Contro i romagnoli gara da ex per quattro granata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sarà una gara particolare quella di sabato tra Salernitana e Cesena per diversi calciatori granata che vantano trascorsi (più o meno recenti) in bianconero. E’ il caso di Alfred Gomis, Gabriele Perico e Riccardo Improta, tutti e tre in forza ai romagnoli nella passata stagione, ma anche di Alessandro Rosina, che a Cesena ha giocato qualche anno fa. Gomis ha militato nelle fila dei bianconeri in prestito dal Torino (stessa formula utilizzata per i trasferimenti ad Avellino in precedenza e, poi, a Bologna e Salernitana da parte dei piemontesi) e Drago ha creduto fortemente nelle sue qualità, affidandogli il posto da titolare. Gomis ha chiuso l’anno con 39 presenze all’attivo.

Perico, invece, a Cesena è stato per due anni, retrocedendo dalla Serie A nella stagione 2014/2015 e rimanendo in bianconero deciso a riscattare la precedente opaca stagione. In tutto, per lui, 56 presenze e anche 3 gol (tutti nello scorso campionato cadetto). Sia Perico che Gomis erano in campo nella sfida dell’ottobre 2015, terminata 1-1, una partita alla quale presero parte pure Coda e Schiavi (quest’ultimo la ricorderà benissimo, visto che proprio in quell’occasione riportò un gravissimo infortunio che finì per condizionare negativamente la stagione del suo ritorno in granata).




Non era invece in campo in quella circostanza Riccardo Improta, che si infortunò seriamente in estate, rompendosi i legamenti del ginocchio a causa di un movimento sbagliato. L’esterno giunto in bianconero da poche settimane proprio dai liguri, fece tutto da solo. Improta tornò in campo nel finale di stagione, Drago gli regalò qualche spezzone di gara per premiarlo, visto l’impegno profuso per recuperare dopo una delicata operazione.

Bisogna tornare indietro nel tempo, invece, per recuperare i trascorsi a Cesena di Alessandro Rosina. Il mancino calabrese militò in bianconero nella stagione 2010/11, giunse a gennaio in prestito dallo Zenit di San Pietroburgo, dove aveva “rotto” con Spalletti. Non in condizioni ottimali, Rosina giocò 10 partite e segnò solo un gol (nella sfida pareggiata 2-2 dai romagnoli in casa del Parma), contribuendo comunque alla salvezza conquistata dal team di Ficcadenti. A fine stagione, poi, tornò a San Pietroburgo senza aver lasciato tracce particolarmente significative.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.