Salernitana, occasione sciupata: pareggio opaco 0-0 a Vercelli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Per l’ennesima volta ci ritroviamo a dire che poteva essere la partita della svolta, questa volta in ottica play-off, ma la Salernitana vista a Vercelli oltre al risultato sterile offre una prestazione per nulla da squadra vogliosa di raggiungere la post-season. Squadra timorosa il primo tempo dove non tira quasi mai in porta, più reattiva ad inizio ripresa ma senza affondare mai con decisione fino a rischiare la sconfitta salvata da Gomis con il solito intervento risolutivo. Impalpabile la prova di Donnarumma (troppo fuori ruolo) e di Odjer (mai in partita). Ora si attende il Bari all’Arechi nella Liberazione di martedi, ma la squadra granata per puntare in alto deve liberarsi lei dalle tante paure ed incertezze che ne hanno contrassegnato il rendimento in tutto il torneo.

Salernitana dunque che alla vigilia lancia l’assalto alla Pro Vercelli al Sivio Piola in uno stadio finora mai violato dai granata nei tre precedenti. Con la gara di oggi inizia un mini ciclo di partite in dieci giorni che possono valere l’accesso ai play off. Due i punti di ritardo della Salernitana dall’ottava posizione.

Missione non facile contro i pluri-scudettati piemontesi (7 gli scudetti in bacheca per la Pro) in serie positiva da 10 giornate e con la difesa che non subisce gol da cinque partite. Mancano sei partite alla fine della stagione ma quella di oggi è una giornata chiave in ottica play off anche per gli scontri diretti e per il doppio confronto che attende la squadra di Bollini martedì 25 aprile con il Bari e Lunedì 1 maggio con il Frosinone.

Il tecnico conferma modulo e tridente ma cambia ancora gli interpreti. Complice l’improvvisa indisponibilità di Perico (un virus la notte scorsa lo ha costretto a casa e non è stato neppure convocato), in difesa Bittante viene rispolverato terzino sulla fascia destra, Schiavi e Bernardini saranno i centrali davanti a Gomis con Vitale dalla parte opposta. Panchina quindi per Tuia che stava vivendo un buon momento di forma.

A centrocampo Minala che rientra dopo il turno di stop per squalifica, Odjer e Ronaldo in veste di play-maker. In attacco Bollini si affida al tridente inedito e chiesto a gran voce dalla piazza composto da bomber Coda, dal redivivo Donnarumma e dall’ex di turno Mattia Sprocati che bene sta facendo a Salerno. Rosina torna in panca e il mister lo preserva come arma in più per scardinare la difesa piemontese se le cose non dovessero funzionare.

Assenza pesante, invece, per mister Moreno Longo della Pro Vercelli che dovrà far a meno di Rolando Bianchi fino al termine della stagione. In porta ci sarà Provedel, con Legati, Bani e Luperto in difesa. Sugli esterni agiranno Berra da un lato ed Eguelfi dall’altro, con Palazzi, Vives ed il rientrante Emmanuello a centrocampo. Davanti coppia Comi-Aramu.

I granata sono scortati da trecento supporter in Piemonte, la maggior parte provenienti dai club del nord. Arbitra Sacchi di Macerata.

LA PARTITA

Bella giornata a Vercelli dove in una cornice apprezzabile di pubblico si affrontano i piemontesi e i granata. Minuto di raccoglimento prima del match per il ciclista Michele Scarponi morto travolto da un auto in mattinata. Parte senza indugi la squadra di Bollini che sembra intenzionata a fare la partita. Prima combinazione pericolosa però è della Pro con Germano che imbecca Comi che di destro da buona posizione spara alto. Ancora piemontesi pericolosi con un tiro tagliente di Eguelfi che attraversa tutta l’area granata. La Salernitana tenta di alleggerire ma i padroni di casa sembrano molto in palla. Primo giallo del match è per Odjer per un’ entrata dura su Berra.

Fino alla mezz’ora non si registrano interventi dei due portieri, pressochè inoperosi. Coda ci prova dai 20 metri con un tiro a giro che sfiora il sette alla destra di Provedel ormai battuto. La partita vive di rapidi capovolgimenti di fronte ma le due compagini non affondano mai con decisione. Al 40’ ci prova Emmanuello dalla distanza ma Gomis si distende bene. Ci prova Minala dopo un batti e ribatti in area avversaria che deposita anche in rete ma il gioco era stato fermato da Sacchi per off-side. Gol annullato anche per la Pro: cross di Germano per Comi che deposita in rete ma la bandierina del guardalinee era già alzata. Dopo un minuto di recupero termina il primo tempo dove si è vista maggiormente la squadra di Longo.

SECONDO TEMPO

Seconda frazione con le squadre in campo con le stesse formazioni iniziali. Parte a testa bassa nuovamente la Pro Vercelli ma l’occasione più nitida è per la Salernitana al 7’ con il solito Coda che sulla line adi fondo impegna Provedel che si rifugia di piede in corner. Entra Zito al posto dell’ammonito Odjer. Proprio Zito al 10’ ci prova dalla distanza ma la sfera è fuori. Al quarto d’ora ingenuità di Gomis che sbaglia un rilancio che non viene capito dall’attacco vercellese. Al 20’ giallo per Ronaldo diffidato per un fallo da dietro nella metà campo locale. Bollini gioca la carta Rosina per un impalpabile Donnarumma.

Pericoloso Comi di testa al 25’ con un colpo di testa che mette in apprensione la retroguardia granata che con Zito si salva in corner. Alla mezz’ora contatto dubbio in area Comi-Schiavi che l’arbitro giudica regolare tra le proteste dei tifosi bianconeri. Entra Nardini per Berra nei piemontesi per cercare a questo punto la vittoria. Ma è Sprocati a sfiorare il vantaggio granata con un tiro a giro deviato da Vives che stava terminando in rete. Ma la Pro Vercelli insiste e Aramu con il piattone sul primo palo batte a botta sicura ma Gomis si distende in angolo. Proprio Aramu lascia il campo a Morra a dieci minuti dal termine mentre dopo cinque minuti Bollini inserisce Joao Silva per Sprocati. Nel finale fallo di Comi in area che viene ammonito e dopo quattro minuti di recupero termina un match che forse ai punti la Pro Vercelli avrebbe meritato di vincere. Ora all’Arechi martedi appuntamento contro il Bari.

PRO VERCELLI – SALERNITANA 0-0

Pro Vercelli (3-5-2): Provedel; Legati, Bani, Luperto; Berra (31′ s.t. Nardini), Palazzi (4′ p.t. Germano), Vives, Emmanuello, Eguelfi; Aramu (36′ s.t. Morra), Comi. A disposizione: Zaccagno, La Mantia, Konate, Starita, Castiglia, Altobelli. All. Longo.

Salernitana (4-3-3): Gomis; Bittante, Schiavi, Bernardini, Vitale; Minala, Ronaldo, Odjer (8′ s.t. Zito); Sprocati (40′ s.t. Joao Silva), Coda, Donnarumma (25′ s.t. Rosina). A disposizione:Terracciano, Tuia, Mantovani, Della Rocca, Grillo, Improta. All. Bollini

Arbitro: Sacchi di Macerata (Margani-Oliveri; IV uff. Provesi)

Ammoniti: Odjer (S), Ronaldo (S), Comi (P)

Angoli: 6-5

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. cominciamo col battere il bari che rappresenta il primo spareggio, a quel punto l’entusiasmo potrebbe diventare l’arma in più nella corsa ai playoff

  2. Chi non risica non rosica! Forse Bollini pensa che ancora dobbiamo salvarci, in questo ha dimostrato i suoi limiti. Non riesce a superare i suoi rigidi schemi mentali. Ancora una volta ha giocato con un modulo che lui chiama 4 3 3 ma che in sostanza un 4 5 1 lasciando come al solito Coda isolato come unica punta. E’ pefettamente inutile far giocare Donnarumma se lo depotenzi facendolo giocare fuori ruolo, praticamente a centro campo, forse per deleggittimarlo completamente e rendere la sua partenza meno dolorosa. Non riesce a capire cha Donnarumma va utilizzato a supporto di Coda. MA Bollini ci fa o ci è?

  3. A parte, che hanno giocato proprio male, comunque sono completamente d’accordo con l ‘ analisi fatta da chi ha scritto prima, Donnarumma completamente fuori ruolo.Così si delegittima un bravo calciatore, perché lui è bravo dentro l’area non da esterno.

  4. Sinceramente oggi mi aspettavo una partita più “cattiva” della salernitana,ma sinceramente se i primi a non crederci sono il mister e i calciatori e poi qualcuno mi spieghi il ruolo di donnarumma oggi,ovvio che in quel ruolo non suo non serve a niente.Coda oggi è stato lasciato solo a lottare e così non riesce a fare gol,anche perché alla salernitana manca un regista di ruolo che detti i tempi,se pensiamo che il migliore in campo e stato gomis che ha salvato la partita (ottimo acquisto da confermare anche per il prossimo campionato).Considerando anche le sconfitte di bari Novara e carpi,se oggi avessimo preso i 3 punti saremmo più vicini ai play off. Adesso con il Bari sarà una partita decisiva,da dentro o fuori,e sicuramente dopo la sconfitta casalinga il Bari verrà a fare la partita della vita a salerno,e li il mister deve schierare la migliore formazione possibile,e ognuno nel suo ruolo naturale,peccato solo per l’orario della gara,sicuramente in serata ci sarebbe stata più gente .

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.