Salernitana, martedi magro: la Spal sbanca l’Arechi 1-2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Doveva essere un martedi grasso invece è un martedì magro, magrissimo per la Salernitana che doveva gettare la maschera nel giorno di Carnevale e dimostrare di poter ambire ad un campionato almeno tranquillo. Ed invece la vittoria della Spal all’Arechi dimostra tutta l’impotenza di una squadra che dovrà lottare fino a giugno per raggiungere la salvezza. Gli emiliani giocano imbottiti di seconde linee ma nonostante ciò fanno la partita nel primo tempo trovando il vantaggio su un rigore dubbio per fallo di Vitale sullo scatenato Finotto: Zigoni spiazza Gomis. I granata non trovano la reazione giusta e si va al riposo. Nella ripresa inutili gli innesti di Sprocati e Donnarumma: unico lampo un tiro in mischia di Minala e qualche conclusione sbilenca di Coda. Nel finale in contropiede Zigoni e il subentrato Floccari confezionano il 2-0 e fanno calare il buio su un Arechi in contestazione. Inutile il gol nel recupero di Massimo Coda

La Salernitana prova dunque a non fare scherzi nel giorno di Carnevale. All’Arechi c’è la Spal, la seconda forza del campionato che da matricola si è travestita da leader di un torneo tra i più mediocri degli ultimi anni. La Salernitana deve gettare la maschera una volta e per tutte e dimostrare il suo reale valore. Basta chiacchiere, non quelle fritte. C’è da far parlare il campo con la conquista di punti pesanti perchè lì dietro si muovono tutte e la squadra di Bollini rischia seriamente di farsi risucchiare nella zona rossa della classifica.
Sugli spalti coriandoli di pubblico – dato sempre più in ribasso – per un match che si gioca davanti a pochi intimi con inevitabile contestazione alla società per l’ennesimo campionato di delusioni ed amarezze. Lotito ha detto che farà ciò che deve fare, Bollini ha parlato con la squadra dopo il ko in Sicilia. La tifoseria ha perso la pazienza. Ora tocca alla squadra dare risposte convincenti, tocca a Bollini mandare in campo, assenze a parte, la migliore formazione.

Il tecnico ex-Lazio cambia nuovamente ed esclude Donnarumma tornando con l’attacco Rosina dietro Coda. Novità anche a centrocampo con Zito ripescato nel ruolo di interno sinistro al posto di Busellato. L’ex irpino affianca Minala e Ronaldo. Sulle ali Vitale a sinistra e Bittante che torna destra. Difesa ancora orfana di Bernardini con Schiavi centrale affiancato da Perico e Mantovani, tutti e tre dinanzi a Gomis.

3-5-2 anche per la Spal di Leonardo Semplici, che farà un discreto turnover: in porta andrà l’ottimo Meret, con Gasparetto, Bonifazi e Giani in difesa. A centrocampo rientra Mora nel ruolo di mezzo sinistro, Schiavon sarà l’interno destro e Pontisso agirà in cabina di regia, con Ghiglione e Del Grosso sugli esterni. In avanti, coppia Zigoni-Pontisso, solo panchina per Antenucci e Floccari. Arbitra Pasqua di Tivoli.

LA PARTITA

Match che comincia con spalti semi-vuoti e silenzio di contestazione da parte della curva sud granata. Anche l’impianto di illuminazione cede in qualche riflettore ma dopo qualche perplessità si comincia a giocare. La Salernitana parte lentamente e la Spal riesce a giocare con rapidità e palla al piede. Fino al quarto d’ora solo sbadigli poi gli emiliani provano a suonare la carica: Finotto in slalom in piena area, salta anche Perico, Gomis in uscita salva la porta granata. La squadra campana risponde con Rosina che in velocità serve al centro, velo di Zito, palla a Coda che perde il tempo della battuta cercando di dribblare un difensore, sfera allontanata.

Ma è sempre la formazione biancazzurra a menare la danza anche se Rosina prova ad impaurire Meret che si salva in corner: dagli sviluppi prima Zito e poi Coda non trovano l’impatto vincente. Alla mezz’ora si sblocca la partita: contropiede della Spal, Finotto va via, finta e doppio finta, poi arriva Vitale che lo tocca in piena area, calcio di rigore con Vitale ammonito (diffidato salterà Benevento): dal dischetto Zigoni spiazza Gomis e porta i ferraresi in vantaggio. La Salernitana abbozza una pressione esponendosi però al contropiede. Nel finale Vitale di testa ha la palla buona ma Meret dice ancora no.

Dopo un contropiede sciupato dalla Spal al 42’ cross di Bittante, Rosina spizza il pallone, con Vitale che arriva alle spalle di Bonifazi e insacca di testa, ma la bandierina era già alzata per una posizione di fuorigioco dell’esterno granata. Dopo un minuto di recupero si va al riposo.

SECONDO TEMPO

Squadre in campo con gli stessi undici del primo tempo: ci prova subito Coda con la testa ma Meret fa buona guardia. La Spal prova a fare il possesso palla per gestire il vantaggio. Al 10’ buon cross di Bittante da destra ma ancora Coda non trova la porta. Dopo un minuto Gasparetto prova a mettere i brividi a Gomis ma la palla è fuori. Al quarto d’ora in contropiede Finotto si beve Mantovani ma Gomis ci mette la mano salvando il raddoppio. Prova Zito dall’altra parte ma Meret non è da meno a Gomis. Dopo un minuto punizione buona per Rosina ma la palla si infrange sulla barriera. Bollini rileva Ronaldo per Sprocati passando al 3-4-3. Bonifazi termina sul taccuino di Pasqua. Intanto Semplici manda in campo Schiattarella per Pontisso. Al 25’ ci prova Coda in area ma il suo tiro di punta è deviato fuori. Intanto è il turno anche di Odjer che rileva Vitale mentre Donnarumma prende il posto di Mantovani.

La Spal risponde con Floccari per Finotto. La Salernitana prova ora a premere giocando praticamente con quattro punte. Dopo un minuto Minala si trova dopo un rimpallo favorevole dinanzi a Meret ma non trova la zampata giusta. Semplici inserisce Lazzari per Ghiglione e la punizione di Floccari intanto è respinta da Gomis con i pugni. Dopo qualche incursione di Donnaumma e Coda, nel finale in contropiede Zigoni e il subentrato Floccari confezionano il 2-0 e fanno calare il buio su un Arechi in contestazione. Inutili i quattro minuti di recupero come inutile il gol nel recupero di Massimo Coda: termina tra i fischi l’ennesima amara serata.

SALERNITANA-SPAL 1-2

SALERNITANA (3-5-2): Gomis; Perico, Schiavi, Mantovani (31′ st Donnarumma); Bittante, Minala, Ronaldo (18′ st Sprocati), Zito, Vitale (26′ st Odjer); Rosina, Coda. A disposizione: Terracciano, Tuia, Luiz Felipe, Grillo, Improta, Joao Silva. Allenatore: Alberto Bollini

SPAL (3-5-2): Meret; Gasparetto, Bonifazi, Giani; Ghiglione (36′ st Lazzari), Schiavon, Pontisso (23′ st Schiattarella), Mora, Del Grosso; Finotto (30′ st Floccari), Zigoni. A disposizione: Poluzzi, Silvestri, Arini, Antenucci, Vicari, Costa, Castagnetti. Allenatore: Leonardo Semplici

Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli.

Assistenti: Marco Bresmes (sez. Bergamo) – Luigi Lanotte (sez. Barletta).

IV uomo: Ivano Pezzuto (sez. Lecce).

Reti: 30′ pt Zigoni (rig), 44′ st Floccari, 49′ st Coda

Note: Ammoniti: Vitale, Mora, Pontisso, Bonifazi, Zito

Calci d’angolo: Salernitana: 6 – Spal: 1

Recupero: 1′ pt – 4′ st

Spettatori: 8195

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Squadra senza anima e questo è colpa dell allenatore..e poi basta con RONALDO!!!non è che sbaglia..non è da serie B..Punto!

  2. E’ disarmante quanto è scarsa questa squadra!
    Vedere 11 “giocatori” di questo livello? Questi non meriterebbero di giocare nemmeno in 3a categoria.
    Mandiamoli in ritiro a tempo indeterminato (contestando civilmente non andando allo stadio). Lotito vacci anche tu e Fabiani per questo presepe che ci avete regalato.

  3. Questo il mio commento di ieri prima della partita :

    Salvatore da Vicenza 28 febbraio 2017 at 19:25
    Il mio commento l’ho gia scritto, formazione inadeguata, Rosina fuori ruolo e Ronaldo e Zito insieme sono incompatibili (troppo lenti). Inspiegabili 5 difensori in una partita in casa (a meno che non punti allo zero a zero). Coda isolato in attacco, stasera la Spal darà una sonora lezione di gioco a Bollini, speriamo non nel risultato….
    allenatore cmq non adeguato, inspiegabile il continuo mancato impiego di Sprocati…. Donnarumma non ha fatto benissimo col Trapani e va in panchina……ma scusate e Rosina che stecca da 3 mesi fa mezza panchina e poi gioca…..?
    Mah….Speriamo che le mie considerazioni siano sbagliate….

    Non c’è altro da aggiungere

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.