Assegno unico per i figli, se ne discute alla commissione Finanze

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Un unico assegno che vada a tutte le famiglie con figli, indipendentemente dalla condizione lavorativa dei genitori, e li “accompagni” fin oltre la maggiore età, fino a quella della presunta indipendenza economica. E’ l’idea su cui sta lavorando la commissione Finanze del Senato per un progetto che mira a riscrivere le detrazioni e gli assegni familiari traducendoli in un unico strumento universale.

La notizia è emersa nel corso delle giornate del Pd al Lingotto. A lanciarla il senatore Stefano Lepri. È ancora tutta da verificare, però, l’annosa questione delle coperture. Il ddl, infatti, non si propone solo di razionalizzare le attuali detrazioni per i figli a carico e le diverse forme di assegno familiare, ma anche di consentire l’accesso anche ai lavoratori autonomi e agli incapienti, prevedendo esplicitamente che per questa categoria «il beneficio sia riconosciuto in denaro», in modo da superare l’esclusione dalle detrazioni fiscali. Costo dell’intera operazione 2 miliardi il primo anno e 4 a regime, aggiuntivi rispetto agli attuali 16 che si spendono per le varie forme di sostegno per i figli (19 considerando anche il coniuge a carico).

«La misura si pone in alternativa, forse in competizione, ad altre soluzioni su cui si sta ancora lavorando» come il taglio del cuneo fiscale, sottolinea Lepri, spiegando che il nuovo strumento consentirebbe di “coprire” l’85% dei nuclei familiari e sarebbe declinato in tre fasce e due soglie Isee: la prima fino a 30mila euro, entro la quale si prenderebbe l’assegno intero; la seconda fino alla soglia Isee di 50mila euro nella quale si percepirebbe ridotto. Le tre fasce sono invece riferite alle età: l’assegno sarebbe più corposo, nelle prime stime a 200 euro a figlio, nei primi 3 anni di vita, per passare a 150 euro al mese fino a 18 anni e ridursi a 100 euro al mese fino ai 26 anni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.