Trasporti: scritte e minacce contro De Luca e presidente Eav

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Scritte minacciose, apposte la scorsa notte sui muri della stazione di Quarto centro della Circumflegrea contro il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca ed il presidente Eav, Umberto De Gregorio, sono state scoperte all’apertura dei cancelli dai dipendenti Eav. Sui muri è stato scritto a caratteri cubitali: “De Gregorio attento, fischia ancora il vento” e “De Gregorio e De Luca maiali“. Allertati i vertici della società di trasporto regionale, che immediatamente hanno disposto un sopralluogo e successivamente sporto denuncia alla Digos. Avviate già le indagini.

Lo stesso presidente De Gregorio ha postato la foto di una delle scritte su Facebook, commentando: “A cosa dovrei stare attento? Di cosa dovrei aver paura? Io sono sereno. Lavoro sodo e dialogo con tutti. Non accetto intimidazioni e non faccio nessun passo indietro“. Proprio qualche giorno fa il presidente aveva incontrato alcuni writers che avevano imbrattato nel deposito della Circumflegrea di Quarto carrozze di treni. Un incontro distensivo per creare un dialogo con i giovani e procedere ad interventi riparatori. L’azienda in virtù del dialogo aperto aveva annunciato di ritirare le denunce presentate.

Intanto a De Gregorio è giunta la solidarietà del gruppo consiliare di Campania Libera, Psi e Davvero Verdi, attraverso le parole di Francesco Emilio Borrelli: “Al di là della piena e totale solidarietà, considerando che episodi del genere, giustamente, non faranno cambiare registro a De Luca e De Gregorio chiediamo alle forze dell’ordine, ma anche a tutte le forze politiche presenti in Consiglio, di non fargli mancare la vicinanza per far capire a chi rema contro il risanamento e il rilancio dell’Eav che a restare soli saranno loro, chi non vuole che i campani e i turisti che usano quei mezzi abbiano un servizio di trasporto pubblico efficiente”.

Vicinanza e solidarietà a De Gregorio anche dal partito democratico metropolitano di Napoli: “Le intimidazioni al presidente Eav rappresentano un fatto gravissimo, è necessario venga fatta piena luce sulle scritte apparse nelle ultime ore alla stazione di Quarto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ma mamma mia che gente screanzata questi immondi che si sono permessi di scrivere sui muri di Quarti ma, soprattutto, che tempestivita’ nel fareintervenire imnediatamente il personale Eav perla rimozione delle scritte.
    Magari Tutti i treni in dotazione fossero così pronti e veloci e si usasse lo stesso stupore e le stesse parole di condanna nel rendersi conto di quale struttura ferroviaria con le stazioni annesse, tutti questi signori ci offrono da decenni. interessante capire che fine hanno fatto quella vagonata di milioni di Euro che sistematicamente vengono utilizzati per coprire i debiti dell’Azienda.
    Con quello che si è stanziato se ne sarebbe potuta realizzare una ex-nono

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.