Lavoro festivo a Pasqua e Pasquetta nel salernitano, monito della Cisal

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
“Sì al lavoro festivo nel salernitano, ma basta con lo sfruttamento”. E’ chiaro il pensiero di Luigi Vicinanza, segretario provinciale della CISAL Salerno (Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori) su quelli che hanno lavorato il giorno di Pasqua e che lo faranno anche a Pasquetta in centri commerciali e strutture legate alla grande distribuzione. Nessun contrasto all’economia che va avanti, ma servono regole serie per il comparto del terziario che rischia di diventare una giungla di diritti calpestati.

IL COMMENTO

“Non abbiamo problemi né sul lavoro festivo né sul lavoro stagionale. Questo, in parole povere, vuol dire che noi siamo disponibili al lavoro, ma non accettiamo lo sfruttamento e lo combattiamo assolutamente. Non siamo e non saremmo mai contro chi non presta attenzione alle esigenze delle maestranze”, ha spiegato Vicinanza. Un modo per continuare a ribadire il rispetto del contratto di categoria.
“Noi pretendiamo il rispetto dei nostri accordi CISAL, che prevedono il lavoro anche nei giorni festivi ma con regole e retribuzioni diverse. Il tema del lavoro festivo e notturno non può e non deve essere un tema secondario. E’ previsto dagli stessi contratti e diventa un problema quando, nella maggioranza dei casi, i datori di lavoro non vogliono rispettare i contratti e sfruttano i lavoratori”.
Infine, la stoccata alle istituzioni, assenti da sempre su un dibattito che divide il Paese. “Sul tema del lavoro festivo che costa di più è l’incidenza delle tasse troppo alta, ma questa è una cosa diversa che il Governo non ha voluto mai affrontare. Tuttavia, questa irresponsabilità dello Stato non può essere scaricata sui lavoratori. Ribadisco che noi, come CISAL, non abbiamo nessun problema sul lavoro anche nelle festività pasquali, ma nel totale rispetto dei contratti di categoria”.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Favoritismi, parentele che permettono di festeggiare le feste e far lavorare i poveri cristi tutta la giornata della Vigilia di Natale, vigilia di Capodanno e Pasquetta! Non è giusto che si perda la tradizione, la religiosità e una famiglia unita per far arrichire imprenditori, nonostante essendo sfruttati e non essendo pagati, tanto si sa quando si lavora di più devi lavorare tutto il giorno poi quando l’affluenza di clienti è bassa stai a casa e recuperi le ore dicendo addio agli straordinari e notturni. Quanti contratti vengono rispettati in questi giorni? I sindacati dove sono? Ah si giusto a festeggiare pasqua e pasquetta con i soldi pubblici delle iscrizioni ai sindacati.

  2. A parlare è proprio la Cisal che, nella sanità di cui rappresenta lo 0,% dei lavoratori, firma contratti capestro in dumping solo a favore del “padrone” e di cui ha dovuto dare spiegazioni pubbliche con note giustificative? Il contartto collettivo firmato dalla Cisal è utilizzatocome spauracchio dal datore di lavoro e costringe il lavoratore ad accettare riduzioni salariali. Perciò stessero zitti perchè non hanno diritto acavalcare la protesta giusta di lavoratori che loro non difendono ma che invece espongono al ricatto di un datore di lavoro sempre più avido! Cisal, ti conosciamo, stai zitta !!!

  3. anche io lavoro nei giorni festivi e non venco mai retribbuita(faccio i servizzietti a mammà nel nostro ristorante di famiglia)e non ho visto mai un sindacalista che si sia mai preoccupato del mio lavoro sottopagato anche io merito rispetto e consiterazione

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.