A Sant’Antonio Abate si è parlato di “Corruzione nella PA”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Svolto nel pomeriggio di oggi, 30 marzo 2017 a Sant’Antonio Abate, il convegno “La corruzione nella Pubblica Ammnistrazione.

Un male endemico tra costi e disastri”, a fare il punto su quello che rimane uno dei temi più discussi e attuali dei nostri giorni due Sottosegretari di Stato: alla Giustizia,Cosimo Maria Ferri; e alla Difesa, Gioacchino Alfano; presenti inoltre il Procuratore Generale di Napoli, Luigi Riello; il Gip del Tribunale di Torre Annunziata, Giovanni de Angelis.

 Nella cornice di una ex fabbrica di pomodori che il parroco della città, don Salvatore Branca, ha saputo e voluto recuperare, e trasformare in quello che rappresenta l’unico punto di aggregazione per i giovani abatesi, punto cruciale della discussione è stato il male che la distorta prassi corruttiva all’interno della Pubblica Amministrazione porta all’intero sistema,  minando le basi politiche, economiche e sociali indispensabili per uno sviluppo durevole.

Estremamente soddisfatto Nicola Mercurio, presidente della Commissione consiliare Controllo e Garanzia del Comune di Sant’Antonio Abate, primo fautore dell’intera operazione che ha innanzitutto voluto l’incontro in quella che si può definire la location abatese per eccellenza: una ex industria conserviera di pomodori, a richiamare l’attività che un tempo ha fatto la ricchezza di questo territorio, oggi riprogettata in centro educativo polivalente e polo di attività di rilancio sociale e culturale.

E ancor più soddisfatto per quanti hanno preso parte al convegno, dopo i ringraziamenti ai convenuti, con il suo intervento coglie l’occasione “per auspicare che le tante persone che hanno a cuore questi valori si innamorino dell’idea di testimoniarli fattivamente non solo negli attuali singoli ambienti di studio, di lavoro e familiari ma anche e direi soprattutto impegnandosi attivamente  nella vita politica che ha appunto nella sua ragione profonda il perseguimento del bene comune”. Da lui l’invito al Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri di  percorrere la strada della più alta delle ‘carità’, puoi continuare, e rinforzare, senza sottrarti a nuove e più ampie responsabilità, il tuo impegno politico a servizio di tutte le persone, quelle buone e quelle meno buone, per renderle, e per renderci tutti migliori”.

 Il convegno è stato organizzato dalla Pro Loco Antonio il Grande di Sant’Antonio Abate.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.