“Salva il suolo”: Legambiente Campania in programma a Sant’Arsenio e Montesano il 22 aprile 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Legambiente Campania ha scelto il Vallo di Diano per celebrare la “Giornata della Terra”, in programma il 22 aprile 2017. Per l’occasione Legambiente Campania, presieduta da Michele Buonomo, promuove anche una raccolta firme per la petizione europea “People4Soil”,  che in Italia rientra  nella  campagna #SALVAILSUOLO, promossa da una task force di associazioni tra cui ACLI, Coldiretti, FAI, Istituto Nazionale di Urbanistica, Legambiente, LIPU, Slow Food, WWF. L’obbiettivo è raccogliere un milione di firme per fermare il consumo e arginare il degrado del suolo: è l’obiettivo della ECI – Iniziativa dei Cittadini Europei People4soil, con l’obiettivo di ottenere un’efficace legislazione comunitaria per la tutela del suolo.

E Legambiente Campania con il suo Presidente Michele Buonomo per ribadire l’importanza della cura e salvaguardia del suolo ha deciso di essere nel Vallo di Diano, sabato 22 aprile, in particolare a Sant’Arsenio e Montesano Sulla Marcellana: due realtà nelle quali i cittadini si battono, per la salvaguardia del suolo, contro la realizzazione, a Sant’Arsenio,  di un impianto di Biometano e, a Montesano sulla Marcellana, contro la prosecuzione dei lavori relativi alla Stazione elettrica Terna.

Dalle ore 9:00 A Sant’Arsenio, in Piazza Domenico Pica e nella piazzetta di Montesano Scalo sarà allestito un gazebo dove si terrà la raccolta firme per la petizione  “People4Soil”. Intanto a Sant’Arsenio anche le scuole saranno in piazza (Scuole medie e Istituto “A.Sacco” di Sant’Arseni) per attività di informazione e salvaguardia del suolo e per incontrare il Presidente di Legambiente Campania, Michele Buonomo.  A seguire è previsto anche un flash mob in difesa del suolo e della Terra che si terrà nella rotonda della Piazza di Sant’Arsenio. Qui saranno presenti anche il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Albruni, Tommaso Pellegrino ed il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano, Raffaele Accetta.

Inoltre, il Presidente Buonomo, dopo una sua recente visita al “Museo del Suolo” di Pertosa, gestito dalla Fondazione Mida, Presieduta da Francescoantonio D’Orilia, rimasto affascinato ed entusiasta della struttura museale, unica in Italia,  ha voluto fortemente che il Museo fosse coinvolto nell’iniziativa valdianese promossa da Legambiente Campania.

Ed infatti nel corso dell’evento si terrà  una presentazione del Museo del Suolo, realizzato per contribuire a diffondere la consapevolezza sull’importanza del suolo, una risorsa primaria per il nostro pianeta, e sulla necessità della sua salvaguardia. Inoltre il 22 aprile 2017, sarà possibile visitare gratuitamente la struttura museale di Pertosa dalle ore 10:00 alle 17:00.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.