Orrore nel napoletano: 13enne disabile violentato da undici minorenni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Una storia orribile di violenza arriva dalla zona giuglianese dove undici minorenni sono ora accusati di violenza sessuale ai danni di un ragazzino di tredici anni, affetto di una leggera forma di disabilità mentale. Otto sono stati raggiunti dalla misura del collocamento in comunità, tre hanno meno di 14 anni e dunque non sono imputabili.

È iniziato tutto a gennaio 2017, dopo la segnalazione della madre della vittima, che si è accorta di alcuni atteggiamenti inconsueti del figlio quando si trovava in compagnia di alcuni componenti del branco. A quel punto sono scattate le indagini condotte dai carabinieri di Giugliano diretti dal capitano Antonio De Lise sotto il coordinamento della Procura per i minorenni, che hanno portato alla scoperta di un drammatico quadro di sopraffazione. Uno dei bulli minacciava il tredicenne ti picchiarlo se non si fosse assoggettato alle violenza, che sarebbero sfare consumate in strada o, in una occasione, in casa di uno degli aggressori.

“L’episodio portato alla luce dall’indagine dei carabinieri della Compagnia di Giugliano è terribile. Non ci sono parole per commentare. L’idea che a compiere le violenze sia stato un ‘branco’ di minori, di cui due con meno di 14 anni, lascia sgomenti”. A dirlo è il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello. “L’amministrazione comunale ha già avviato una serie di interventi ed attività per il contrasto e la prevenzione del bullismo – evidenzia l’assessore alla Legalità, Adolfo Grauso-.

Lunedì,la giunta approverà una delibera, cui lavoriamo da tempi, per l’istituzione di uno sportello finalizzato alla prevenzione del bullismo in collaborazione con le istituzioni scolastiche, in particolare con il docente referente per la prevenzione al fenomeno del bullismo”. Il Comune metterà a disposizione personale qualificato, quali psicologi, assistenti sociali e avvocati, che già operano nei servizi del piano sociale di zona.

Fonte LaRepubblica.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.