Amianto, Cammarota: «Il Sindaco proroghi i termini per il censimento»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“C’è un’ordinanza sull’amianto, con precisi obblighi per i cittadini e un termine di scadenza al 10 aprile con gravi sanzioni, ma nessuno lo sa”. Lo denuncia in una lettera al Sindaco l’associazione La Nostra Libertà, con il geom. Paolo De Marco, e il Presidente della Commissione Trasparenza, l’avvocato Antonio Cammarota, consigliere comunale di Salerno.

In effetti, “con la ordinanza sindacale n. 520 del 9.2.17 si impone ai proprietari di immobili e agli amministratori condominiali di dichiarare la presenza di amianto in qualunque forma e quindi la messa in sicurezza, pena una sanzione da € 2.582,20 ad € 5.164,57”, dichiara Cammarota, per il quale “l’iniziativa da un lato è lodevole perché affronta finalmente il problema amianto, ma dall’altra è punitiva perché, a fronte delle gravi sanzioni, non è stata fornita adeguata pubblicità alla scadenza del termine, appunto il 10 aprile”.

Cammarota, che aveva già rivolto espressa raccomandazione nell’ultimo consiglio comunale del 31 marzo, ora scrive al Sindaco insieme a De Marco chiedendo “la proroga del termine almeno di 30 giorni,  al fine di consentire un corretto adempimento in particolare per gli amministratori di condominio, altrimenti viene meno il senso stesso del provvedimento, quello appunto di provvedere al censimento dell’amianto”.

Ad un tempo, comunica il geom. De Marco, “l’associazione La Nostra Libertà con i propri tecnici sarà a disposizione dei cittadini salernitani tutti i giorni dalle 8,30 alle 13,30, nella sede di via Lucio Petrone 69, per tutte le informazioni necessarie”.

LA LETTERA AL SINDACO.  

Ill.mo Sig.

Sindaco di Salerno

sede

 

 

 

 

 

 

Con l’ordinanza n. 520 del 9.2.17 è stato disposto il censimento dell’amianto imponendo a tutti i proprietari e amministratori di immobili, in cui ci sia amianto in qualunque forma, di effettuare un censimento e la messa in sicurezza prevista dalla normativa, pena la sanzione da € 2.582,20 ad € 5.164,57.

 

L’iniziativa è lodevole, perché finalmente affronta il problema amianto, ma non ha avuto la giusta diffusione tanto che molti cittadini ne ignorano, e la scadenza è fissata al prossimo 10 aprile, con le gravi sanzioni riferite.

 

Già in consiglio comunale del 31 marzo ho “raccomandato” la questione, e dunque si richiede che, nell’interesse pubblico – il provvedimento perderebbe senso -, il termine di scadenza venga prorogato almeno di 30 giorni, consentendo dunque l’attuazione efficacia del provvedimento, importante solo se efficace.

 

Con stima.

 

Avv. Antonio Cammarota

Capogruppo La Nostra Libertà

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.