Camorra: Fnsi e Sindacato, al fianco giornalista minacciata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“La camorra e i suoi alleati continuano a non gradire l’esistenza dello stato di diritto e la presenza di giornaliste e giornalisti che non intendono piegarsi alla loro legge. Da anni sono costretti a vivere “sotto scorta” Roberto Saviano, Rosaria Capacchione, Sandro Ruotolo, ora hanno preso di mira Marilena Natale che, da tempo, ricerca e scrive sul traffico dei rifiuti, sull’inquinamento dell’ambiente e della salute pubblica, sui continui decessi provocati dai veleni, mortali per la popolazione civile, fonte di denaro per i camorristi e per i loro protettori”. É quanto viene sottolineato, in una nota, da Fnsi e dal Sindacato Giornalisti della Campania in merito alle minacce rivolte alla cronista Marilena Natale, “ora costretta ad una vita sotto sorveglianza”.

Per la Federazione nazionale della stampa italiana e il Sindacato unitario giornalisti della Campania, quelle minacce, “sono il segnale di una nuova offensiva, un avvertimento rivolto a chiunque voglia ancora esercitare liberamente il diritto di cronaca. Per questo dobbiamo raccogliere la sfida e tornare ad ‘illuminare’ quel territorio, dando voce a chi si batte per la legalità e i diritti di tutti, riprendendo e sviluppando le inchieste e le denunce dei colleghi minacciati, fornendo a loro e alla popolazione quella ‘scorta mediatica’ che non è meno essenziale della scorta di polizia”.

“Le nuove e gravi minacce della camorra a Marilena Natale, giornalista appassionata, coraggiosa e preparata ancora una volta mostrano con crudezza come la battaglia contro i clan nel casertano sia ancora tutta da combattere. E’ tempo non solo di assicurare protezione e sorveglianza alla brava cronista ma soprattutto che le istituzioni e la cosiddetta società civile garantiscano sostegno e aiuto concreto a Marilena Natale così come ai tanti giornalisti impegnati in prima linea contro il crimine organizzato”.

Lo dice il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Viglione, segretario della Commissione Anticamorra che aggiunge: “Marilena Natale racconta alla sua maniera l’intricato e complesso reticolo di condizionamento camorristico che da lunghi anni soffoca l’agro aversano e l’intera provincia di Caserta”.

“Quando questo lavoro è così preciso, puntuale e documentato – sottolinea – diventa oggetto di minacce e ritorsioni perché getta luce sui lati oscuri del potere dei clan”.

“Come M5S siamo vicini e solidali alla cronista Natale – conclude Viglione – mi impegno a portare questa vicenda all’attenzione della Commissione speciale anticamorra per mettere in campo importanti iniziative istituzionali e di concreta vicinanza”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.