Rubava nelle auto in sosta: misura cautelare verso 16enne rom

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nella serata di ieri presso l’Istituto Penitenziario Minorile di Airola, in provincia di Benevento, i Carabinieri della Compagnia di Battipaglia hanno dato esecuzione all’Ordinanza applicativa della custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di Salerno nei confronti del 16enne L.A., di origini rom.

La misura scaturisce da una attività investigativa che ha permesso di raccogliere elementi di colpevolezza a carico del minore in ordine alla sua partecipazione a due furti su auto in sosta commessi, rispettivamente, presso il parcheggio del supermercato “QUI DISCOUNT” di Montecorvino Pugliano il 23 novembre 2016 e nel parcheggio del centro commerciale “MAXIMALL” di Pontecagnano il 7 dicembre scorso, dove si impossessava di piccole somme di danaro e generi alimentari vari custoditi nei veicoli, in entrambi casi una FIAT Punto, lasciati regolarmente chiusi a chiave dai proprietari, dopo averne forzato le portiere.

I primi indizi venivano raccolti dai Carabinieri agli ordini del Cap. Erich Fasolino la sera dello stesso 7 dicembre, allorquando la minore, all’epoca 15enne, alla guida di una FIAT Stilo, si era dato alla fuga dopo l’Alt intimatogli da una pattuglia della Compagnia di Battipaglia, venendo bloccato, dopo alcuni chilometri di inseguimento, alla rotonda di via Lago Lucrino di Pontecagnano, dove usciva di strada a causa dell’alta velocità.

Le successive indagini hanno appurato come la refurtiva rinvenuta in quell’occasione nella sua autovettura, consistente in generi alimentari e prodotti per la casa vari, fossero stati asportati dal minore, e dall’extracomunitario trovato in sua compagnia, dalla FIAT Punto parcheggiata nel piazzale del centro commerciale “Maximall”.

L.A. si trovava già ristretto presso l’istituto minorile beneventano a seguito della violazione delle prescrizioni imposte dal collocamento presso l’alloggio per minori “Angeli & Custodi” di Gragnano, cui era stato affidato all’indomani dell’arresto per furto aggravato commesso a Salerno il 14 dicembre 2016 – quando si impossessò, insieme alla madre di due borse, contenenti documenti ed effetti personali vari, dall’abitacolo del Mercedes di un imprenditore 49enne di Salerno mentre si trovava parcato lungo via degli Uffici Finanziari – e dal quale si era arbitrariamente allontanato lo scorso 23 gennaio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.