Salerno: migliora il bimbo di 7 anni della scuola Calcedonia colpito da Meningite

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Sta rispondendo bene alla cure nel reparto di malattie infettivde del Ruggi il bimbo di 7 anni colpito da meningite. Il bambino che frequenta la scuola elementare Calcedonia era andato a scuola fino a martedì. Mercoledì era a casa perchè non stava bene e giovedì la corsa in ospedale.

Il bimbo è arrivato accompagnato dalla mamma al presidio ospedaliero di via SanLeonardo presentando febbre a 38,8, otalgia e nausea con vomito. Nel corso dei  successivi controlli, i medici del reparto hanno riscontrato, inoltre, rigidità nucale, dolore alla schiena in posizione seduta e petecchie sugli arti superiori e sul tronco, sintomi indicativi di una possibile infezione. Sospettando una forma di meningite, i sanitari hanno così chiesto una visita infettivologica e, nel contempo, attivato anche il protocollo del caso

Probabile che abbia contratto una forma di meningite meningococcica ma per esserne certi bisognerà attendere tutti gli esami.

La temperatura si è abbassata in serata e questo conferma l’efficacia della terapia . Il piccolo mercoledì sera prima ha iniziato ad accusare un mal di testa, intensificatosi con il passare delle ore, poi la temperatura corporea è iniziata a salire sempre più e la febbre alta ha fatto preoccupare i familiari. Infine è sopraggiunto il vomito. Di qui il trasferimento al Ruggi dove gli è stata diagnostica la meningite.

Il contagio, in ogni caso, non avviene molto facilmente: occorre un contatto molto ravvicinato con la bocca della persona ammalata per quattro ore e, inoltre, il germe si diffonde solo tramite secrezioni (muchi nasali ed emissioni di secrezioni dalla bocca). Nel giro di cinque minuti il batterio a contatto con l’aria muore.

Il Comune di Salerno ha deciso che l’istituto Calcedonia rimarrà aperto nonostante il caso riscontrato.  Decisione che non trova d’accordo molti genitori che hanno gli alunni alla Calcedonia.

Ieri – come riferisce La Città – gruppi di mamme e papà si sono accalcati davanti all’ingresso,  lamentando scarsa comunicazione riguardo il caso di cui si era avuta notizia, da parte del corpo insegnante. I genitori sono stati informati attraverso un cartello che comunicava che il paziente era affetto da meningite tipo “C”, la meno pericolosa.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Lo Stato si distingue sempre per attenzione alla salute dei Cittadini.Pure davanti ad un Bambino il problema nn si pone.Si vabbuo’ e’ il meningococco C nn ci rompete le scatole!Mi ricordo quando usci’ il Caso Ebola si vabbuo’ ma nn ci sono pericoli siamo troppo lontani..moriranno prima.Questo grosso modo e’ il monitoraggio della Sanita’ italiana.Curiosamente poi la Santa Magistratura perche’ dal mio punto di vista manca solo la canonizzazione,per puro spirito individuale sia chiaro,scava ed escono fuori scandali dei cartellini,truffe,accordi ..per senso di realta’ una scuola nel Centro di Salerno ha un caso di Meningite e per dovere morale si dovrebbero valutare le condizioni dei bambini che sono stati a diretto contatto con questo bimbo.Andrebbe verificato lo stato di salute del personale ed eventualmente proposto in via preventiva la vaccinazione gratuita a quei docenti o bimbi sprovvisti.Nn e’ questione di sicurezza ma di Buon senso.

  2. La scienza non è un “dovere morale” ma indica necessità oggettive. Se vole tenga a casa suo figlio per rispetto della morale, ne è libero. Ma lasci in pace gli uomini che si affidano alla logica: se contagio ci fosse stato, sarebbero già emersi. È meningite, non ebola. Hanno una diversa “moralità”.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.