Cane ucciso a Salerno: Stop a manifestazioni sotto casa dell’assassino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Alta tensione nel quartiere Pastena a Salerno dopo la barbara uccisione di un cagnolino di appena 6 mesi da parte del suo padrone. L’abitazione dell’uomo è stata presa di mira da ignoti che hanno sfogato la loro rabbia colpendo con pietre ed altri oggetti le finestre della casa di Antonio Fuoco. Sull’argomento anche i familiari dell’uomo si sono dissociati dal vile gesto ma – attraverso il Tg di LIRATV – hanno invitato tutti ad avere un atteggiamento non violento e di lasciare alla giustizia fare il suo corso nei confronti del parente.




Nel frattempo il Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali, assieme al Partito Animalista Europeo, ha programmato per sabato 25 febbraio una manifestazione sotto casa di Antonio Fuoco ma il Questore di Salerno ne ha vietato lo svolgimento notificando lo “STOP” consentendo l’iniziativa a debita distanza dall’appartamento dell’assassino di Chicca, il tutto per evitare problemi e tensioni di ordine pubblico.

Secca la replica del Presidente Nazionale del Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali Enrico Rizzi: “Massimo rispetto per il lavoro delle forze dell’ordine ma noi sabato 25 febbraio saremo sotto casa di Antonio Fuoco. Nessun divieto potrà fermare la nostra voglia di giustizia”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Non sto con Formisano che reclama solidarietà per Antonio Fuoco (2 anni di galera minimo), ma questo gregge di pecore che si aggrega sotto la casa fa scadere Salerno ancor di più nel paesanismo/provincialismo tipico del ventennio ed oltre di De Luca… PAESANI!! JA TE A FATICA!!!

  2. EEEEEE BASTA…

    Basta, con questa storia del cagnolino. Al prossimo sopruso verso un qualsiasi altro animale (uomo compreso) voglio vedere cosa fanno questi pseudo-animalisti. Vorrei rammentare che migliaia di squali vengono brutalmente uccisi per le loro pinne eppure non ho mai visto una manifestazione in Italia che durasse così tanto.
    L’atto compiuto è da punire e molto grave, ma voi lo avete trasformato in un evento goliardico. Lancio di pietre, peluches,minacce, sitin neanche fosse morto Gesù Cristo.

  3. tutti nullafacenti, ma perchè non protestate sotto casa dei camorristi quando fanno qualche omicidio per le ns strade? ma poi è stato arrestato e verrà processato, le pene quelle sono…punto

  4. Pietre? Non lo sanno che stanno commettendo un reato? hanno la giustificazione morale autoconferita? arrestateli per danneggiamento e lesioni a quei quattro scansafatiche criminali che si definiscono animalisti; se almeno mettessero in atto il loro principio allora dovrebbero tenere in considerazione pure l’animale uomo, ma visto che sono ipocriti e falsi moralisti per loro vanno bene tutti gli animali tranne l’animale uomo. E commettono pure reati.

    Sappiate che in generale questa linea indotta dall’alto, che consiste nella protezione delle minoranze a scapito delle maggioranze, è studiata a tavolino e usata come valvola di sfogo per il popolo, per eliminare lo spirito critico e le opinioni contrastanti, unificare il pensiero bollando come criminale qualunque IDEA fuori dal loro pensiero social-unificato (e sottolineo idea) e allo stesso tempo per sviarlo da questioni, pensieri e atti che potrebbero disturbare il manovratore.

    Riflettete sul fatto che qui la violenza è messa in atto da un delinquente che ha ucciso un cane e da centinaia di persone che minacciano e aggrediscono, in qualche caso tirando pietre. TUTTI gli altri hanno, me compreso, solo espresso opinioni non uniformate, ma OPINIONI, e che in NESSUN caso giustificavano l’uccisione, ma che da questi violenti pseudoanimalisti sono stati accusati di tutte le peggiori nefandezze, per il solo fatto di non pensarla come loro. Di fatto? agiscono da nazisti, e le pietre di cui parla l’articolo ne sono la prova, come pure i commenti violenti nei confronti di quelli che non la PENSANO come loro o anche di quel delinquente: commenti violenti almeno ALLA PARI dell’uccisione del cane; rileggete quello che hanno scritto e promesso i pacifisti animalisti nazisti!..

  5. Sinceramente faccio molta fatica a capire questa vicenda. Se fosse stato ucciso brutalmente un extracomunitario, un rumeno o un barbone probabilmente molta gente avrebbe detto ” ha fatto bene un parassita in meno che ruba o violenta” forse avrebbero fatto una manifestazione per impedire che questo eroe fosse accompagnato in carcere. Sinceramente per quanto possa amare gli animali non riesco a vedere la differenza tra chi ha ucciso e chi sta minacciando questa persona che ha sbagliato. Un’ondata di odio latente riversato su quest’uomo che per me adesso è diventato una vittima di una società folle senza controllo, la giustizia deve fare il suo corso, che senso ha tutto questo? c’è tanta gente che ha commesso direttamente ed indirettamente reati ben peggiori di questo che continua a distruggere la natura e tanti esseri viventi, sadici torturatori a piede libero che nessuno ha il coraggio di avvicinare per paura delle conseguenze. E’ facile adesso scatenare la propia ira contro quest’uomo inerme che è diventato vittima di chissà quale simbolo occulto del male, ormai la macchina della giustizia è stata avviata e verrà presa una severa punizione ma che cosa volete fare lapidarlo ed appenderlo alla forca? ormai è stato smerdato che cosa volete fare ucciderlo come il cane? domani ci saranno altri 10000 animali ammazzati in maniera anche peggiore e nessuno saprà nulla, ma Lui rimane l’infame, il mostro.
    l’odio porta odio quello che date vi tornerà indietro, la morale non la può fare nessuno, perchè ognuno dentro di sè fa i propi errori che servono a crescere, amare un cane e poi odiare un essere umano per quanto possa aver sbagliato è l’antitesi dell’amore. Invece di cooperare per insegnare a tutti il modo di convivere e rispettarsi nelle proprie diversità portando pace ed amore nella società è caccia all’untore. Violenza fisica e verbale contro tutto e tutti sfogando la rabbia sul coglione di turno.

  6. Ma secondo voi sono stati gli animalisti a lanciare le pietre contro la casa di costui???La protesta per chiedere giustizia verso coloro che come i cani non possono parlare o fare cose,quindi è giusto e nobile che qualcuno prenda le loro difese,e questo è un fatto,altra cosa è tirare vigliaccamente pietre verso casa del tizio che ha ucciso il cane,soprattutto direi altre persone,perchè ritengo impossibile ed illogico che persone che usano il proprio tempo per difendere e dare voce a chi non può farlo facciano tali geste.Quindi non confondiamo vigliacchi con persone che sono l’opposto di costoro.

  7. X lana
    Probabilmente hai ragione, ben venga la difesa degli indifesi, in ogni corteo ci sono infiltrati, ma la situazione è degenerata e se il promotore degli animalisti si ostina a fare un corteo sotto la casa dell’indagato mette in pericolo l’incolumità della gente e dei poliziotti. C’è un limite a tutto.

  8. Solidarietà nei confronti del mostro????Siamo alla demenza senile.Ma come vogliamo cambiare le cose se x prima siamo moi a non cambiare.Falsi moralisti.

  9. Bene ha fatto il Questore a vietare la manifestazione sotto casa del tizio. Adesso basta va salvaguardata l’incolumità dei suoi familiari e dei vicini di casa. Quando certe proteste si protraggono ad oltranza finiscono per sortire l’effetto contrario (vedi protesta dei tassisti) non generando più solidarietà. E’ stato commesso un atto ignobile verso un povero animaletto indifeso, però ora basta strumentalizzare la vicenda, certe associazioni con questi atteggiamenti isterici finiscono per essere detestate ( ho avuto occasione di relazionarmi con qualche esponente di queste associazioni, e ho notato la poca serenità che anima il loro agire). Ora parola alla giustizia con una pena esemplare.

  10. Solidarietà ai vicini di casa e ai familiari di quell’omm e merd che devono convivere con il fetore !

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.