Maria Rita si toglie la vita a 24 anni: ‘Si vergognava della famiglia mafiosa’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Si chiamava Maria Rita Lo Giudice, aveva 24 anni e si è suicidata. A spingerla al gesto estremo potrebbe essere stato il fatto di aver confidato ad alcuni colleghi della sua facoltà di avere, tra i parenti, alcuni uomini di uno dei clan più potenti della ‘ndrangheta a Reggio Calabria. Maria Rita, infatti, era la nipote di Nino “Il Nano” e di Luciano, mente imprenditoriale del clan. Ma soprattutto, come ricorda Repubblica, era la figlia di Giovanni, condannato in appello a 16 anni di carcere per mafia.

Maria Rita ha parlato di questi aspetti della sua vita privata ad alcuni amici, e secondo quanto affermato dal fratello e dal fidanzato storico agli inquirenti, lei sarebbe rimasta emarginata, sola, esclusa. Quel cognome le veniva fatto pesare come un’onta, ingiusta. Un quadro, quello del suicidio dovuto all’isolamento, che secondo Federico Cafiero de Raho, procuratore capo della Dda che sta seguendo la vicenda, è assolutamente plausibile. “È un episodio gravissimo che deve toccare la coscienza di tutti. Siamo tutti responsabili di questa tragedia”, ha affermato De Raho.

E così, a 24 anni, Maria Rita si è gettata nel vuoto da un balcone. E non è tutto. L’avvocato della famiglia, Renato Russo, ha chiesto che venga eseguita un’autopsia, perché “la sera prima del suicidio la madre l’ ha vista alterata, per questo teme che qualcuno abbia potuto drogarla senza che lei se ne rendesse conto“. L’esame tossicologico, dunque, potrebbe dare qualche risposta in più, anche se forse i contorni di questa terribile vicenda sono già stati delineati.

Fonte liberoquotidiano.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.