Parcheggi nel posto dei disabili? Ora rischi una condanna per violenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Chi parcheggia nel posto dei disabili rischia la condanna per violenza privata.

La Corte di Cassazione ha condannato a 4 mesi di carcere un uomo di 63 anni che, nel maggio 2009, aveva lasciato la sua auto in un’area riservata ai portatori di handicap per 16 ore.

Il parcheggio, si legge su Repubblica, era stato assegnato nominalmente con tanto di indicazione del numero di targa a una disabile di 49 anni. Nel maggio 2009, la donna, verso le 10.30 del mattino, stava facendo rientro a casa insieme a un’amica quando ha trovato il posto a lei riservato occupato da un’altra auto e ha dovuto chiamare la polizia municipale.

I vigili, però, non sono potuti intervenire perché “tutti gli agenti erano impegnati in una riunione con il comandante” e perciò la donna, con gravi problemi di salute e fisicamente provata, si è rivolta ai carabinieri di zona ma anche questi ultimi non hanno potuto far nulla. La vicenda si è conclusa alle 2.30 di notte, quando l’auto è stata portata via dal carroattrezzi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Che non si debba parcheggiare nei posti per disabili è da persone civili ma questo mi sembra davvero troppo.L’Italia il Paese delle esagerazioni!!!!

  2. qui si sta passando dalla tutela delle minoranze alla discriminazione verso le maggioranze .. e su ogni tema, non solo su questo dell’articolo.
    Piuttosto, lo scandalo per me è un altro: i vigili occupati per 16 ore in una riunione con il comandante?? nessuna delle ff.oo. era disponibile a fare qualcosa?? questo è l’assurdo sul quale bisogna indagare e agire, NON il solito aumento delle pene..

    e poi una riflessione: nel momento in cui in un determinato rione ogni portatore di handicap di ogni tipo dovesse richiedere un permesso sosta permanente, di fatto vorrebbe dire che la proprietà del quartiere sarebbe loro.. va bene il rispetto delle minoranze, ma se possibile senza caricare sempre e solo sulle maggioranze.
    Ad esempio, invece del posto riservato h24 sarebbe una buona alternativa un posto riservato alla sola fermata o sosta per 10min, sarebbe per tutti e non per uno solo.

    Mi spiego meglio: ad esempio, se io ho un handicap motorio magari evito di comprare casa (o di abitare) in un posto in centro senza parcheggio interno e al 6 piano, dovendo richiedere poi il posto al Comune e ascensore/elevatore al Condominio.. basterebbe cambiare casa per una un po’ meno centrale e al pian terreno.. spero di essermi spiegato.. in altre parole, civiltà non è solo chiedere ed esigere, ma anche dare, da parte di tutti, anche perchè i problemi li abbiamo tutti, chi più chi meno.
    Mi raccomando eh! aspetto i lcommento “voglio vedere se ci fossi tu come disabile” : non ha capito il senso del mio commento. E poi ho 12 gradi di miopia, senza occhiali sono quasi cieco, quindi ho idea di cosa parlo

  3. Bisognerebbe incolpare di violenza privata anche chi parcheggia davanti ai passi carrabili autorizzati (solo quelli autorizzati)

  4. La tua ignoranza unita all’egoismo non è classificabile. La disabilità è attiva 24 ore su 24 e le necessità di spostamento di un disabile è egualmente possibile in un qualsiasi ora o minuto del giorno.
    E poi dimostri di essere rimasto ai tempi della lebbra quando gli ammalati erano rinchiusi nel lazzaretto; ma ti rendi conto della gravità della tua affermazione quando dici che un disabile motorio farebbe bene a prendere casa in una zona meno centrale ?

    Sarai miope ma questo non giustifica la tua cattiveria sociale. Vergognati e scusati con i tuoi fratelli “diversi”

  5. allora, come dicevo nell’altro commento, è la tua incoerenza e velata ipocrisia a non essere classificabili! il motivo? un disabile non può trovarsi una casa che si addice alla propria condizione (quale il problema in questo??) mentre un tizio qualunque, che lavora o studia o ha una casa sotto la quale, POI, aprono un bar/locale, ..secondo la tua coerenza DEVE trovarsi una casa da un’altra parte, e poi da un’altra ancora, un’altra ancora, ogni volta che si apre un bar nei paraggi! … e questo perchè c’è qualcuno che deve diversirsi??! Compliementi vivissimi alla tua idea di libertà e civiltà! Io non mi vergogno di nulla, perchè quello che ho detto è semplicemente civiltà: SE UNO HA UN PROBLEMA è giusto che venga aiutato, ma è anche giusto che non carichi più del necessario il proprio peso sugli altri.

    Chiaramente sei il solito buonista perbenista che ragiona per concetti infusi dall’alto, i fatti e la vita reale sono altri. E comunque, il giorno in cui sotto casa tua e nei paraggi chiederanno il permesso una ventina di disabili (le cui auto tra l’altro vengono spesso usate dai parenti in modo illegittimo), obbligandoti a fare giri di ore, o affittare un garage, o a prendere multe anche per 5 minuti di fermata, PUR ESSENDO tutti i posti vuoti, o apriranno un bar sotto alla tua finestra occupando il tuo ingresso e facendo chiasso fino alle 2-3 di notte, allora ne riparliamo. Prima è inutile, parli per concetti astratti e irreali. Saluti

  6. Voglio rassicurarti che non ragiono per concetti astratti per i seguenti motivi :
    Ho una persona in famiglia con disabilità motoria irreversibile (disabilità non comprata per avere un posto dove parcheggiare) subentrata dopo aver preso casa in centro e ad un piano alto (disabilità motoria indotta da ben più grave malattia che costringe all’uso dei bastoni canadesi e/o della sedia a rotelle). Nella strada dove vivo ci sono 4 posti per disabili ed 80 volte su 100 sono occupati da “sfortunati abitanti come te che non hanno disabilità certificata” ma hanno disabilità sociale visto che è più importante trovare parcheggio che rispettare chi è stato più fortunato tanto che gli hanno dato il bollino blu
    Da parte mia non ho detto che tu blasonato signore devi spostare la tua dimora regale quanto piuttosto imparare a convivere con gli altri ed accettare modi di comportarsi diversi dai tuoi. Anche gli altri hanno accettato di convivere con te e con la tua arroganza.
    Per quanto riguarda i fastidi oltre gli orari consentiti basta chiamare (come faccio io) la polizia municipale ed in caso no siano disponibili basta rivolgersi ai carabinieri che intervengono direttamente o facendo intervenire la polizia municipale.
    Penso di aver fatto multare, da quando ho il familiare disabile, con le modalità appena illustrate almeno 50 autovetture non autorizzate a sostare al posto disabili e che invece lo occupavano impropriamente. Al tempo stesso ho fatto in modo che i locali nella zona dove abito rispettino regole ed orari.

    Basta essere civili e si riceve civiltà

  7. ma la prova assoluta che ragioni per concetti astratti è che mi chiami blasonato signore: vivo nella mia casetta di pochi mq e il mio modestissimo stipendio da lavoratore precario, quindi riformula tutto il tuo commento e soprattutto le tue convinzioni sbagliate sul mondo e sugli altri (che nonconosci, ma parli lo stesso di loro). quello che io ho cercato di dire è che ci vuole rispetto per tutti. poi dici che “basta chiamare i vigili o polizia”, certo! evidentemente non hai neppure letto l’articolo, oltre a non avere esperienza reale in merito! l’articolo dice che ha aspettato 16 ore chiamando i vigili! e nell’esperienza reale tanti di noi sanno che la risposta più comune è che non ci sono pattuglie disponibili..

  8. Ecco perché chiamo i carabinieri (che puntualmente intervengono o fanno intervenire la polizia municipale). C’è scritto ma non hai letto il mio commento completamente.
    Ti ho chiamato “blasonato” non perché vivi in un castello ne perché sei ultrastraricco (infatti non ti conosco) ma per usare il tono sarcastico che si addice nei casi come il tuo che pensi di essere il solo ed unico e devi subire la “cattiva educazione” degli altri.
    Come vedi hai usato “16 ore” per attaccare pretestuosamente la polizia e non per sottolineare la inciviltà del soggetto che ha impropriamente occupato ol posto del signore.

  9. 06:33, l’inciviltà e l’essere in contravvenzione da parte di quello che parcheggia in luoghi non consentiti è ovvvia, ma qui il discorso credo sia a monte

  10. Ed allora illustratemi, per piacere cosa c’è a monte. Io non riesco a comprendere.
    Grazie

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.