Ravello, bus francese si incastra fra i tornanti. Traffico paralizzato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Non è la prima volta che accade e purtroppo non sarà di certo l’ultima. Come riporta il noto sito “Il Vescovado” hanno imboccato la strada sbagliata, nella direzione opposta e sono restati incastrati nei tornanti della Costiera Amalfitana. E’ successo ancora una volta questa sera, sulla Strada Provinciale 73 Ravello-Castiglione, in località Cigliano, dove un bus turistico francese, non è riuscito a percorrere l’insidiosa curva a gomito come si evince dalla stessa foto del sito de’ il Vescovado.

Il torpedone trasportava una scolaresca transalpina che dagli scavi di Ercolano era diretto a Pimonte. Il malcapitato autista, forse fidandosi troppo del navigatore satellitare, ha dovuto arrendersi a Ravello, col suo bestione lungo dodici metri e mezzo (che secondo le rigide regolamentazioni dell’Anas non può transitare in Costiera) rimasto fermo con i passeggeri a bordo in attesa di una mano esperta pronta a consentirgli di procedere la marcia. Ne è scaturito l’inevitabile caos con un blocco della circolazione in entrambe le direzioni.

Sul posto sono giunti i Carabinieri del Radiomobile che hanno prestato soccorso all’autista, letteralmente in panne, consentendogli le manovre per poter raggiungere il bivio per Pontone così da effettuare l’inversione di marcia e ritornare al Valico di Chiunzi e raggiungere Pimonte senza difficoltà.

Non è la prima volta che pullman turistici mezzi pesanti si “avventurano” per i tornanti della “Divina” nonostante le rigide regolamentazioni dell’ANAS.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. A far rispettare le RIGIDE norme ANAS ci sono decine e decine di posti di blocco da Vietri a Positano, praticamente ogni dieci metri. Grazie alla loro solerte presenza, la costiera è libera da macchine parcheggiate in doppia fila (vero problema), ciclisti e motociclisti indisciplinati, con un manto di asfalto da far invidia a Dubai, segnaletica, manutenzione macere e muretti da giardino di Boboli.

  2. certo, rigidissime, c’è quasi una dogana all’ingresso! ricordo un cartello dopo il ponte di vietri, anzi erano tre cartelli, pieni zeppi di scritte piccole e limitazioni orarie, per peso, lunghezza!.. impossibile da capire e da leggere in auto, a me fu necessario passarci in bicicletta e fermarmi dieci minuti.. immagino un autista straniero. I cartelli devono essere intuitivi, rapidi, sintetici, e lì non lo sono affatto (dove ci sono). E poi vanno fatti rispettare ovviamente

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.