La Salernitana sciupa, il Verona punisce: ancora amaro Bentegodi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Certamente era difficile e serviva un’ impresa per fare bottino pieno al Bentegodi maun punto, per quello visto a Verona la Salernitana di Bollini l’avrebbe meritato. E invece si torna a Salerno con due gol sul groppone in una partita dove gli scaligeri non hanno mai dominato in assoluto, come da capolista si prevedeva, ma sulle solite due dormite della difesa campana ha costruito la propria vittoria grazie al sempreverde Pazzini al 22’ del primo tempo e Luppi al 17’ della ripresa. Salernitana vicina al pari ad inizio secondo tempo prima con Ronaldo che centra il palo e poi con Della Rocca che da due passi spara alle stelle. Inutile l’ingresso di Donnarumma (per un impalpabile Rosina) e Joao Silva che oltre a dare vivacità in attacco costruiscono ben poco. E quindi dopo due vittorie si ritorna alla sconfitta tornando dalla città di Romeo e Giulietta con la consapevolezza che quest’anno, la salvezza tranquilla, può e deve bastare.

ANTEMATCH. Sono in mille quasi al Bentegodi a scortare e sostenere la Salernitana, attesa dall’esame più importante dopo due successi di fila per capire ambizioni e prospettive. Una vittoria può consentire alla squadra di Bollini di aprire ben altri scenari rispetto a quelli di una salvezza tranquilla ma per vincere a Verona serve l’impresa. L’ultima volta 20 anni fa fù con la Salernitana di Delio Rossi. Il trainer schiera la Salernitana con il 3-5-2: campani partono con Gomis tra i pali (ormai titolare inamovibile), Perico, Tuia, Bernardini in difesa, Vitale, Busellato, Ronaldo Della Rocca e Improta a centrocampo e in attacco il duo Coda-Rosina. E’ una Salernitana molto duttile che può cambiare pelle e modulo in gara in corso passando sia al 5-3-2 che al 4-3-3. Non al meglio Donnarumma che parte dalla panchina.

In campo con il 4-3-3, invece gli uomini di mister Pecchia: davanti a Nicolas ci saranno Pisano, Caracciolo, Boldor e Souprayen. Le chiavi della mediana saranno affidate alle sapienti mani di Fossati, con Romulo e Bruno Zuculini ai lati dell’ex Milan. Pazzini, come al solito, guiderà il tridente d’attacco completato da Luppi e da Bessa. Arbitra Fabrizio Pasqua di Tivoli.




LA PARTITA. Atmosfera da grande match quello del Bentegodi, pubblico folto ma non c’è il sold-out. Ospiti in maglia bianca, Verona con maglia giallo blu a band orizzontali. Minuto di raccoglimento per le vittime delle recenti sciagure in Abruzzo. Parte la Salernitana da sinistra a destra. Primi minuti con il Verona che tenta subito di schiacciare la formazione campana che sembra difendersi con ordine. Al 10’ primo squillo ospite con Rosina ma la sua conclusione di controbalzo è fuori. Al quarto d’ora Busellato lavora un gran pallone nell’area scaligera e crossa basso a centro area ma ne Coda ne Rosina arrivano all’impatto vincente.

La partita sembra equilibrata e a spezzare l’equilibrio ci pensa il solito Pazzini che al 22’ servito da Romulo dalla destra di testa sovrasta Bernardini e batte di forza l’incolpevole Gomis. La squadra granata accusa il colpo mentre il Verona è veemente, forse fin troppo con Zucolini che si becca il primo giallo di giornata. Improta al 27’ di sinistro prova a mettere i brividi a Nicolas ma la sfera è fuori. Ancora Improta lavora un buon pallone e crossa dal lato opposto dove Della Rocca non trova la sfera. Al 35’ gli scaligeri hanno l’azione buona per il raddoppio ma Zuculini spreca. Dopo un minuto prima Pazzini chiuso in extremis e poi Bessa fanno urlare al raddoppio che però non arriva. La Salernitana chiude in attacco alla ricerca del pari ma tranne qualche calcio d’angolo non ottiene nulla e si va cosi al riposo.

SECONDO TEMPO. Nessun cambio per le due formazioni e calcio d’inizio affidato ai padroni di casa. Salernitana che recupera il pallone immediatamente. Al 4’ granata vicini al pari: Ronaldo verticalizza, la palla viene deviata e torna al brasiliano. Doppio passo del numero cinque che salta Fossati e rasoterra che colpisce il palo. Deviazione e calcio d’angolo per i granata. Dagli sviluppi Tuia non trova l’impatto. Lo stesso Ronaldo per fallo su Romulo viene ammonito, diffidato salterà il Novara sabato. Il Verona ci prova dalla distanza ma Gomis non si fa sorprendere. Al 10’ altra palla gol vanificata da Della Rocca servito da Coda che spara altissimo con lo specchio della porta sguarnito.

Anche Busellato termina sul taccuino di Pasqua. E quando sembra che i granata siano vicini al pari il Verona castiga ancora: palla a Luppi, che controlla e diagonale rasoterra che supera Gomis per il 2-0. Esplode il Bentegodi e Pecchia inserisce Zaccagni per Zucolini. Ora il Verona trova praterie dinanzi alle sue gambe e Pazzini sfiora il tris. Bollini tenta il tutto per tutto inserendo sia Donnarumma che Joao Silva al posto di Rosina e Busellato. Ed è subito Joao Silva a creare grattacapi alla difesa scaligera con un tiro cross che Nicolas smanaccia e con Donnarumma che di testa mette sul fondo. Alla mezz’ora Pecchia inserisce Gomez per Luppi lasciando invariato lo schema e subito dopo anche l’ex Troianiello.

Perico nei granata tenta il tiro della disperazione dai 30 metri ma Nicolas si supera. Bittante intanto rileva uno stanchissimo Improta e prova subito la conclusione ma il tiro è da dimenticare. Gli ultimi minuti il Verona giochicchia e la Salernitana sembra non crederci più. Quattro minuti di recupero ma è troppo poco per riaprire un match ormai segnato con Gomis che salva il tris locale. E quindi dopo due vittorie per la Salernitana si ritorna alla sconfitta tornando dalla città di Romeo e Giulietta con la consapevolezza che quest’anno, la salvezza tranquilla, può e deve bastare.

VERONA – SALERNITANA 2-0

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Caracciolo, Boldor, Souprayen; Romulo, Fossati, B. Zuculini (16′ st Zaccagni); Luppi (30′ st Gomez), Pazzini, Bessa (36′ st Troianiello). A disposizione: Coppola, A. Ferrari, F. Zuculini, Fares, Siligardi, Cappelluzzo. Allenatore: Fabio Pecchia.

SALERNITANA (3-5-2): Gomis; Perico, Tuia, Bernardini; Improta (36′ st Bittante), Busellato (21′ st Joao Silva), Ronaldo, Della Rocca, Vitale; Coda, Rosina (21′ st Donnarumma). A disposizione: Terracciano, Luiz Felipe, Schiavi, Mantovani, Minala, Zito. Allenatore: Alberto Bollini.

Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli.
Assistenti: Marco Zappatore (sez. Taranto) – Tarcisio Villa (sez. Rimini).

IV uomo: Federico La Penna (sez. Roma 1).

Reti: 22′ pt Pazzini, 15′ st Luppi

Note: Ammoniti: Ronaldo, Busellato

Calci d’angolo: Hellas Verona: 4 – Salernitana: 6

Recupero: 1′ pt – 4′ st

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. I gol li abbiamo regalati noi,ma sinceramente la salernitana non ci ha mai creduto e cmq la differenza tra i due organici si vede e quindi se hai le site amnesie difensive per pazzini e un gioco da ragazzi fare gol.Cmq speriamo che qualche giocatore arrivi dal mercato e anche quest’anno una salvezza speriamo più presto possibile di più penso sinceramente sia impossibile fare con questo organico.

  2. Rosina mandiamolo in Cina, magari Fabiani riesce a farsi la percentuale e così evitiamo di doverci sorbire un ex giocatore ancora per sei mesi prima dell’ennesima rescissione. La squadra è e resta incompleta, manca un centrale difensivo. Tuia era una riserva in Lega Pro non può giocare titolare nemmeno per scherzo. Inoltre Donnarumma deve giocare, questa squadra non può permettersi di farne a meno. Servono urgentemente attaccanti di riserva e un centrale di centrocampo vero, non Ronaldo che è poco migliore di un palo della luce.

  3. Bollini ma lo vuoi capire che Rosina da 2a punta è fuori ruolo ???

    Ma che razza di formazione hai messo in campo ???? Ti sei accorto che Della Rocca nel primo tempo non ha toccato palla ???

    A che serve coprirsi in quel modo rinunciando a giocare ????

    Dobbiamo prendere 2 gol per mettere in campo Donnarumma ???

    Ma non era molto molto piu logico 4-3-1-2 con Rosina dietro Donnarumma e Coda ???? Almeno vedevamo una cazzo di partita decente !!!!

    Che c’e’ ??? Avevi paura di soli 3 centrocampisti ???? Porca tr…. li fai correre a frustate, altroche….impara da Gattuso, il Pisa ha pareggiato al 97′ con assist di testa del portiere !!!!

    Allenatore senza attributi, per allenare una squadra ci vogliono le palle e giocare anche quando la partita è difficile perche sulla carta i giocatori li avresti solo che li metti da schifo in campo

    E meno male che questo aveva il Credo del 4-3-3….. ma andate a cag…

    ANDATEVENE A CASA – BASTA

  4. Una sconfitta a Verona ci poteva stare,purtroppo vedo tanti allenatori e competenti di calcio che molto francamente farebbero meglio a stare zitti.puntualizzate su ogni sconfitta,tanti commenti per le sconfitte pochi per le vittorie..ma che tifosi siete??quelli che venite allo stadio quando si lotta per il vertice e quelli che criticano ad ogni passo falso.il campionato è equilibrato,il Verona ha solo sfruttato le due occasioni avute.punto.statv zitt scrivete solo cazzate.Le valutazioni si fanno A fine campionato.la serie b è un patrimonio.la serie a L’abbiamo vista 2 volte in 100 anni di storia nn siamo la Juventus.oltre a lotito dove sn gli investitori??qualcubo per farci fallire dopo 2 anni.forza salernitana sempre e ovunque!

  5. GLI UNICI ACQUISTI CHE FARA’ LOTITO IN QUESTI 2 ULTIMI GIORNI DI MERCATO SARANNO (FORSE) DEI PALLONI NUOVI E QUALCHE ALTRA TUTA….MERITIAMO DI PIU’….ALIBERTI FOR PRESIDENT

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.