Piero De Luca: «A Salerno mancano luoghi di aggregazione»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Ieri pomeriggio Piero De Luca, componente dell’assemblea nazionale del Pd, ha parteciperà all’ iniziativa dal tema “L’importanza di essere giovani”, organizzata dal Circolo di Salerno dei Giovani Democratici presso la Camera di Commercio di Salerno. All’ evento hanno partecipato, quali relatori, Tommaso Amabile, consigliere Regionale del Pd e Serena Angioli, assessore alle politiche giovanili della Regione Campania. «Bisogna far sì che i giovani riacquistino la fiducia nella politica e nelle istituzioni – ha detto Piero De Luca. A Salerno non esistono luoghi di aggregazione. Bisogna recuperare le aree abbandonate, per poi destinarli alla cittadinanza».

«È necessario – aggiunge Piero De Luca – occuparsi dei giovani fin dalla tenera età, investendo nell’edilizia scolastica. Un tema quest’ultimo sul quale non possiamo avere più tentennamenti. Ne ho parlato pure col presidente della provincia Giuseppe Canfora, in quanto è inammissibile che nelle scuole non funzionino i riscaldamenti oppure gli infissi siano rotti. Inoltre pure l’università deve cambiare ed occorre creare collegamenti tra gli atenei e il mondo del lavoro».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. “A Salerno non esistono luoghi di aggregazione” dice piero de luca. E chi cavolo ha governato la città nell’ultimo ventennio?!

  2. Infatti, bisogna far capire ai giovani che bisogna studiare ma poi, soprattutto, impegnarsi per raggiungere le proprie mete e coltivare le proprie ambizioni.
    Il lavoro uno se lo deve meritare perché capace e preparato e non perche’ si è parente di qualcuno o perché’ si conosce gente che conta.
    Travati un lavoro, fuori dagli Enti e dalla politica, ma solo con le tue capacita’ e poi ne riparliamo

  3. ma questo si è bevuto il cervello a furia di frequentare solo l’alta borghesia, non conosce nemmeno i quartieri di Salerno, chi è ? Si deve vergognare lui con tutta la sua pletora di portaborse.

  4. Bho, chist è VERAMENTE un caso da studiare. Lui è come se criticasse il lavoro ventennale del PAPARINO che tanto si è prodigato per sistemare lui ed il fratello. In pratica rende pubblica anche la sua insoddisfazione per come sono stati gestiti i vari centri sociali e di come hanno operato i vari assessori alle politiche sociali(GENTE SEMPRE MESSA LÌ DA SUO PADRE).Che i nostri giovani stanno inguaiati e non hanno ne spazi e ne punti di aggregazione,è un fatto storico. La cosa ridicola è la sua analisi della situazione,dove ci si rende conto che LUI adesso comincia a guardersi intorno,adesso comincia a mettere i piedi fuori dal mondo ovattato dove è stato fino ad ora. Allora a questo punto gli dico:《fai una cosa,vai da tuo padre,comincia a fargli recuperare il mitico stadio VESTUTI,dove pure c’era un progetto,facciamone un polo multisportivo,cerchiamo con i vari agenti di polizia di evitare dispersione scolastica,controlliamo per davvero i nostri ragazzi(fumo e alcol e assenze a scuola),recuperiamo i vari edifici scolastici (cadono a pezzi) e rendiamo le NOSTRE scuole centri di aggregazione e centri polifunzionali. BASTA centri commerciali e palazzoni belli si,ma che socialmente non è che siano utilissimi. Istituiamo un punto dove ogni giovane può andare a depositare un sua idea,un suo sogno,un suo progetto,e vediamo che ne viene. Di locali il comune ne ha a disposizione. Caro Piero,se veramente si vuol far qualcosa,non pensiamo più solo a sistemare i vari amici e parenti,penso che ormai state a posto,cominciare a fare veramente qualcosa di concreto si può. SALERNO SVEGLIATIIIIII

  5. Statt’ a casa, solo chiacchiere tu e fratt, vivi Salerno vedi realmente di cosa ha bisogno la gente e accontentali, altro che ste cose che dici. STATT’ A CASA…. CIAONE…….

  6. Occuparsi dei problemi delle persone e dei loro territori non significa farsi votare a tutti i costi nelle Istituzioni locali e nazionali facendosi chiaramente agevolare da legami familiari o da amicizie come intende la politica questo Piero De Luca.
    Dopo la figura barbina del comitato referendario per il SI per il quale si è’ speso, non riuscendo ad essere determinante e convincente tanto da raccogliere un risultato particolarmente deludente, questo simpatico giovanotto, riconferma,nuovamente, di avere una conoscenza della Città’ piuttosto vaga e particolarmente bizzarra che difficilmente lo potra’ sostenere nelle sue iniziative politiche.

  7. Infatti a Salerno mancano i “luoghi di aggregazione” dove buttare e rinchiudere tutti i commentatori che mi hanno preceduto in modo da isolare il loro odio e la loro gratuita violenza verso De Luca.
    Sono persone che non potrebbero mai riconoscere che c’è qualcuno che fa le cose per bene (sia esso di destra, centro o sinistra) per sono cresciute e macerate nell’odio verso il prossimo.

  8. Ricorda al tuo padroncino che, come luoghi di aggregazione, ci sono già’ le partecipate del Comune che ci spillano soldi e che gli permettono di avere voce in capitolo per la sola Carta di Identita’.
    Tolta la tessera, che conosci solo tu ed altri, non si vede altro.
    Sarebbe gia’ un po’ pochino per pensare di poter pretendere rispetto e considerazione ma questo bamboccio neanche se ne accorge o, nella peggiore delle ipotesi, le da’ miseramente scontate.
    Poi ovviamente ci sono i soliti pretestuosi, servi a guardia di guitti, inadatti e figli di, che se volessero intelligibilmente essere legittimati, farebbero meglio a tacitarsi e continuare nel totale silenzio il quotidiano disbrigo delle faccende domestiche a csa dei Padroni.

  9. UnNonSalernitano, certo che sei proprio messo male, manie di persecuzione??? ogni volta che qualcuno osa, non dico parlare male, ma solo “non osannare” deluca, appari tu! sei proprio a senso unico! ma per te deluca è Dio?? in tal caso ti aggiorno: pure Dio è messo in discussione, da secoli! forse sei rimasto all’Inquisizione, fai qualche passetto avanti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.