I fatti del giorno: lunedì 3 aprile 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
RENZI TIENE IL COMANDO IN CORSA A TRE PER SEGRETERIA PD
AFFLUENZA, SCONTRO MOZIONI. ORLANDO, SPERO VOTINO 2 MILIONI

E’ ancora guerra di cifre dentro il Pd. Renzi tiene saldamente
il comando nella corsa a tre per la segreteria. L’ex premier,
stando alla sua mozione, sarebbe vicino al 70%, staccando
nettamente Andrea Orlando (che avrebbe il 25% circa) e Michele
Emiliano, al quale viene attribuito un risultato intorno al
6,5%, in grado di farlo restare dunque in gara. Ma non c’e’
accordo fra le mozioni sull’affluenza. L’organizzazione dem
parla di una proiezione finale di votanti compresa tra 235mila e
255mila. La mozione del Guardasigilli Orlando giudica ”non
convincenti” le proiezioni Pd quotando l’affluenza ai congressi
intorno ai 200.000 votanti. Orlando recapita poi un messaggio
ben preciso a tutto il Pd in vista delle primarie aperte del 30
aprile: ”Mi auguro che quel giorno votino oltre 2 milioni di
persone, perche’ sotto questa soglia sarebbe un colpo per tutto
il partito”.
—.
OMICIDIO BARISTA A BUDRIO, KILLER SPIETATO E PERICOLOSO
FORSE STESSA PERSONA DI AGGUATO A VIGILANTE SETTIMANA SCORSA

E’ un criminale spietato e molto pericoloso il killer che sabato
sera ha assassinato a Budrio, vicino a Bologna, il barista che
voleva rapinare. L’omicidio e’ avvenuto al termine di una
colluttazione, dopo che il barista era riuscito a strappare di
mano al bandito un fucile. Il malvivente ha allora estratto una
pistola uccidendo il barista e puntando poi l’arma anche contro
la moglie ma senza colpirla. Spunta l’ipotesi che il killer
possa essere la stessa persona che la sera tra il 29 e il 30
marzo sparo’ qualche colpo all’automobile di una guardia giurata
a Consandolo, nel ferrarese, strappandogli la pistola
d’ordinanza. Si accende il dibattito politico. La Lega Nord
vuole abbassare la soglia della legittima difesa.
—.
COLOMBIA, CROCE ROSSA LOCALE CERCA ANCHE DUE ITALIANI
ANCHE UNITA’ CRISI FARNESINA VERIFICA PRESENZA ITALIANI

La Croce Rossa colombiana comunica di stare cercando ”quattro o
cinque stranieri, tra i quali due italiani e due israeliani, che
si trovavano nella zona di Mocoa colpita dalla valanga di fango,
che non hanno ancora dato loro notizie alle rispettive
famiglie”. Lo ha detto all’ANSA Cesar Uruena, responsabile dei
soccorsi. Anche l’Unita’ di crisi della Farnesina e’ in contatto
con le autorita’ colombiane per verificare l’eventuale presenza
di italiani a Mocoa. Intanto nella cittadina del sud-ovest della
Colombia e’ corsa contro il tempo nel tentativo di salvare il
maggior numero di persone. I feriti sono oltre 400 mentre i
dispersi sarebbero 200.
—.
BRESCIA: OMICIDIO COLOMBIANO IN DISCOTECA, UNICA COLTELLATA
TRAGEDIA NATA DA FRASE DI TROPPO OMICIDA A FIDANZATA RAGAZZO

E’ stato ucciso da una sola coltellata Yaisy Bonilla, colombiano
di 21 anni, colpito a pochi passi dall’ingresso della discoteca
Disco Volante a Brescia all’alba di ieri. All’origine della
tragedia un litigio nato per qualche frase di troppo indirizzata
dall’aggressore alla fidanzata del ragazzo. Nonostante il
delicato intervento chirurgico cui e’ stato sottoposto, il
21enne e’ morto nel pomeriggio nel reparto di terapia intensiva.
Adesso e’ caccia ad un uomo dalla carnagione chiara, di cui gli
investigatori stanno ricostruendo l’identikit.
—.
PAPA FRANCESCO VISITA ZONE EMILIA COLPITE DA TERREMOTO 2012.
INVITA A NON FARSI ‘INTRAPPOLARE IN MACERIE DELLA VITA’.

Dopo Benedetto XVI, che vi arrivo’ appena un mese dopo il sisma,
anche Papa Bergoglio ha visitato le zone dell’Emilia colpite dal
terremoto del maggio 2012. A Carpi e a Mirandola Francesco ha
invitato a non farsi ”intrappolare nelle macerie della vita”,
e a ”completare la ricostruzione”, recuperando ora i centri
storici e le chiese. ”Vi ringrazio – ha detto Francesco – per
l’esempio che avete dato a tutta l’umanita’, l’esempio di
coraggio, di andare avanti, di dignita”’.
—.
FINISCE 1-1 NAPOLI-JUVENTUS, ROMA A -6 DAI BIANCONERI
GOMEZ TRASCINA ATALANTA, PAPERA DONNARUMMA, 23/O GOL BELOTTI

Ne’ vincitori ne’ vinti al San Paolo dove tra Napoli e Juventus
finisce 1-1. Il risultato fa piu’ comodo ai bianconeri, che
tengono a distanza gli azzurri, sempre a -10, anche se la Roma
ora e’ salita a -6. Il resto della giornata vive sulla tripletta
di Gomez che trascina l’Atalanta, sulla papera di Donnarumma che
frena la corsa europea del Milan, e sul 23/o gol di Belotti che
evita il ko al Toro. In coda il Palermo lascia la residue
speranze di salvezza perdendo in casa col Cagliari mentre torna
a sognare il Crotone (-5 dall’Empoli) vincendo in casa di uno
spento Chievo. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.