Cgil Salerno, “Basta tirocini, diciamo No alla falsa occupazione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Non possono essere i tirocini la risposta alla disoccupazione giovanile”, cosi la Cgil di Salerno commenta la Giornata mondiale dello sciopero dei tirocinanti di lunedì 20 febbraio, promossa dalla Coalizione Globale dei Tirocinanti. Su circa 15.000 adesioni attivate presso i CPI e le APL del nostro territorio per il programma Garanzia Giovani, solo 1.240 le opportunità di lavoro e 1.140 i corsi di formazione proposti.

Il boom è invece dei tirocini. Nel 2016 in provincia di Salerno con Garanzia Giovani ne sono stati attivati più di 4.000, la maggior parte nella P.A., basti ricordare i 400 al Ruggi d’Aragona e quelli attivati presso la Provincia e i Comuni. Da opportunità formativa, troppo spesso, i tirocini si sono trasformati in sfruttamento vero e proprio. Un’occasione utile per una mera riduzione del costo a carico delle imprese, ma non per i diretti interessati. Per non parlare poi dei gravi ritardi nei pagamenti delle spettanze mensili, che hanno ancora di più alimentato il disagio e scoraggiato i giovani tirocinanti.




L’abuso dell’utilizzo nella P.A. non ha fatto poi altro che alimentare speranze senza creare una reale opportunità di assunzione, visto l’obbligatorio percorso concorsuale per l’accesso alla P.A. A fronte di 1,5 miliardi di euro investiti per Garanzia Giovani, circa 200 milioni in Campania, è evidente il fallimento della misura e risultano sempre più necessarie politiche di sviluppo, investimenti, interventi strutturali e strategici. Un vero e proprio Piano straordinario per l’occupazione giovanile e femminile, che affronti il carattere strutturale e di lungo periodo della crisi.

“In occasione di questa giornata di mobilitazione – conclude la Cgil di Salerno –  a chiediamo l’immediata apertura di un tavolo con le istituzioni locali, Provincia, Comuni, Prefettura per condividere strategie e individuare percorsi per il lavoro giovanile, per dare una risposta alle migliaia di giovani del nostro territorio, altrimenti costretti a cercare fortuna altrove.

Il Responsabile Dipartimento Lavoro – A. Capezzuto                                                                              

Il Segretario Generale C.d.L.T. Salerno – Arturo Sessa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Finalmente …ti sacrifichi dai tutto te stesso e poi …grazie e arrivederci se servite …. grazie Stato se cosi si puo chiamare

  2. Io sono stata costretta ad emigrare al nord perché l’unico tirocinio offertomi a salerno era addirittura gratuito. Purtroppo la campania non offre nulla, non c’è spazio per noi giovani, soprattutto pr chi ha una laurea in tasca. Siamo vergognosi e arretrati. E non venitemo a dire che c’è crisi, la verità è che vogliono assumere noi giovani con la scusa che siamo senza esperienza per farci sgobbare per mesi per poi mandarci via co na man annanz e un a ret.
    Intanto andiamo via dove non c’è u sol e o mar ma almeno c’è la possibilità di costruirsi un futuro.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.