Viaggio nella Memoria: Capo Palinuro, 1900, un secolo di immagini

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’associazione Publio Virgilio Marone è protagonista della IV edizione di Viaggio nella Memoria, che nello scorso dicembre ha aperto la Casa Canadese al dibattito e all’incontro. Un’appassionata partecipazione dei cittadini ha puntato i riflettori sulla cittadina di Palinuro, conosciuta come La Perla del Cilento, con un susseguirsi di storia statica quanto la mitologica natura che l’avvolge, ma anche dinamica residenza di un turismo ‘ricercato’.

Il progetto di recupero dell’immaginario collettivo, che sia così anche ri-attualizzazione del luogo, mira alla raccolta di numerose foto che raccontano un secolo di Capo Palinuro. Un viaggio nella memoria con cui emozionarsi sulle onde di attimi che raccontano il prima e il dopo per ricostruire la storia intima e collettiva del paese.




Palinuro, così, attraverso la promozione culturale e turistica da parte delle associazioni, in particolare della Publio Virgilio Marone, è continuamente reinserito nella sua storia leggendaria e culturale per proporsi al turismo come un ‘porto’ accogliente e suggestivo.

Capo Palinuro, 1900. Un secolo di immagini è il titolo del libro fotografico curato dall’associazione Publio Virgilio Marone, che nel 2016 ha coronato i suoi 20 anni di attività culturali e artistiche “Per legare con orgoglio i suoi cittadini al territorio“, come il presidente dell’associazione, Antonio Rinaldi, ci tiene ad esprimere.

Importanti anche i contributi di Mirella Cosentino, che ha trasformato la plasmabilità dei materiali in gioielli specchio del suo animo immerso nei colori, nelle leggende e nei peculiarità del luogo. Ogni pezzo ramifica forme che contengono immagini, emozioni, memorie e speranze in una terra così stratificata di storia e di culture che si sono incontrate in un’osmosi di contraddittorie, ma anche straordinarie, dinamiche interne.

Prima dell’estate, l’appuntamento con la pubblicazione del testo fotografico: un altro dei tanti obiettivi raggiunti dall’associazione per custodire e tramandare la memoria che rende quei luoghi irripetibili incontri per i turisti, forse anche per la comunità.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.