Controlli: arriva il ‘supervelox’. È coperto e non va segnalato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Arriva il “supervelox”. Il Tribubale di Rovigo ha infatti decretato che lo “Scout speed” in dotazione alla polizia locale della Bassa Paovana (e forse in Polesine) è del tutto legale.

La sentenza è passata in giudicato, quindi chi ha già ricevuto le multe e sperava di vederle cancellate dal giudice dovrà rivedere i suoi piani.

Come scrive Rovigo Oggi, il supervelox è una apparecchiatura “montata sulle auto della polizia locale, funziona in movimento: valuta la velocità delle vetture che incrocia, facendo scattare le multe”.

In realtà quello che rende questi apparecchi particolarmente “ostili” agli automobilisti è che possono essere usati anche se non sono segnalati. Le sentenze del Tribunale di Rovigo, come riporta il quotidiano locale, sono le uniche che al momento fanno giurisprudenza in tema di autovelox a livello nazionale.

“Queste due decisioni – spiegano in una nota stampa gli avvocati Giovanni Daniele Toffanin e Laura Massaro- rappresentano allo stato a livello nazionale le uniche pronunce rese in grado Appello in materia di scout speed con conseguente innovazione della materia in punto all’utilizzo di questa strumentazione, pienamente legittima, da parte della polizia locale”.

“Il giudice – chiude la nota – ha infatti ritenuto che la strumentazione di cui si discute, debitamente omologata e sottoposta con cadenza regolare ai controlli di verifica della funzionalità e taratura previsti dalla normativa vigente in materia, possa essere utilizzata ai fini della sicurezza della circolazione stradale, senza necessità di presegnalazione alcuna, con conseguenze ammissibilità della contestazione differita. Altresì, la pronuncia ha statuito l’assenza di violazione alla disciplina in materia di privacy, superando le motivazioni rese dal giudice di pace nella sentenza impugnata”.

Una sentenza che ha apertola strada alla possibilità di un utilizzo dell’apparecchiatura senza dover necessariamente darne avviso agli automobilisti in quanto la strumentazione viaggia a bordo delle auto della polizia. Su questo punto interviene però il Lisipo, il sindacato delle forze di polizia.

Il presidente nazionale Antonio de Lieto, però avvisa: «L’uso di strumenti sempre più sofisticati potrebbe creare tensione, irritabilità, fra i conducenti di veicoli, situazione questa, che potrebbe essere anche causa di incidenti stradali. Sì ai controlli per favorire la prevenzione ma senza esasperare gli stessi».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. evvaii! il bancomat diventa tascabile! bancomat da viaggio!
    non ghiene frega nulla se vai a 44, 130 o 240 in quel momento! importante è che poi dopo qualche settimana o mese pagherai, il resto non conta, puoi ammazzare senza problemi, vogliamo solo i tuoi soldi. E non dite che chi corre deve pagare, perchè quelle multe le mettono su tratti variabili nei quali non si capisce il limite quale sia.. inoltre ogni volta abbassano qul limite a 40 solo per fare multe, o anche a 60 in autostrada.. dove a volte si trova pure un 40 o meno..
    ma continuate a giustificarli, loro questo vogliono: prendere in giro la gente con la scusa della legalità e della sicurezza.
    Ah, se la velocità è un pericolo perchè non vengono vietate tutte le auto che superano i 130kmh??? tanto in italia è il limite massimo! e non solo, perchè in Germania con le strade senza limiti gli incidenti sono di meno? ma certo, evviva i limiti! la sicurezza! più bancomat per tutti.

  2. lo dico da qualche anno….tutti pianissimo, auto e camion, su qualsiasi strada, tutte le strade, anche le autostrade…..poi vediamo se finisce questo ennesimo ladrocinio di stato!

  3. Se questa non e’ dittatura mascherata ditemi cos’e’. Ricordatevi quando andrete a VOTARE.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.