Vicario di Papa Francesco, in corsa anche Mons. Moretti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
E’ 32 il numero definitivo delle lettere inviate a Papa Francesco dai preti e da qualche fedele della diocesi di Roma con l’indicazione del profilo e del nome del successore del cardinale Agostino Vallini. Il 10 marzo scorso, di rientro dalla settimana di esercizi spirituali ad Ariccia, Bergoglio ha incontrato nel Palazzo del Laterano i vescovi ausiliari e i 36 parroci prefetti della sua diocesi e ha chiesto al clero e ai fedeli di Roma di scrivergli il profilo che secondo loro avrebbe dovuto avere il successore del cardinale Vallini e di indicargli anche un nome. Ma il sondaggio, che si conclude ufficialmente domani, 12 aprile, non ha trovato la risposta corale che Francesco si attendeva.

Secondo indiscrezioni, il nome ritenuto più probabile per la nominaa vicario, cuiilPapa delegherà il governo della diocesi di Roma, è quello di monsignor Luigi Moretti.

L’arcivescovo di Salerno, infatti – scrive Andrea Pellegrino su Le Cronache oggi in edicola – , è tra i più accreditati per assumente l’incarico di Vicario del Papa. Moretti, era stato in precedenza vicereggente di Roma, prima di approdare nella città di San Matteo. Nella rosa dei nomi restano anche quello del vescovo ausiliare di Roma Angelo De Donatis, del presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione monsignor Rino Fisichella, e anche quello di un vescovo che conosce bene Roma e che attualmente è a capo della diocesi di Bologna, monsignor Matteo Zuppi.

Il Papa aveva avviato un mese fa, precisamente il 10 marzo scorso, una consultazione in tutta la diocesi di Roma per arrivare ad una scelta condivisa della figura del nuovo Vicario. Il cardinale Agostino Vallini, che ha già compiuto i 75 anni, l’età in cui normalmente nella Chiesa si lasciano gli incarichi di governo, andrà via a fine giugno, in coincidenza con la festa patronale dei Santi Pietro e Paolo.

Il pontefice, incontrando i parroci prefetti, aveva chiesto la collaborazione di tutti, nella preghiera ma anche fattivamente. Tutti, preti e laici, potevano indicare il profilo necessario per il governo della diocesi del Papa; e, volendo, si poteva anche scrivere un nome. Il pontefice in quella occasione si raccomandò ai parroci di “non fare cordate”.

Le quattro settimane di tempo e la procedura così innovativa, senza precedenti, non hanno forse favorito una partecipazione massiccia. Si parla di alcune decine di lettere giunte alla Cancelleria del Vicariato. La novità della proposta non è stata né pubblicizzata dal Vicariato né veicolata tra i fedeli di Roma ovunque alla stessa maniera; e comunque le lettere arrivate sarebbero poca cosa rispetto alla presenza sul territorio non solo di 336 parrocchie ma anche di numerosi ordini religiosi.

Si calcola, per fare un esempio, che nel solo settore ovest della diocesi ci sia la più alta concentrazione di presenza di suore (rispetto alla estensione del territorio). Le poche decine di lettere, anche se sul numero esatto al Vicariato c’è il più stretto riserbo, sarebbero dunque una piccola risposta rispetto alla ‘platea’ di riferimento.

Le lettere arrivate, in doppia busta chiusa e con tanto di firma depositata in Cancelleria, saranno ora portate al Papa che avrà così modo di avere un’idea delle attese della gente rispetto alla sua diocesi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Speriamo lo facciano correre un altro pò, perchè ne ha bisogno! mangia troppo! va alla mensa dei poveri perchè è sovvenzionata con l’otto x mille. se ci credete.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.