Salerno: catturato Matteo Vitale, detto il Re dello sballo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Non se lo aspettava Matteo Vitale, il 38enne salernitano residente in provincia di Modena ma di fatto domiciliato a Salerno. Quando ieri pomeriggio, gli uomini della sezione antidroga della Squadra Mobile sono andati a bussare alla sua porta, è rimasto sorpreso, convinto che mai nessuno lo avrebbe cercato qui nella città di Salerno perché la sua residenza ufficiale è nel modenese, a Castelfranco Emilia.

È stato catturato così “Matteo”, per un ordine di carcerazione del Tribunale modenese e dovrà espiare in carcere una condanna a 5 anni, 11 mesi e 23 giorni di reclusione per diverse violazioni all’art. 73 del DPR 309/90. Una carriera lunga quella di Vitale che parte dall’inizio degli anni 2000, quando è parte attiva di un sodalizio criminale dedito allo spaccio di Cocaina e Hashish insieme personaggi del calibro di Lucio Grimaldi, Ivan Cammarota, Francesco Salvini, e Vincenzo Villacaro detto “Ciro”.

Cresce, però, “Matteo” e si specializza nello spaccio della droga dello “sballo”, l’ecstasy, a tal punto che nel 2008, in provincia di Modena, viene trovato in possesso di più di 300 pasticche quantitativo importante per una droga che solitamente si assume in una/due pasticche. L’MDMA, meglio conosciuta come ecstasy, è fra le droghe che creano maggior allarme sociale, perché legata al cosiddetto “sballo” che ogni anno attira sempre di più giovani di qualsiasi età e condizione sociale.

La vendita delle “pasticche” avviene soprattutto nelle discoteche, dove i ragazzi assumono l’ecstasy per scatenarsi senza freni inibitori e ballare per lungo tempo, con un effetto che mediamente dura più di tre ore e dà una sensazione di benessere e di eccitazione. Spesso, però, la droga dello sballo, agendo sul sistema nervoso, provoca stati di ansia e di agitazione, fino ad arrivare all’alienazione totale ed alla perdita del controllo muscolare.

La corsa del “re dello sballo” è finita ieri, però, quando gli uomini della narcotici lo hanno catturato nella sua casa di via Carlo Aliberti.

Comunicato Ufficiale della Questura di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. ciao giovanni vorrei proporti un quizzarello(sono una fanz di lascia o raddoppia)ce mio fratello che e un po più grande di me, e mi dice sempre di stare lontano dalle sigarette spiritose, si si quelle con le cartine arravogliate, dice mio fratello che se le fumo potrei diventare scema, secondo te che sei un vero professore e vero che potrei diventare babbea? ti preco dammi una risposta positiva, vorrei smentire il mio fratellino(lui non beve alcool, non fuma, non beve caffè non ha una fidanzata e non ha un lavoro e non ha neanche una lira per comprarsi il pennarello per scrivere su internet).

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.