Salerno: abbattono albero secolare a Torrione, i residenti protestano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12

L’abbattimento di un albero secolare a Torrione, in Largo Antonio Santelmo, per motivi di sicurezza ha determinato la protesta di alcuni residenti che hanno segnalato il caso alla nostra redazione.

“L’albero non ha mai dato fastidio a nessuno” – scrivono in un messaggio inviato sulla pagina facebook di Salernonotizie

L’intervento del Comune rientra nell’ambito delle iniziative di potatura e o abbattimento degli alberi di grosse dimensioni per motivi di sicurezza così come accaduto in via Benedetto Croce alcuni giorni fa.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. … su questa storia dell’abbattimento degli alberi senza rimpiazzo.

    Unica soluzione è chiudere quell’ufficio che sta facendo solo danni e tutti a casa s.s. o in galera se necessario se non risarciscono. Ma quale incolumità del ca..o. L’unico problema di questa gente è stare davanti a Internet ed avere meno “seccature” possibili.

  2. “L’albero non ha mai dato fastidio a nessuno” purtroppo è una frase che non ha alcun significato. Un albero da fastidio una sola volta: quando cade. E se cade bisogna augurarsi che non faccia vittime. Se quest’albero è stato abbattuto è certamente una scelta frutto di studi specialistici condotti da professionisti, che avranno deliberato questo triste destino. Il cittadino intelligente dovrebbe ringraziare e accettare tali scelte e portare nel cuore i ricordi di un albero che per chissà quanti anni avrà colorito il suo affaccio. La città si trova in un periodo storico in cui gli alberi piantati 50/100 anni fa, oggi sono invecchiati e potrebbero cadere di propria natura, col rischio di mietere vittime o danni seri. Prendiamo coscienza di questo. Saluti

  3. anche l’albero che si è abbattuto sulla mia auto non aveva mai dato fastidio a nessuno… prima di cadere sulla mia auto appunto

  4. … in attesa dell’evento per fare business, alias “intrallazzi”.

    Gli alberi non cadono da soli se non costretti
    dagli uffici “verde pubbico”,
    da chi ha interesse a segare,
    da chi non vuole curare, ripiantare, potare, disinfestare, rischiare il posto dopo l’evento,
    dagli automobilisti che parcheggiano sulle radici,
    da chi mette l’ipoclorito di sodio (alias varichina) nella radice perchè dà fastidio alla sua vetrina,
    da chi si appende ai rami per fare jogging,
    da chi vuole il posto pulito per il suo banchetto ambulante,
    da chi non vuole rovinare la vernice dell’auto,
    da chi costruisce di fianco ad un albero e pretende che le radici non entrino in casa,
    da chi incendia i boschi,
    da chi deve fare affari con le seggiovie e skipass,
    da chi deve costruire alberghi, edifici e chiese dove sono boschi, pinete o alvei di deflusso,

    I platani di Via Irno, Via Baratta, Via Mobilio, Via L’Africano che fine hanno fatto?
    I pini intorno alla chiesa S.Giuseppe Lavoratore che fine hanno fatto? Pubblica incolumità? I pini stavano lì prima della chiesa e pertanto era la chiesa che si doveva abbattere non i pini.

  5. Premesso che non sono ne deluchiano e ne anti, sono per le cose giuste senza casacca. Perciò do atto che dal 94′ a Salerno sono stati piantati oltre 4000 piante (fonti comunali) . Nella solo quartiere Torrione dove abito, in tutta la via Posidonia e le zone interne lato monte, tipo via Robertelli e perfino le traverse, a seguito del rifacimento dei viali e dei marciapiedi, sono stati piantati alberi dove prima non c’erano, così come in tutta Salerno. In Via L. Guercio Palme che hanno raggiunto altezza del IV piano degli edifici nonostante siano fatte oggetto di attacchi con disserbanti e aggressivi chimici per non far le crescerle davanti ai balconi. Numerossime piante allocate nei Parchi Mercatello, Pinocchio, dell’Irno, Ogliara, Laspro etc. etc. Se poi per demagogia o per forza contro, si può dire di tutto, anche che se piove è colpa di De Luca o se c’è la siccità e lo stesso colpa sua, vabbuò diciamolo, ma in alcune città del nord ci sono state vittime per alberi secolari crollati. Chestè.

  6. L’unica cosa che si può fare a questo punto per riparare alla nefandezza di cui si sono macchiati i responsabili è di ripiantare un altro albero nello stesso posto. E un invito a quelle persone che si ergono a “responsabili” della sicurezza arrogandosi il diritto di segnalare al comune “improbabili” cedimenti delle piante di farsi un po’ i cavoli propri (oltre quelli degli altri). E chi vuole capire capisca….

  7. Parlate serna cognizione di causa: era FRACITA come la maggior parte degli alberi della zona.
    Ogni tanto ne cade qualcuna.
    Speriamo di continuare ad essere fortunati….

  8. x lillo – Il pioppo non era marcio visto che ha portato le foglie fino a dicembre scorso e si preparava alla nuova germogliatura. Io ci sono cresciuto sotto quella pianta ed era come un parente. Tu invece in base a cosa parli? E’ vero ci sono piante marce che vanno abbattute ma sempre con l’impegno di sostituirle e non di lasciare un desolante vuoto.

  9. Quel pioppo è stato abbattuto in base ad una sola segnalazione di un privato cittadino convinto di saperla lunga sulla piante, altro che “studi specialistici condotti da professionisti”! Non c’era alcuna evidenza di pericolo che potesse schiantare, la pianta appariva in ottima salute. Se il pericolo della caduta di rami rimane il solo criterio per abbattere un albero vorrà dire che si dovranno abbattere tutti gli alberi in tutte le città del mondo, cosa che evidentemente piace a quelli che amano le città fatte solo di cemento e lampioni. All’Anonimo che afferma che dal ’94 sono state piantate 4000 piante, invito a differenziare tra arbusti ed alberi; un agrumo o un oleandro non sono la stessa cosa di un albero d’alto fusto, non fanno la stessa ombra, non abbelliscono la città alla stessa maniera.

  10. vorrei porre l’attenzione su una causa molto probabile in caso di caduta di alberi, soprattutto di medio e alto fusto: i lavori stradali.
    Mi spiego: le piante vengono piantate nella terra ovviamente, ma di fatto nelle città sono contornate di cemento già da pochi cm dal tronco. Ogni volta che fanno qualche lavoro, un rifacimento di un marciapiedi, una strada, una condotta, scavano.. e tagliano le radici; taglia oggi, taglia domani.. la pianta perde le radici che sono i suoi piedi, e quindi o si secca in parte e cade qualche ramo oppure cade per intero al primo vento un po’ più forte. Sembra un’ovvietà ma una pianta senza radici non si mantiene! Il punto è che spesso vengono viste solo come abbellimenti (il famoso e orribile “verde attrezzato” !) e non come esseri viventi con delle necessità!
    Guardate le immagini degli alberi caduti completamente al suolo dalla part delle radici: non se ne vedono di grosse..

  11. Ovviamente il mio ragionamento del 20 marzo 2017 at 12:15 viene meno se quanto afferma “Anonimo 21 marzo 2017 at 10:18” è vero. Qualunque scelta, soprattutto sui beni pubblici, dev’essere obbligatoriamente suffragata da studi mirati. Lo scenario probabilmente più veritiero prospettato da Anonimo, quindi, se vero, lo condivido e lo sostengo a pieno. Saluti

  12. e cosa fate per non farli “INFRACIDIRE”.
    A casa e s.s. o mostrate titoli e curriculum per occupare posti di competenza.
    Meglio Thomas il moldavo che con 10 Euro rimette a posto 1000 mq di giardino da solo.
    Stiamo parlando con chi dovrebbe difendere il verde pubblico, palme, cipressi, pini, platani, querce, pioppi sono diventate piante rare in questa città.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.