’effettiva operatività della nuova Autorità Portuale di Sistema. Una fase che, al di là delle indicazioni di governance che proverranno dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in relazione al periodo di autonomia, si configura come molto delicata per il nostro porto in attesa della realizzazione di opere fondamentali per non perdere terreno sul fronte della competitività e dell’efficienza”.

 

“Inutile dire – ha continuato Gallozzi – che la comunità portuale salernitana sarà estremamente vigile sulle decisioni che saranno prese in questo periodo: ne va del futuro dello scalo non solo dal punto di vista del traffico merci, ma anche dal punto di vista del movimento delle crociere. Un esempio su tutti: ci apprestiamo a vivere una seconda estate nel corso della quale non potrà entrare pienamente in funzione la Stazione Marittima in quanto non si è proceduto all’approfondimento dei fondali. E non dimentichiamo le forti dinamiche di crescita dei traffici mercantili (+ 10 circa nel 2016). Questo trend registrerà un’ulteriore accelerazione nei prossimi mesi con l’avvio di nuove importanti linee transoceaniche.”.

“La nostra unica preoccupazione – ha concluso Gallozzi – è quella di non mandare in fumo il lavoro svolto in questi anni da tutte le parti in campo: lavoratori, imprese ed istituzioni. Siamo convinti che occorra perseverare la libera concorrenza tra imprese, che non significa competizione tra i porti. Né può reggere alcun tipo di predeterminazione delle funzioni di un porto. Anzi, la vera specializzazione del nostro scalo risiede proprio nella sua multifunzionalità (contenitori, auto, merci varie etc etc), è la caratteristica che ci ha consentito di governare i contraccolpi della crisi economica di portata planetaria con efficienza e competitività, ampliando quote di mercato e posti di lavoro”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.