Processo Piazza della Libertà: il Comune non sarà parte civile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Non ci sarà la costituzione di parte civile nel processo sulla variante ai lavori di Piazza della Libertà. La giunta comunale, almeno per ora, ha deciso di tenere fuori il Comune da Palazzo di Giustizia, preferendo ed introducendo un “monitoraggio del procedimento penale”. Poi, successivamente, solo in caso di condanna, si proporranno: «azioni in sede civile per il ristoro dei danni, anche d’immagine, dell’Ente».

Lo scrive il quotidiano Le Cronache oggi in edicola. Il 13 marzo ci sarà la prima udienza. Il Comune di Salerno è stato individuato come parte offesa del procedimento che vede imputati, ex amministratori comunali, attuali, dirigenti ed imprenditori.

Si tratta della maxi inchiesta della Procura di Salerno che vide anche la richiesta, rigettata dal Gip, di dodici misure di ordinanza cautelare a carico di tecnici comunali e di imprenditori. In particolare a carico di Enrico ed Armando Esposito (Esa Costruzioni), Gilberto Belcore, Sergio Delle Femine, Domenico Barletta, Lorenzo Criscuolo, Antonio Ragusa, Paolo Baia, Marta Santoro, Salvatore De Vita, Antonio Fiengo (della Fiengo ceramica, che ha prodotto la pavimentazione) e di Patrizia Lotti (della Lotti associati, progettisti dell’opera).

Il processo vede tra gli imputati anche l’ex sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, oggi governatore della Campania, oltre gli ex assessori Alfonso Buonaiuto, Augusto De Pascale, Gerardo Calabrese ed Ermanno Guerra (oggi consigliere comunale), gli attuali consiglieri regionali Nello Fiore, Enzo Maraio, Luca Cascone e Francesco Picarone, l’attuale vicesindaco Eva Avossa e l’attuale assessore Mimmo De Maio. Al centro dell’inchiesta condotta da pm Antonio Cantarella e Guglielmo Valenti, un intreccio tra politica ed imprenditoria che parte dai lavori di Piazza della Libertà, affidati alla Esa Costruzioni dei fratelli Esposito.

Più di diciotto faldoni con numerose intercettazioni che hanno portato alla luce il vero e proprio «Sistema Salerno», ed un danno all’erario stimato in 4 milioni di euro. Tra qualche giorno partirà il processo, che si aggiunge a quello relativo alla realizzazione del Crescent, ma il Comune non ci sarà. Almeno come parte offesa

Fonte Le Cronache

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. E come mai il comune non ci sarà in giudizio? E’ parte offesa e non si costituisce?
    E’ come se ti rapinassero dei tuoi beni, come per esempio ha fatto Banca Etruria con i suoi clienti, ed i clienti non facessero nulla per cercare di punire la banca e recuperare il maltolto. Vi sembra normale? Poi il comune è dei cittadini non di questi amministratori incapaci, hanno chiesto al popolo se voleva costituirsi? Faccio notare che si sta parlando di un ammanco di 4 milioni frutto delle nostre tasse.
    Ma vuoi vedere perchè tra gli imputati c’è il lucano? Questa reticenza è sospetta.
    Ma non potrebbero i cittadini costituirsi parte civile?

  2. Lo riporta Cronache? E voi? Eravate troppo impegnati a leccare per accorgervene? Ma quando alzate un pò la testa e vi comportate da umani e non da amebe asservite al ducetto?

  3. E’ ovvio: gli imputati sono amici degli attuali amministratori! Che contano gli interessi dei cittadini quando gli imputati siedono, ahinoi, in giunta regionale, comunale e in consiglio comunale? Chissà se arriverà il giorno della vergogna!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.