Rivoluzione WhatsApp il messaggio vocale trasformato in testo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Quando non si ha la possibilità di scrivere, inviare messaggi vocali con WhatsApp è molto comodo. Ma non è detto, come ricorda ‘LaLeggePerTutti.it’, che l’altra persona che lo riceve possa ascoltarlo.

Se l’altra persona si trova in un luogo in cui è necessario non fare rumore come una biblioteca o una sala riunione, sicuramente non può ascoltare il messaggio vocale. L’unico modo per essere certi che lo possa leggere è quello di inviarglielo come testo. Esiste un modo per dettare un messaggio su WhatsApp in modo che sia spedito tradizionalmente.

Basta utilizzare Siri, l’assistente personale presente su tutti i dispositivi iOS. Prima bisogna premere il tasto Home o pronunciare la frase ‘Hey Siri’, poi bisogna pronunciare il comando ‘Inviare messaggio WhatsApp’. Siri ci chiederà quindi prima il nome del destinatario e poi il messaggio da inviare. Infine dovremo confermare col comando Invia.

Se invece siamo già dentro WhatsApp, tocchiamo il campo dove dobbiamo scrivere il messaggio per far comparire la tastiera. Sulla sinistra della barra Spazio tocchiamo il tasto col microfono. A questo punto non ci resta che pronunciare il nostro messaggio per dettarlo in WhatsApp e confermare l’invio toccando l’icona con la freccia.

Se abbiamo un telefonino Android possiamo usare l’assistente vocale di Google. Per farlo basta toccare l’icona del microfono dalla schermata Google Home oppure pronunciare il comando ‘Ok Google’. L’assistente vocale si metterà quindi in ascolto. Pronunciamo il comando ‘Invia messaggio WhatsApp’. Anche in questo caso ci verrà chiesto di pronunciare prima il nome del destinatario e poi il messaggio da inviare. Confermiamo il tutto col comando Invia. Se invece siamo dentro WhatsApp, tocchiamo sempre il campo di immissione del testo per far apparire la tastiera. Tocchiamo quindi l’icona col microfono presente nella barra di suggerimento delle parole subito sopra la tastiera virtuale (non quella di WhatsApp per il messaggio vocale). Pronunciamo il nostro messaggio e inviamo.

In alternativa si può utilizzare un’app di terze parti per la dettatura vocale come ad esempio Voice to Text scaricabile dal Play Store che oltre a permetterci di dettare il testo, lo traduce prima di inviarlo a WhatsApp.

Fonte AdnKronos.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.