C’era una volta la Yasmina la nave che si arenò sul Lungomare di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Il 4 febbraio del 2003 una violenta mareggiata spinse quasi a riva la nave mercantile Yasmina. 14 anni anni dopo ritorna la nostalgia per quella nave che rimase per giorni incagliata nella sabbia  di fronte al Lungomare Marconi modificando lo scenario salernitano e catturando l’attenzione di migliaia di persone che immortalarono l’evento con foto e video.  Da qualche giorno le foto di quella nave incagliata tra le onde del mare in burrasca, divenute anche una mostra fotografica, circolano sul web con tantissime condivisioni. Operazione nostalgia anche perchè Salerno non ha dimenticato la Yasmina

 

Strana nostalgia sul web: già virali le foto della nave Yasmina

Erano i primi giorni di febbraio 2003, precisamente il 4 del mese, quando il mare in burrasca spinse sulla spiaggia di Torrione la nave Yasmina, un cargo battente bandiera caraibica. Ci vollero quasi sette mesi e mezzo per consentirle di lasciare Salerno: andò via a settembre e quasi i salernitani (alcuni) cominciavano a sentirne la mancanza. Al mostro incagliato sulla spiaggia dedicarono anche una..mostra, quella fotografica.

Turisti, passanti, e ammiratori della prima ora si affacciavano alla ringhiera del Lungomare e l’ammiravano, mentre le draghe dai nomi disparati – Mastino, Punta Campanella, Marsala, Salamander – provavano a ricacciarla in acqua, per sempre. Da un po’ di giorni, a Salerno, serpeggia quasi nostalgia e pure le foto sono diventate virali sul web: 14 anni fa, di questi tempi, col mare in burrasca, Yasmina era già immobile sul Lungomare di Torrione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Da notare la situazione di degrado di 14 anni fa lì davanti è uguale ad oggi se nn peggio. La famosa rivoluzione urbanistica della Barcellona del Sud…… Ma va a *******!!!

  2. Mi sembra che una circostanza, una coincidenza dal sapore incredibile, passata del tutto inosservata, sia stata la combinazione dell’arenarsi della Yasmina dinanzi alla Chiesa di Santa Maria ad Martires, che altro non rappresenta se non lo scafo rovesciato di un’enorme barca, sul cui sagrato campeggia la statua dedicata a San francesco di Paola, protettore della “gente di mare”.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.