Migliori colombe d’Italia, Pansa di Amalfi al quinto posto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Dissapore, il noto portale web di “gusto”, che come leitmotiv utilizza “niente di sacro tranne la cucina”, ha stilato, in occasione della kermesse “Regina Colomba” svoltasi l’1 e 2 aprile scorsi a Saint-Vincent, la classifica annuale delle dieci migliori colombe pasquali d’Italia rigorosamente artigianali.

Il risultato proviene delle valutazioni “alla cieca” dei palati in forze alla redazione che, per due ore, hanno assaggiato colombe sorseggiando acqua minerale tra una degustazione e l’altra. E il risultato non è stato del tutto scontato! «Aiutati parecchio dalla lezione del meraviglioso pasticciere e cioccolatiere Mauro Morandin, padrone di casa (laboratorio a Saint Vincent), che ha spiegato ai giurati due o tre cose utili per giudicare la colomba tradizionale» si legge dal sito web di Dissapore.

Prima però rendiamo onore alla giuria ufficiale elencando le tre pasticcerie che hanno vinto la rassegna di Saint Vincent. A trionfare la pasticceri la Pasticceria Mazzali di Roncoferraro, in provincia di Mantova, al secondo posti Tenerità di Caserta mentre, sul terzo gradino del podio il Panificio Ascolese di San Valentino Torio. Ma nella top ten spicca il quinto posto della “nostra “ Pasticceria Pansa di Amalfi, unica realtà della Costa d’Amalfi nella speciale graduatoria.

«C’è stato un problema nel trasporto dalla piazza di Amalfi -dove la pasticceria Pansa delizia residenti e turisti dal 1830–, a Saint-Vincent. La colomba, se pur collassata, è rimasta bella e invitante.

L’assaggio ha rivelato un equilibrio non semplice da ottenere tra tutti gli elementi. Se la pasta è leggermente avara di sapore, si rivela soffice come poche altre, e ricca di canditi umidi e saporiti, questi sì.

Come sanno gli affezionati clienti, i dolci al limone (delizia in primis) sono la specialità della pasticceria amalfitana, non a caso la colomba al limone è un altro piccolo capolavoro. Doveroso segnalarla ai nostri lettori». Questo il giudizio di dissapore per la storica pasticceria amalfitana che fa dopo 187 anni continua a rispettare la sua tradizione di qualità e prestigio.

Fonte IlVescovado.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.