Una chiesa al posto del verde pubblico al Parco del Galiziano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Il Comitato “No alla Chiesa nel Parco del Galiziano” , esprime preoccupazione e contrarietà alla costruzione di un edificio Religioso, che sostituirà la parrocchia di San Giovanni Battista, all’interno del Parco del Galiziano. Preoccupazione e contrarietà dettati soprattutto dalla scelta, in seguito alla delibera del consiglio comunale di Salerno del 29 dicembre 2016, di approvare la variazione del progetto di una Chiesa dalle dimensioni maggiori rispetto a quelle iniziali (dando il via libera alla costruzione di un campanile alto oltre 20 metri, di una casa canonica, e di ulteriori edifici con altezze medie dai 13 ai 18 metri).




Queste volumetrie, secondo il Comitato, poco si adattano al contesto urbanistico che circonda il parco. Diversi gli step che il Comitato si prefigge di raggiungere, dalla raccolta firme per inviare la petizione popolare al Sindaco Vincenzo Napoli, alla sensibilizzazione della popolazione del quartiere. Il comitato non è contro la costruzione della Chiesa, piuttosto vuole comprendere le motivazioni che hanno spinto all’approvazione delle nuove volumetrie. Il timore è che uno spazio verde molto fruito dai cittadini della zona, sia sacrificato e ridotto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Come allontanare definitivamente i più giovani dalla chiesa
    Bravi….
    200 mq di casa ma per portarci chi….???
    L ennesimo affronto a Gesù da parte della chiesa cattolica

  2. dal progetto mostrato ci sono 3 aree; una contrassegnata da una P (che forse starà per Parco) e una per V (che forse sta per Verde) che sono esattamente il parco del Galiziano già esistente, anch’esso voluti da Don Luigi e realizzato grazie al dott. Guadagno. e un’altra area contrassegnata da una C (che dovrebbe stare per Chiesa) corrispondente esattamente a quell’area da anni abbandonata a se stessa e ciclicamente pulita da volontari della zona e da operai comunali. Pertanto vedo inutile la preoccupazione che si vada a sottrarre superficie di verde che, di fatto, causa abbandono, è stato inglobato dal verde attrezzato. Se c’è qualcuno che si dovrebbe preoccupare sono gli abitanti delle vecchie palazzine a monte della costruenda (chissà fra quanti anni) chiesa e non quelli intervistati nel video-servizio.

  3. Gli intervistati mi trovano d’accordo sulla costruzione di una ipotetica “abitazione del prete”. Nulla da obiettare se ci fosse uno spazio parrocchiale da destinare all’associazionismo in genere e a un gruppo Scout in particolare. Sarebbe un bene per la tranquillità della zona e degli abitanti nonchè un punto di riferimento per tanti ragazzi dell rione affinchè non sia, come di fatto è, rione dormitorio o, detto in maniera radical chic “quartiere residenziale”

  4. non si puo’ assolutamente costruire una chiesa nell ‘ unico parco pubblico della zona…e’ una follia…il progetto non puo’ essere attuato e si deve individuare un ‘ altra area idonea.

  5. Ma si buttano le chiese in zona, come in giro per Salerno, a che serve un’altra Chiesa vuota? Se uno ci tiene ad andare in chiesa basta spostarsi di pochi centinaia di metri per trovarla un’altra e poi un vero Cristiano non ha bisogno di una chiesa sotto casa, azz il cristianesimo parla di sofferenza come un dono e poi si spaventa di spostarsi per andare alla messa? Ma per favore la Chiesa pensasse ai veri problemi che ci sono in giro, preti e tutti gli adepti invece di chiudersi in 4 mura uscissero e andassero in mezzo alla gente,per ascoltarli, aiutarli se è possibile Etc. Di tutti sto cristiani a parole comodi nelle loro case ma pronti a giudicare e condannare pensandosi migliori perché timbrano il cartellino la domenica, avete rotto!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.