Sindaci dell’Agro si coordinano per la gestione rifiuti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
I sindaci dei comuni dell’Agro si coordinano per superare la fase commissariale per la gestione dei rifiuti, in vista dello scioglimento del Consorzio di Bacino Sa1. Un altro incontro si è svolto oggi al comune di Sant’Egidio del Monte Albino. Erano presenti i sindaci di Angri, Sant’Egidio, Corbara, San Marzano sul Sarno e Pagani. “Stiamo lavorando per trovare una sinergia condivisa che ci consenta di gestire i rifiuti , nella formula intercomunale così come prevista dalla normativa – dichiara il primo cittadino di Sant’Egidio Nunzio Carpentieri- C’è da trovare accordi per la formula più idonea e per salvaguardare i posti di lavoro degli operai del consorzio”.

No a nuovi carrozzoni, si a un subambito che risponde alle esigenze delle nostre comunità e che porti al risparmio sulla gestione ed efficienza del servizio con un incremento dell’indifferenziata. E’ questo l’auspicio del sindaco di San Marzano sul Sarno Cosimo Annunziata: “Bisogna cogliere quest’ opportunità per qualificare il servizio ed aprirsi ad un armonico servizio che garantisca decoro e pulizia dei territori ed innovazione della raccolta dei rifiuti”.  Maggiore attenzione ai territori con i  sub-ambiti distrettuali per il sindaco di Angri Cosimo Ferraioli. “La costituzione di un SAD è anche la dimostrazione di una particolare attenzione per i problemi del territorio. È  il primo passo per garantire una gestione del servizio del ciclo  integrato dei rifiuti secondo i principi della legge regionale”.

Per il sindaco di Corbara Pietro Pentangelo si tratta di una chance  irripetibile per i comuni del territorio che devono puntare ad una  forma associata di gestione del servizio sulla base di una proposta aggregativa non calata dall’alto ma che nasca dal territorio.  “E’ necessario  garantire un servizio efficiente,  a costi inferiori  rispetto a quelli attuali alfine di ridurre il peso sulla tariffa che deve uniformarsi per il territorio. In caso contrario si rischia di far saltare le casse degli enti  per la crescita incontrollata dei costi”. Piena condivisione del sindaco di Pagani Salvatore Bottone. “Condivido le considerazioni espresse dai colleghi sindaci del territorio – dichiara – Puntiamo a risolvere questa fase critica, individuando le opportune sinergie per un progetto che mira a garantire piena efficienza al servizio, la salvaguardia dei posti di lavoro degli operai del consorzio e una tariffazione condivisa che consenta l’omogeneità e la copertura senza affanni del ciclo integrato dei rifiuti”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.