Studenti salernitani a ‘caccia’ di parcheggiatori abusivi e bancarelle del falso

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Una paranza di reporter giovanissimi, armati di GoPro e telecamere nascoste, pronti a sgominare parcheggiatori abusivi ed evasori fiscali.

Diciassette studenti tra i 14 e i 18 anni del liceo classico “Francesco de Sanctis” di Salerno, appassionati di citizen journalism, sono i protagonisti di “Urban”, il primo programma televisivo d’inchieste e provocazioni satiriche ideato e realizzato interamente da studenti della Campania. I ragazzi hanno realizzato il format grazie al progetto “Monta la Legalità”, finanziato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri.

Nella puntata pilota del format, i ragazzi parlano del fenomeno dell’illegalità diffusa, partendo dall’analisi dei microcrimini più comunemente accettati anche dai più grandi. Spazio, allora, a 6 video inchieste incentrate sui temi del parcheggio abusivo, dell’evasione sui mezzi pubblici e nei negozi, dell’uso di droghe leggere tra i minori, della vendita di prodotti contraffatti e della sosta nelle aree parcheggio riservate ai disabili.

Facendo irruzione nei negozi del centro storico di Salerno, Benedetta, Carmen e Leonardo hanno scoperto che solo 3 attività commerciali su 10 rilasciano il regolare scontrino fiscale mentre Elisabetta, Rosaria, Giusy, Lorenza, Gianmaria e Chiara hanno intercettato un gruppo di parcheggiatori abusivi proprio davanti al comando della polizia municipale salernitana. I giovani presentatori conducono la trasmissione in strada, intervistando i passanti con uno stile irriverente sui temi della partecipazione civica e della cultura della legalità. A dirigerli Luca Zingone e Tiziana Correale, docenti dei laboratori di giornalismo a cui hanno partecipato i ragazzi.

Reporter e operatori di ripresa e di montaggio frequentano il liceo classico “Francesco de Sanctis” di Salerno, che ha aderito al progetto “Monta la Legalità” per costruire un percorso di contrasto all’illegalità diffusa attraverso lo strumento dell’informazione televisiva, quella che maggiormente influisce sulla coscienza critica dei ragazzi. Il progetto, promosso dall’associazione ViasionAir, in collaborazione con la casa editrice L’Isola dei Ragazzi, coinvolge dieci scuole della Campania e 250 studenti chiamati a elaborare ciascuno un prodotto giornalistico nuovo, aperto all’attualità, ed efficace.

L’idea sottesa al progetto è quella di una scuola che non lascia la tecnologia fuori dalla classe ma che la usa come trait d’union tra il linguaggio dei ragazzi e quello degli adulti e dei media tradizionali, spesso troppo distante, antico e incomprensibile per promuovere davvero una cultura della legalità a misura di adolescente e di bambino. E’ in questo senso che VisionAir risponde all’appello lanciato dal Parlamento europeo che, nel redigere la strategia Ue contro la delinquenza giovanile, ha individuato nel mondo della scuola e dei mezzi di comunicazione di massa i protagonisti di un modello di riscatto sociale valido da Napoli fino a Bruxelles.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Bravi ragazzi, andate la sera nel parcheggio di fronte le Poste Centrali c’è il solito polacco con il brick di vino in mano, fatevi 200 metri a piedi e troverete un altro parcheggiatore abusivo davanti Palazzo di Provincia e un altro ancora più avanti in tra Via Roma e la chiesa di Santa Lucia, questi prendono servizio la sera, la mattina non li trovate

  2. come ragioni bene giovanni chissà se da grande anche io diventerò intellingente come te…..

  3. Bravi ragazzi ottima iniziativa. La legalità, come ogni valore, si costruisce dal basso, sin dalla tenera età per essere poi divulgato e condiviso nell’età matura.
    Così come il rispetto verso gli altri, dove ognuno di noi, singolarmente, deve fare la sua parte, se vogliamo una società migliore.

  4. Bella iniziativa, non voglio scoraggiarvi ma attenti a cosa pestate perché se il crimine dilaga e nessuno riesce a fermarlo, non saranno 4 ragazzini pieni di entusiasmo a cambiare le cose.

  5. Bella iniziativa, non voglio scoraggiarvi ma attenti a cosa pestate perché se il crimine dilaga e nessuno riesce a fermarlo, non saranno 4 ragazzini pieni di entusiasmo a cambiare le cose.

  6. Ma quale ottima iniziativa……. i poveri ragazzi si prestano a queste c…e ai fini didattici senza rendersi neanche conto che potrebbero incappare in qualche delinquente di turno e passare un guaio.
    La legalità perchè non la combattono le forze dell’ordine che vanno i giro sul corso Vittorio Emanule di sabato sera con le auto per coprire 1km di strada……………..ma fatemi il piacere. Se fosse mio figlio mi opporrei a questa iniziativa che lede, oltre tutto, anche l’incolumità dei ragazzi.

  7. andate nelle altre capitali europee, e vedete che non fanno la stessa guerra che fate voi incapaci, bensi hanno imparato a guadagnarci anche loro.. fate viaggiare i nostri giovani, non rendeteli schiavi del vostro sistema fallito

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.