Salerno: cocaina nel centro estetico, arrestata Nadiya Gryn

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Cocaina in un centro massaggi ed estetico in via Settimio Mobilio ad opera della Polizia di Salerno che ritiene l’attività centro di spaccio di cocaina. La titolare, Nadiya Gryn, è stata arrestata dopo che i poliziotti hanno trovato quaranta ovuli di cocaina – occultati in bagno e all’interno di un kit per la cura delle mani – e 150 euro. La droga, a parere degli agenti della squadra mobile, era già pronta per la presunta vendita. Nella successiva perquisizione, effettuata a casa della donna, i falchi hanno sequestrato banconote di diverso taglio per 8.300,00 euro. Somma che fa ipotizzare agli inquirenti che il centro messaggi e di estetica potrebbe essere utilizzato a copertura dello spaccio. Ma per i riscontri a tele ipotesi la polizia dovrà continuare ad indagare anche perchè  l’attività non è stata sottoposta a sequestro.

L’intervento della polizia è scaturito sia da servizi di osservazione, da parte della polizia, sia per alcune segnalazioni provenienti dai residenti del quartiere Irno. Ma l’attività antidroga, da parte della squadra mobile (agli ordini del vice questore Tommaso Niglio), non è terminata con il sequestro di cocaina nel centro estetico.




Un altro blitz è stato effettuato sul lungomare Trieste, dove da mesi viene tenuto sotto osservazione un trafficio di hashish gestito da gruppi di nordafricani entrati più volte in contrasto con pusher locali. Venerdì i poliziotti della sezione Falchi hanno notato un uomo, poi identificato per il nigeriano Festus Ahunsimen, al quale due ragazzi si avvicinavano per l’acquisto della droga. Lo straniero li ha dirottati a sua volta verso altri due giovani, seduti su una panchina poco più avanti, che hanno concluso lo scambio tra droga e denaro.

È a quel punto che gli agenti sono intervenuti, recuperando l’hashish già venduto ai ragazzi (due cugini di Sarno, di cui uno minore) e altre venti stecche. Anche uno degli spacciatori è minorenne, ed è stato affidato a un centro di accoglienza su disposizione del sostituto procuratore Angelo Frattini; l’altro, il maggiorenne Muhammed Sambou, è stato condotto in carcere.

È invece ai domiciliari il salernitano Michele Ansalone, arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di avere organizzato nella sua abitazione di Mariconda una centrale di spaccio gestita insieme al figlio Alfonso, per il quale è stato disposto l’obbligo di dimora. L’ordinanza cautelare, firmata dal giudice delle indagini preliminari Renata Sessa su richiesta del sostituto procuratore Guglielmo Valenti, prende origine dalle minacce con cui padre e figlio avrebbero terrorizzato un cliente che non aveva pagato 80 grammi di hashish.

Spaventato, il giovane si recò lo scorso dicembre negli uffici della Mobile, raccontando che da circa un anno e mezzo acquistava lo stupefacente in casa degli Ansalone, ma che a novembre non aveva pagato e da allora erano iniziate le intimidazioni a lui e ai suoi familiari. Le indagini hanno confermato il racconto, portando a un’ordinanza cautelare per i reati di spaccio e tentata estorsione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Complimenti al personale della Polizia di Stato !!!
    40 ovuli di cocaina non sono uno scherzo.

    OTTIMA OPERAZIONE !!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.