Meningite all’Università, è psicosi. Centralini Asl presi d’assalto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
 Oltre 250 chiamate al centralino dell’Asl di Salerno dopo il caso meningite all’Università degli studi di Salerno.
I medici del Dipartimento di Prevenzione della ASL di Salerno, in collaborazione con la ASL di Avellino e le AASSLL Napoli 1 e Napoli 2, hanno immediatamente avviato la ricerca dei contatti stretti (docenti e studenti che frequentano gli stessi corsi e la biblioteca universitaria, autisti e viaggiatori della stessa linea autobus utilizzata dalla studentessa) da sottoporre alla profilassi antibiotica.
Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Salerno, chiamando ai seguenti numeri: 089691111 (centralino) – 089 692918 – 089 692914, o delle AASSLL di residenza
Nel frattempo restano gravi le condizioni di Michela F. la studentessa di 21 anni di Avellino colpita da meningite meningococcica e ricoverata in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Cotugno di Napoli.
La ragazza, iscritta al corso di laurea in Beni culturali, è in uno stato di coma non profondo, in parte farmacologico e in parte dovuto alla malattia.
In una intervista al quotidiano La Città, oggi in edicola, Domenico Della Porta direttore del Dipartimento di Prevenzione e delegato aziendale ai rapporti con l’Università A Salerno ha dichiarato: «Occorre evitare allarmismi. Soprattutto bisogna evitare terapie antibiotico-resistenti, pertanto non abusiamo dei farmaci, basta una sola compressa per seguire una corretta profilassi».
L’Asl ha inviato un’email ai medici di base e ai pediatri del distretto sanitario di Mercato San Severino, per invitarli a seguire il protocollo terapeutico previsto in questi casi ricorrendo all’utilizzo di una sola compressa».
Sul sito dell’Università si legge:  ‘L’Università di Salerno, in merito al caso di meningite segnalato nella giornata di ieri, comunica che sono state avviate tutte le procedure previste dalle linee guida del Ministero della Salute, in collaborazione con il Servizio Prevenzione e Protezione e il Medico Competente dell’Ateneo.

L’Università ribadisce altresì che non emergono, allo stato attuale, particolari fattori di rischio o preoccupazione per la comunità. Le attività didattiche rispettano il loro regolare svolgimento.

Il Servizio Prevenzione e Protezione e il Medico Competente dell’Ateneo seguono costantemente la vicenda e comunicheranno ogni eventuale aggiornamento. Per informazioni è possibile rivolgersi al presidio sanitario, gestito dall’ASL Salerno presso il campus di Fisciano e attivo tutti i giorni dal lunedì al venerdì.

La comunità universitaria esprime la sua vicinanza e solidarietà alla studentessa e ai suoi familiari’.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.