Terremoti: il peggio deve arrivare «Possibili sismi più forti»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Tre scosse superiori ai cinque gradi della scala Richter, la più forte di magnitudo 5,5; di nuovo il centro Italia, Amatrice (dove è crollato il campanile di Sant’Agostino), i paesi a cavallo fra Lazio, Abruzzo e Marche; ma le scosse si sono fatte sentire anche a Roma, Firenze e Napoli.

E con la neve di questi giorni la situazione è drammatica. Il cuore dell’Italia si spacca in due. Cosa sta succedendo? Perché dal 24 agosto 2016 si verificano continui terremoti? Gli Appennini stanno tremando. Per due motivi. Un processo di stiramento legato a faglie che si stanno allontanando; e un altro riguardante la spinta effettuata dalla placca africana, che incide su quella euroasiatica, determinando un processo di subduzione, con distruzione di nuova crosta.

«L’area interessata dai terremoti di ieri fa parte di una zona sismica ben nota, caratterizzata da un’elevata pericolosità», spiega al Giornale Fabio Bonali, ricercatore dell’Università di Milano. «Questi terremoti si verificano a causa del regime tettonico distensivo che interessa l’Appennino centrale, le cui sorgenti sismogenetiche raggiungono una lunghezza complessiva di 20-30 chilometri, con direzione parallela alla catena montuosa e sono in grado di generare terremoti con forte magnitudo».

Il dinamismo tellurico in queste aree è costantemente attivo. E in effetti il timore è che il fenomeno sismico non sia finito qui. Impossibile prevedere le nuove scosse, ma è verosimile supporre che potranno essercene delle altre, anche d’intensità elevata.

La Protezione civile afferma che «la sequenza è la stessa del 24 agosto». Da quella data, infatti, ci sono state almeno 45mila scosse. Perlopiù non percepite dall’uomo, ma che indicano una situazione geologica tutt’altro che risolta. «Mai nella storia una serie così – spiegano dall’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia -. Non si può escludere il verificarsi di terremoti di magnitudo comparabile o superiore a questo».

Fonte Ilgiornale.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. “fanc..lo”l’Europoa e i suoi ragionieri, fanc..lo” a tutti quei personaggi che dalle plotrone televisive intessono processi su ogni cosa e dispensano giudizi come giudici divini, “fanc..lo” agli sciacalli che speculano su ogni disastro, “fanc..lo a tutti quelli che sanno dopo quello che si doveva fare prima, “fanc..lo” quelli che fanno spettacolo sulle disgrazie della gente.., “fanc..lo” a tutti i criticoni che sanno sempre che si doveva fare diversamente…. : alzate il culo dalle poltrone e andate a spalare voi la neve e le macerie… Siete la miseria di questo paese..,.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.