Ucciso a coltellate per difendere il figlio nella lite con l’amico

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Potrebbe essere la follia la causa scatenante dell’omicidio di Mario Torchia, di 60 anni, e del ferimento del figlio, Giuseppe, di 29 anni, avvenuti a Francavilla Angitola, un centro del Vibonese. Responsabile dell’assassinio e del ferimento è F. C., anch’egli 29enne e figlio del medico condotto del paese, che è stato fermato poco dopo dai carabinieri. Mario Torchia, ufficiale giudiziario in servizio al tribunale, sarebbe stato ucciso perché ha tentato di difendere il figlio durante una violenta e improvvisa lite con F.C.

I due giovani, pur essendo le loro famiglie legate da rapporti di amicizia, avevano da tempo contrasti per futili motivi.

I fatti sono accaduti nell’abitazione della famiglia Torchia. Saranno le indagini delegate dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia ai carabinieri a chiarire l’esatta dinamica di quanto è accaduto. Ciò che si sa, al momento, è che mentre F.C. era in casa dei Torchia, che frequentava abitualmente e dove appena nei giorni scorsi era stato ospite a pranzo, tra i due giovani sia scoppiata una lite cruenta. Mario Torchia, preoccupato per le possibili conseguenze della discussione per il figlio sarebbe intervenuto in difesa di Giuseppe.

Comportamento che avrebbe provocato la reazione del giovane, che ha preso il coltello che nascondeva in una tasca del pantalone e ha colpito con un solo fendente al torace Mario Torchia, provocandone la morte istantanea. Il giovane ha poi rivolto la stessa arma contro Giuseppe Torchia ed ha colpito anche lui, dandosi poi alla fuga. Il 29enne è stato trovato poco dopo dai carabinieri nella sua abitazione, ancora in stato di forte agitazione, e posto in stato di fermo. Le condizioni di Giuseppe Torchia, colpito all’addome, portato via con l’elisoccorso e ricoverato nell’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, sono gravi, ma il giovane, comunque, non sarebbe in pericolo di vita.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.