Processo Piazza Libertà, Pisano chiede intervento Cantone e Prefetto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La mancata costituzione di parte civile del Comune di Salerno (che appartiene a tutti i cittadini) nel processo sulla variante “sorpresa” geologica di Piazza della Libertà non è accettabile.

Il deputato salernitano Mimmo Pisano ho scritto al Prefetto ed al presidente dell’ANAC Cantone perché si attivi nei confronti degli amministratori comunali per la mancata costituzione di parte civile.

Questo è il testo della lettera inviata ieri.

Oggetto : Procedimento Penale n.ro 3837/2012 RG NR Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno

Spettabile Presidente Raffaele Cantone
Autorità Nazionale Anticorruzione

Ill.mo Sig. Prefetto di Salerno
Oggetto: Procedimento Penale n.ro
3837/2012 RG NR Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno a
carico di amministratori in carica nonché dirigenti uffici ente locale –
determinazioni assunte dal Comune di Salerno con Delibera di G.C. n.ro 43/2017-
conseguenziali valutazioni di competenza
L’istante parlamentare Girolamo Pisano, nella qualità di cittadino del Comune di Salerno, porta a conoscenza della SV i seguenti fatti.

A seguito del rinvio a giudizio degli
amministratori in carica e dei preposti agli uffici dell’ente locale, la Giunta Comunale, pur all’esito della consapevolezza della veste di persona offesa del Comune di Salerno assunta nella vicenda processuale, riteneva di non determinarsi sulla costituzione di parte civile nel procedimento penale, preventivando il solo monitoraggio delle fasi del giudizio e demandando
all’esito della definizione dello stesso ogni azione conseguente.

Con la delibera giuntale n.ro 43/2017 è stata invero omessa ogni valutazione in ordine alle chiare previsioni di cui alla Legge 190/2012, nonché in relazione alle disposizioni di cui al TUEL, omettendosi ogni valutazione sulle posizioni degli amministratori in carica e dei dipendenti dell’ente locale, imputati nel
procedimento penale in oggetto – e con ciò prescindendosi che in fase di assunzione della delibera giuntale fossero o meno presenti quali componenti della giunta comunale-.

I fatti contestati nell’ambito di tale procedimento assumono pregnante significato, sia riguardo al ruolo svolto
dagli amministratori in carica e dai dipendenti dell’ente nella vicenda processuale, sia riguardo al fine pubblico ed ai principi di trasparenza e legalità che debbono connotare l’operato di una pubblica amministrazione.
Tanto si porta a conoscenza della SV
affinchè vengano considerate e valutate iniziative utili al pieno rispetto della tutela degli interessi pubblici, in uno alla salvaguardia delle esigenze
di cui alla Legge 190/2012.
Salerno 20/03/2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.