I fatti del giorno: martedì 18 aprile 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
TRUMP SI CONGRATULA CON ERDOGAN PER VITTORIA REFERENDUM
OSSERVATORI BOCCIANO VOTO, OPPOSIZIONE CHIEDE ANNULLAMENTO

Donald Trump ha parlato ieri sera con il presidente turco Recep
Tayyip Erdogan, congratulandosi per la vittoria nel referendum
che amplia i poteri presidenziali. Lo ha confermato la Casa
Bianca. Infuriano intanto le polemiche sui presunti brogli che
avrebbero consentito la vittoria del ‘sì’. Per gli osservatori
dell’Osce il voto ”non e’ stato all’altezza degli standard del
Consiglio d’Europa”. Queste parole danno forza alle denunce
dell’opposizione, che chiede l’annullamento del referendum.
Arringando la folla che lo ha accolto all’arrivo ad Ankara,
Erdogan ha detto di aver combattuto ”le nazioni potenti del
mondo”, che lo hanno ”attaccato” con una ”mentalita’ da
crociati”. Dalle cancellerie europee crescono le voci per uno
stop anche formale alle trattative per l’ingresso di Ankara
nell’Unione europea.
—.

CONTINUA GUERRA PAROLE TRA COREA NORD E STATI UNITI
PYONGYANG, CONTINUEREMO TEST. USA, LAVORIAMO CON CINA

Continua la guerra di parole tra la Corea del Nord e gli Stati
Uniti. E’ la Corea del Nord ad alzare la posta, affermando che
continuera’ regolarmente i suoi test missilistici e – attraverso
l’ambasciatore di Pyongyang all’Onu, Kim In Ryong – mette in
guardia che ”una guerra nucleare potrebbe scoppiare da un
momento all’altro nella penisola coreana”. Mentre il presidente
degli Stati Uniti Donald Trump ribadisce di sperare in una
soluzione pacifica ma ammonisce: ”Devono comportarsi bene”. Il
portavoce della Casa Bianca Sean Spicer ripete che gli Usa
continueranno a lavorare con la Cina. Quest’ultima esorta tutte
le parti coinvolte a dare prova di moderazione astenendosi da
provocazioni.
—.

TENSIONE IN FRANCIA A COMIZIO LE PEN, BLITZ E INCIDENTI
CANDIDATA FRONT NATIONAL, DOMENICA FRANCIA RINASCE O AFFONDA

Alta tensione per Marine Le Pen, candidata alle presidenziali
francesi, che ieri sera e’ stata oggetto di contestazioni da
parte di militanti anti-Front National. Fuori e dentro il teatro
Zenith, nel nord della capitale, blitz e incidenti hanno segnato
la serata elettorale. Scendendo dall’auto, il fedelissimo di Le
Pen, Gilbert Collard, e’ stato accolto da insulti, lancio di
oggetti e anche qualche molotov. Intanto dentro il teatro Marine
Le Pen si e’ rivolta alla platea dicendo che ”e” giunta l’ora
della scelta, una scelta storica, una scelta di civilta”’. Ha
aggiunto che questa elezione ”e’ un referendum pro o contro la
Francia. Domenica la Francia rinasce o affonda”.
—.

SCIOPERO NON FRENA SHOPPING PASQUA OUTLET SERRAVALLE SCRIVIA
DI MAIO, MALE LIBERALIZZAZIONI, PROBLEMA SERENITA’ FAMIGLIE

Lo sciopero non ha fermato lo shopping di Pasqua all’outlet di
Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria. Il bilancio
della mobilitazione dei lavoratori, che protestavano per
l’apertura durante le feste e per l’esiguita’ delle paghe, e’ a
due facce: la proprieta’ non si lamenta, i sindacati rifiutano
di parlare di flop, anche se a Pasqua erano chiusi solo 4 negozi
su 250. Intanto il Cinque Stelle Luigi Di Maio cavalca la
protesta: ”Le liberalizzazioni sfrenate hanno fallito, ci
stanno rendendo addirittura piu’ poveri”. Di Maio parla anche
di serenita’ familiare e di felicita personale. Contro i
supermercati aperti nei giorni di Pasqua ha parlato anche
l’arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia.
—.

FACEBOOK, POLEMICHE PER VIDEO OMICIDA TOLTO DOPO DUE ORE
SOCIAL NETWORK, LAVORIAMO PER PROCESSO REVISIONE PIU’ VELOCE

Facebook si e’ impegnata a fare di piu’ dopo le polemiche per il
video postato, e rimosso dal social network dopo oltre due ore,
da Steve Stephens, l’uomo sospettato di aver ucciso a caso nel
giorno di Pasqua un pensionato a Cleveland, in Ohio, pubblicando
poi le immagini del delitto. ”Diamo priorita’ alle segnalazioni
con serie implicazioni di sicurezza per la nostra comunita’, e
stiamo lavorando per rendere questo processo di revisione ancora
piu’ veloce”, ha assicurato Justin Osofsky, vicepresidente di
Facebook per le operazioni globali.
—.

LATTE E FORMAGGI, ARRIVA OBBLIGO ORIGINE IN ETICHETTA
MINISTRO MARTINA, SVOLTA STORICA. CODACONS, SU OGNI ALIMENTO

Da domani niente piu’ inganni per chi vuole acquistare latte e
formaggi al 100% italiani. Scatta in Italia l’obbligo di
indicare in etichetta su tutte le confezioni dei prodotti
lattiero-caseari l’origine delle materie prime in maniera
‘chiara, visibile e facilmente leggibile’. ”E’ una svolta
storica che permettera’ di inaugurare un rapporto piu’
trasparente e sicuro tra allevatori, produttori e consumatori”,
commenta il ministro delle politiche Agricole Martina. Positivo
anche il commento del Codacons, che chiede di estendere
l’etichetta d’origine a tutti i prodotti alimentari. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.