Pressioni per i manager della sanità: condannato Mastursi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Induzione indebita, rinviata a giudizio il giudice Anna Scognamiglio, coinvolta nell’inchiesta sulle presunte pressioni esercitate nel corso del giudizio sull’incompatibilità di Vincenzo De Luca. È stato invece condannato a un anno e sei mesi Nello Mastursi, ex capo staff del governatore.

È una prima conclusione dell’inchiesta nata a Napoli nel 2015, grazie al lavoro del pm John Henry Woodcock, sulla scorta di presunte pressioni per condizionare i giudici che dovevano esprimersi sull’incompatibilità di De Luca, all’epoca alle prese con un processo a Salerno.

A settembre la prima udienza per Scognamiglio e per il marito Guglielmo Manna, intercettato mentre provava a stabilire contatti con Mastursi.

Tutti gli imputati, difesi – tra gli altri – dagli avvocati Francesco Cedrangolo e Giovan Battista Vignola – avranno modo di replicare alle accuse nel corso dei rispettivi procedimenti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Evvai, cominciamo a liberarci dei sodali del ducetto.
    Lui, il comico lucano, come è suo costume consolidato, non ne sapeva nulla.
    Ma a me, umile rappresentante del popolo, la domanda nasce spontanea: ma perchè questo Mastursi contrattava con il marito del giudice per non farlo pronunciare contro De Luca, nel ricorso avverso alla sospensione, se non ci ricavava nulla? Perchè esporsi se nessuno glielo, come dicono i giudici, aveva chiesto? Ma lo ama così tanto il suo padrone da farsi 1,5 anni di carcere? Oppure è completamente fuso tanto da non ragionare? Che brava persona.

  2. Okkio che questo condannato ce lo ritroveremo presto, ovviamente sulle tasche del contribuente in stile De Luca, in qualche CDA, municipalizzata, società’ di gestione o consorzio.

  3. Sig.Formisano la saluto cordialmente e seguo spesso i suoi commenti .Mi trovo sempre d’accordo con lei…….purtroppo il popolo salernitano è quello che è;se si tratta di scendere in piazza contro il tizio che uccise il cagnolino,o per la Salernitana,ma per tutto il resto……..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.