Lavoro, diritti e dignità: la protesta dei lavoratori ambulanti di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Lavoro, diritti e dignità per tutti i lavoratori ambulanti di Salerno. Su questo si muoverà il corteo organizzato per martedì 11 aprile che partirà da Piazza Ferrovia per poi concludersi davanti la sede del Comune. Alla manifestazione organizzata dalle comunità salernitane del Senegal e del Bangladesh parteciperanno anche i rappresentanti della Cgil di Salerno con in testa il Segretario Anselmo Botte. In un volantino che sarà divulgato durante il corteo sono state spiegate le motivazioni alla base della protesta:

«Prima cosa: noi siamo qui da più di trent’anni, facciamo una vita di pura sopravvivenza, siamo lavoratori ambulanti e paghiamo le tasse per questo. Non chiediamo l’elemosina a nessuno e non vogliamo avere favori da nessuno solo perché siamo stranieri. Vogliamo continuare a lavorare onestamente e con dignità in uno spazio che ci venga riconosciuto ed assegnato una volta e per sempre».

«Non possiamo ogni anno supplicare il Comune di Salerno per trovare un posto dove poter lavorare in pace. Ancora una volta ci viene proposto un mercato etnico in periferia, lo diciamo con forza e con chiarezza: non andremo mai nella struttura del Lungomare Colombo a Pastena! Abbiamo già dato retta al comune una volta con il mercatino etnico di via Vinciprova, è stato un totale fallimento e non siamo disposti a subire un’altra ghettizzazione».

«In quei mercati non si riusciva a vendere niente come niente abbiamo venduto quando per quindici giorni siamo andati sul lungomare di Pastena. E così oggi abbiamo deciso di protestare per dire al Comune che così non si va da nessuna parte, che non ci può usare come gli pare e piace e spostarci come pecore a suo piacimento. Vogliamo dire la nostra a chi guida questa città e concordare insieme qual’è la cosa migliore da fare».

«Abbiamo anche noi delle proposte e vogliamo dialogare per capire se si possono avverare, senza che questo si scontri con il decoro di questa città, che è anche la nostra città, nella quale abbiamo deciso di vivere e che amiamo come la nostra patria. E, com’è nostra abitudine, sfiliamo pacificamente, in punta di piedi. Non vogliamo pestare i piedi a nessuno, ma vogliamo che nessuno pesti i nostri, che già non sono in buone condizioni».

COMUNITA’ DEL SENEGAL e COMUNITA’ DEL BANGLADESH SALERNO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Io c’è l’hò la proposta , ritornate nelle vostre Amate Patrie .SIA ben chiaro che non si tratta di Razzismo dove spesso questa gente si rifugia ma di regole da rispettare anche se non giuste . Questa è l’Italia , anche gli italiani spesso devono sopportare regole e leggi ingiuste quindi a chi non conviene rispettare le regole e leggi del paese che lo Ospita nessuno si sogna di trattenerlo faccia i BAGAGLI e ritorni nella sua AMATA PATRIA.

  2. Soluzione trovata: Rispediteli a casa diamo la possibilità a un SALERNITANO che nn può vendere lo zucchero filato o un palloncino..Salerno siamo noi NO la politica!

  3. La sistemazione più equa è quella di sistemarli, in modo distribuito, presso i mercati rionali della città COME GLI AMBULANTI ITALIANI, con gli orari di mercato uguali per tutti e posti assegnati. Perchè dovrebbero avere un mercato sempre aperto e dove vogliono loro? Allestito con coperture fisse. Forse vogliono piazza Sedile di Porta Nova, Piazza Flavio Gioa o il Lungomare Trieste COME GIA’ FANNO ILLEGALMENTE!!?

  4. Silenzio il Comune deve fare i parcheggi per Salerno Mobilita’, per aiutare gli ex delinquenti

  5. Io voglio un pony, esigo che mi venga fornito e consegnato dove dico io.

    Inoltre se caga per terra arrangiatevi perché io sono al di sopra delle vostre regole.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.