Educazione ambientale: a Paestum immigrati puliranno cinta muraria

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Oltre 200 immigrati, per due volte a settimana, si recano presso la cinta muraria dell’Area Archeologica di Paestum per attività di volontariato ambientale. “Come Sindaco della Città di Capaccio Paestum – dichiara il Sindaco Italo Voza – plaudo a questa iniziativa che dà un senso ed un messaggio di collaborazione, integrazione ed amore per il territorio. I miei complimenti a Legambiente, al Parco Archeologico di Paestum ed alla Leone Srl per aver sottoscritto questo protocollo. Ma non ci limiteremo solo a questo, ovvero ai complimenti. Come Amministrazione Comunale, il nostro consigliere delegato Maurizio Paolillo si è già attivato per una ulteriore convenzione da sottoscrivere tra il Comune di Capaccio Paestum, Legambiente ed il Centro Migranti della Leone Srl”. 

“L’accordo – continua – prevederà la periodica e costante attività finalizzata ad iniziative di educazione ambientale sul territorio, per la conservazione e qualificazione di pineta, spiagge, sentieri naturalistici ed aree di pregio, che vedranno impegnati i nostri ospiti immigrati che vivono nella struttura gestita dalla Leone Srl a Capaccio Paestum. Un modo per coinvolgerli e far sentire loro il senso di appartenenza alla comunità attraverso esercizi di educazione ambientale, un’attività che, grazie al Circolo Legambiente Paestum, praticano già volontariamente tanti nostri giovani cittadini del luogo”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Ma come un comune virtuoso come capaccio paestum, con tante aziende, alberghi la mozzarella, i templi non dovrebbe avere degli spazzini comunali ed evitare che tanti giovani emigrino? Ma le tasse le pagano? Poi vogliono competere con la Divina Amalfitana !!!

  2. Ma scusate nessun riferimento da parte dell giunta comunale di Capaccio-Peastum sul fatto che l’iniziativa è impostata sull’integrazione degli immigranti? L’idea dovrebbe essere di conservazione valorizzazione del territorio da parte di coloro che vivono, visitano e per necessità e accettano di sono sul luogo. A mio avviso quindi è giusto invitare tutta la cittadinanza a questa attività…se si vuole promuovere l’integrazione chiaro…

  3. meglio se invitate i ns/concittadini alla “educazione ambientale” visto che per il 90% sono porcellis cafonibus.
    Molto ma molto meglio gli immigrati che sono più educati, più religiosi e meno fannulloni.

  4. uau, non basta che li fanno lavorare a nero sottopagati e senza nessun controllo nelle terre o con le bufale. Ma che belli i cilentani

  5. Bello far fare una volta all’anno, per fare pubblicità, un servizio a gratis invece di farlo in maniera continuativa e pagando chi lo fa. Bello davvero, complimenti… pezzi di mxxxa!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.