Salerno: Coscioni primario al Ruggi, esplode la polemica

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Dopo il via libera all’atto aziendale del Ruggi arrivano le nomine dei direttori dei dipartimenti e dei primari universitari, così come si completa la griglia dei facente funzione ospedalieri. Confermata, tra queste, come annunciato da Cronache ieri in edicola, quella di Enrico Coscioni alla cardiochirurgia, che va adaffiancare Severino Iesu alla cardiochirugia d’urgenza, così come previsto nel piano strategico disegnato dalla direzione aziendale

Così il consigliere politico alla sanità del presidente della Regione Campania è diventato primario grazie alla stesura di un atto aziendale approvato dal manager Nicola Cantone, nominato all’azienda universitaria ospedaliera da Vincenzo De Luca. Ma per il governatore, intervenuto sulla vicenda a Radio Kiss Kiss, «Ci sono i titoli. Io penso che chi ha i titoli gli incarichi li ha, chi non ha titoli non li ha». E, a quanto pare, Coscioni, dalla sua, non mollerà il “doppio incarico”.




Insomma nessuna dimissione, nonostante la bufera politica che si è sollevata all’atto dell’annuncio. Ed anche presso la struttura di via San Leonardo, l’aria sarebbe pesante – come scrive Andrea Pellegrino su Le Cronache.  Stamattina ci sarà un riunione per l’organizzazione delle nuove strutture cardiologiche. C’è da ridistribuire il perso- “E’ stato sbagliato dividere cardiochirurgia”.

A puntare il dito contro “l’atto aziendale” è la sindacalista Margaret Cittadino, da sempre attiva sul fronte ospedaliero. “A perderne in questo modo è soltanto il plesso ospedaliero che a lungo termine ne uscirà provato sia a livello economico che qualitativo, in quanto due strutture complesse ovviamente richiedono più personale, sia medico che infermieristico – ha sottolineato la Cittadino – e dato che l’atto aziendale non prevede più di 96 nuove assunzioni in tutto, penso che è controproducente e diventerà una situazione insostenibile”.

Infine Margaret Cittadino ha precisato: “Noi eravamo contrari allo sdoppiamento di cardiochirugia, di neurochirugia ovviamente. Ora spero soltanto che in questo contesto il dottore De Iesu non abbandoni. Ma questa sin dall’inizio non ci è mai sembrata soluzione adeguata”. Ora bisogna soltanto capire quale sarà l’organizzazione interna e soprattutto a questo punto come cambierà il volto delle strutture complesse. nale medico e non, per la gestione di un reparto quasi «fotocopia». Chiedono le dimissioni di Coscioni da consigliere politico alla sanità, i rappresentanti del Movimento Cinque Stelle

TUTTI GLI INCARICHI

Primari e dirigenti facenti funzioni: Natalino Barbato (Pneumologia – da Procida), Nicola Boffa (Malattie infettive, Enrico Coscioni (Cardiochirurgia di elezione), Alberto Gigantino (Cardiologia), Severino Iesu (Cardiochirurgia d’urgenza), Grazie Maria Lombardi (Farmacia), Giuseppe Mastroroberto (Riabilitazione), Attilio Maurano (Endoscopia), Giuseppe Palladino (Nefrologie), Sergio Poto (Pneumologia), Raffaele Albano (Pediatria), Mattia Carbone (Radiologia), Gustavo Casaburi (Medicina nucleare), Luciana Catena (direzione medica Cava), Rosario Colella Bisogno (Medicina trasfusionale), Generoso Conforti (direzione medica Fucito), Maria Corbo (Neonatologia e Tin), Matteo De Roberto (Medicina d’urgenza), Renato Gammaldi (Anestesia e rianimazione), Angelo Gerbasio (direzione medica Aziendale e coordinamento presidi), Alfredo Greco (Oculistica), Luigi Angelo La Bella (Ortotraumatologia), Pasquale Perna (Medicina), Antonio Petrocelli (Pronto soccorso e Obi).

Incarichi di direzione di struttura complessa, ovvero primari di ruolo: Giancarlo Accarino (Chirurgia vascolare ed endovascolare), Eduardo Bossone (Cardiologia Cava), Vincenzo Capuano (Cardiologia Fucito), Ennio Clemente (Chirurgia Pediatrica), Pariede De Rosa (Chirurgia e trapianto rene), Davide Di Gennaro (Radioterapia), Dario Donadio (Dermatologia Cava), Gennaro Guarino (Ostetrica e ginecologia), Maurizio Iemma (Otorinolaringoiatra), Angelo Massari (Patologie clinica e microbiologia), Vittorio Salvatore (Medicina generale Cava), Renato Saponiero (Neuroradiologia).

Direttori dei Dipartimenti assistenziali ad attività integrata: Giancarlo Accarino (Area critica, Emergenza, Obi), Vincenzo Capuano (Riabilitazione e post acuzie),Corrado Rubino (Chirurgie e trapianti), Ettore Cassandro (Testa-collo), Paolo Barone (Scienze Mediche), Mario Capunzo (Igiene sanitaria), Renato Saponiero (Diagnostica per Immagini), Ennio Clemente (Materno Infantile), Carmine Selleri (Oncoematologico).

Primari componente universitaria: Vincenzo Altieri (Clinica urologica), Paolo Barone (Clinica neurologica), Mario Capunzo (Igiene sanitaria), Ettore Cassandro (Clinica Otorinolaringoiatrica e servizio foniatria), Carolina Ciacci (Gastroenterologia), Massimo Cirillo (Clinica nefrologica), Giangennaro Coppola (Neuropsichiatra infantile), Esposito Silvano (Clinica infettivologica), Amelia Filippelli (Farmacologia clinica), Maurizio Guida (Clinica ostetrico ginecologica), Giorgio Iaconetta (Clinica Neurochirurgica), Domenico Lombardi (Chirugia generale e d’urgenza Cava), Nicola Maffulli (Clinica Ortopedica), Palmiro Monteleone (Psichiatria), Stefano Pepe (Oncologia), Marcello Persico (Clinica medica ed epatologia lungodegenza da Procida), Ornella Piazza (Anestesia e rianimazione Cava), Vincenzo Pilone (Chirurgia generale e d’Urgenza Fucito), Federico Piscione (Clinica Cardiologica), Alessandro Puzziello (Clinica Chirurgica), Nicola Rosa (Clinica oculistica), Corrado Rubino (Chirurgia plastica), Francesco Antonio Salzano (Clinica Otorinolaringoiatra), Ludovico Sbordone (Odontostomatologia), Carmine Selleri (Ematologia e Trapianti midollo), Pietro Vajro (Clinica Pediatrica), Carmine Vecchione (Riabilitazione cardiologica da Procida), Mario Vitale Clinica (endocrinologica e diabetologia), Pio Zeppa (Anatomia patologica).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Appunto l’altro ieri il governatore ha detto che lui nomine non ne fa.
    La sua parola vale zero come quella di Renzi, è un politico politicante della peggior specie e solo i gonzi possono abboccare alle bugie che dice. Con questo e la nomina del figlio assessore, ha raggiunto il limite superiore di una politica clientelare fatta di fritture.

  2. Soltanto penultimi.
    E vai con l’ennesima nomina del sistema De Luca che paga cambiali elettorali e clentelari a manetta in barba a tutto e a tutti.
    A lui interessa, solo ed unicamente farsi i fatti suoi e famiglia e, naturalmente, quelli degli amici.
    In sostanza, poi gli riesce, perche’ basta solo fare un pelo peggio della disastrosa precedente Giunta Regionale (ci vuole veramente poco) ed è questo il fantastico pretesto che adotta quando vuole far passare o motiva qualsiasi suo atto o nomina.
    Poi, come vanno le cose, continua sempre ad insultarti. Quando gli ricordi le porcherie che combina, sbrocca da permaloso e giu’ con offese ed epiteti, quando, invece gli vengono in mente un attimo
    prima di volerle fare le sue porcherie, insulta miseramente la nostra onesta’ intellettuale.
    Le premesse per le quali ci chiedeva il voto e per le quali gli abbiamo dato fiducia erano completamente differenti.
    Doveva cercare di risolvere i problemi di questa Regione ma, soprattutto, spazzare via abitudini e comportamenti del vecchio e becero modo di fare politica sulla pelle e con i soldi dei cittadini, ma, alla fine, sta’ facendo le stesse cose in modo vergognosamente disgustoso perché conscio, perfettamente, di quello che fa’ pensando, poi, di essere, squallidamente legittimato a farlo solo e soltanto perché’, chi lo ha preceduto, ha fatto peggio.
    Che squallore!!!

  3. Sicuri che chi lo ha preceduto ha fatto peggio? Io credo che, fin quando, in questo caso la sanità, dovranno decidere coloro che molto impropriamente chiamiamo “politici”, non c’è nessuno che possa fare peggio di un altro! Fanno tutti malissimo perchè tutti privi di un minimo di preparazione, conoscenza, capacità e oggettività!!!

  4. X l’amico delle 9:46
    Ma come fai a dire penultimi? Io non saprei chi è peggio tra tutti includendo anche le gestioni precedenti a cominciare da Bassolino che ha dato inizio allo sfacelo della sanità.
    Questo è peggio perchè, come suo costume, ha promesso mare e monti ed ha trovato chi ci è cascato abbagliato da 4 luci cinesi e da promesse di miglioramneto che non potranno esserci, lui pensa solo e soltanto ai fatti suoi di famiglia ed amici e cumparielli vari.
    Altri invece usufruiscono delle fritture elettorali. poi ci sono accordi con gente che prima definiva un problema come De Mita e, quindi, viva De Luca, ce lo troviamo come governatore e, ad ogni sua uscita, ci fa vergognare di essere del sud.
    Tutto quanto sopra andava bene in tempo di vacche grasse adesso, che siamo quasi alla fame, il popolo non può più tollerare e mantenere questi privilegi quando poi gli anziani, con pensioni da fame, non arrivano a fine mese e devono rovistare tra la spazzatura.

  5. Parafrasavo quell’ormai inutile e ridicolo claim della sua campagna elettorale che ci ha ripetuto come un mantra.
    Pensavo, francamente, che questa Amministrazione, per seguire le sue intenzioni, potesse finalmente coincidere con una risalita di tante, moltissime posizioni in una ipotetica classifica di riscatto morale in dignita’ politica e buona amministrazione dopo il profondo e triste baratro che ci ha regalato la politica regionale in questi ultimi anni……ed invece…..dopo l’ennesima porcheria di questo emerito pallonaro e schifato dal suo ulteriore claim elettorale…..cambiare tutto…… semplicemente per continuare a fare lo stesso per farsi gli affari suoi…… capisco l’imbarazzante e vergognoso peso che questo cialtrone ti provoca.
    Saluti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.