‘Salerno puzza’: il titolo della Città oggi in edicola fa discutere

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
‘La city puzza con la P maiuscola’. E’questo il titolo di apertura dell’edizione di oggi, domenica 23 aprile del quotidiano La Città.

“Pizzerie, friggitorie e venditori di kebab inondano il centro storico con odoracci nauseanti. Scarsi controlli sulle canne fumarie e continuano i disservizi nella raccolta rifiuti”. Il giornale diretto da Andrea Manzi propone un ampio reportage tra i vicoli del centro storico e su via Roma

dove proliferano locali per cosiddetto cibo da strada. Complice soprattutto la crescita esponenziale di turisti, anche “mordi e fuggi”, pizzerie, rosticcerie e “kebabbari” sono tra le attività commerciali più frequentate. L’impatto sulla qualità della vita di residenti e negozianti no food, però, non è sempre positivo.

In particolare, sono sotto accusa da parte di comitati e associazioni di commercianti, le canne fumarie e i comignoli che scaricano nell’atmosfera odori e polveri non sempre così gradevoli per chi è a passeggio o abita nel cuore antico della città. «Il centro storico sta diventando una friggitoria a cielo aperto», considera senza mezzi termini.

Il titolo e l’argomento hanno aperto un inevitabile fronte di favorevoli e contrari. “Salerno non è solo la città delle friggitorie e dei kebab” ci scrive un lettore dopo aver visto la rassegna stampa del mattino. C’è chi invece invita a cambiare il nome da “Salerno città turistica a salerno città del fritto misto”.

C’è anche chi sostiene, invece, che queste attività non vanno colpevolizzate e rappresentano una voce importante nell’ecoonomia cittadina e possono essere, nel breve medio periodo un ulteriore attrattore magari con prodotti tipici e diversificati. Ed ancora: “Scrive Salerno puzza con la P maiuscola è offensivo per tutta la città”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Lo stile sembra quello de Il Giornale e Libero. La fondamentale problematica appartiene a una sensibilità di natura quasi leghista. L’orizzonte pare essere vagamente xenofobo. Buon 25 aprile a tutti.

  2. Si vede che chi ha scritto quell’articolo non è mai andato a Londra o qualche altra capitale del turismo dove il food street rappresenta un grosso introito. Dovremmo invece vergognarci della puzza che viene dal mare che come al solito è la solita discarica a cielo aperto.

  3. Non capisco perché qualcuno continua a ritenersi offeso se si mettono in risalto situazioni insostenibili come fa, giustamente e meritoriamente, l’articolista de La Città.
    Non è questione di “terronismo” ma semplicemente di civiltà e di rispetto delle regole, di quelle regole che se tutti rispettassimo ci consentirebbero di vivere meglio.
    A scanso di equivoci, chi scrive è nato in via Roma, piazzetta Santa Lucia, pensateci su.

  4. Siete mai passati la mattina della domenica davanti alle aiuole che costeggiano il palazzo della provincia o quelle prima del comune? Andateci e sentirete che bell’olezzo di urina grazie ai signori che se ne liberano scendendo dai vicoletti.
    E non lamentiamoci se qualcuno dice che Salerno puzza, non mettiamo la testa sotto la sabbia solo perchè qualcuno ha detto la verità.

  5. Sacrosanta verità quanto riportato nell’articolo in oggetto. Salerno puzza e non solo per gli scarichi di friggitorie, pizzerie e quant’altro, per altro tutti luoghi di pessima qualità, ma anche per la spazzatura e la sporcizia che continua a crescere ovunque! Non nascondiamo la testa sotto la sabbia, guardiamo con oggettività come è ridotta Salerno.

  6. … carogne che escono dalle fogne.
    Pensano di stare a Becverly Hill. Ci sono voluti 150 anni per capire che si dovevano lavare tutti i giorni adesso fanno gli illuminati e i perbenini.

    meglio il kebab che l’hotdog di McDonald

  7. La società è cambiata….in peggio e, pertanto, le regole del buon vivere, tanto dei commercianti quanto dei fruitori, vanno chiarite e perseguite con rigidità. Controlli delle norme di somministrazione e telecamere contro gli incivili rappresentano oggi necessità ineludibili. Ciò che è strano è che certe evidenze, da correggere con fermezza da chi deve intervenire con ovvia rapidità ( Uffici Comune, Vigili Urbani), sono accettate e pare che non diano fastidio. Mi riferisco al cacare e pisciare sotto l’Arco di Pinto ogni fine settimana *****, alla puzza della friggitoria all’ingresso di via MERCANTI ******** durante Luci d’Artista (veramente scandalosi e dequalificanti) che rendono l’aria appestata degli olezzi oleosi della loro “professione”, alle cicche di sigarette sparse ovunque senza che quell’automezzo pulitore ed aspiratore del Comune intervenga, all’incuria con cui alcuni commercianti ed altri incivili depositano i loro rifiuti. Ma voi pensate che tutto questo alla fine non peserà? Accadrà che in questa città sporca e sudicia e puzzolente nessuno verrà più così che, questo popolo di ristoratori capaci solo di offrire prodotti dequalificanti, alcool, pesce fritto ancora congelato ed altre fetenzie dovrà trovarsi un altro lavoro se mai in un’altra città. Buttare al vento questi ultimi 10 anni di vetrina nazionali può succedere in poco tempo. Invece di scandalizzarsi, siamo più seri, più rispettosi della città e più lungimiranti ! E…..diamoci una sveglia al Comune !!!

  8. per una città ormai morta su tutti i fronti serve una scossa ….ben vengano le provocazioni….altre 1000 ne servono….

  9. ecco i razzisti che accusano gli altri di razzismo ! un articolo salernitano, di un salernitano, che scrive di salerno, guardando alle cose che non vanno e che sono sotto gli occhi di tutti, per qualcuno diventa un pretesto per tirare in ballo la lega, il giornale, il nord e via dicendo! ma che c’azzecca??? parla nel merito piuttosto!
    e per quello che mi riguarda la stragrande maggioranza delle cose descritte corrisponde a verità, la città è piena di sporcizia e spazzatura.. in zona mercatello, strada principale, c’è un piccione morto al lato destro della strada da almeno dieci giorni.. questo vuol dire che nessuno è mai passato da quelle parti a pulire! Dove vanno i soldi che paghiamo per tari, tasi e via dicendo???

  10. eppure basterebbe usare cappe e filtri, e fare una minima manutenzione, non azzererebbe il problema, ma sicuramente lo ridurrebbe drasticamente e la civile convivenza ne gioverebbe. Si concilierebbero gli interessi legittimi dei negozi e quelli ancor più legittimi di chi ha una cappa che scarica nella propria stanza da letto

  11. Anche avevo la sensazione di odore di urina, ma se fai attenzione ci sono un tipo di alberi che cacciano un odore strano tra il Bar delle Rose e la Provincia odore simile ad ACIDO FOSFORICO, non so esattamente come si chiami il tipo di albero ma se ti metti sotto l’albero si sente ancora di più…questo odore si sente solo in primavera al momento della fioritura

  12. Questo è il giornale della “perdente” al turno del 2011, comunque a Salerno pur di mantenere la propria ideologia politica siamo capaci di infamare la città in tutto, in altre città come Napoli o Avellino chiunque di destra, centro, sinistra neoborbonici o grillini difendono la propria città e non ne parlano male a prescendire da chi governa la città, ricordo come gli avellinesi di sinistra negli anni 80 votavano in toto per De Mita perchè sapevano che era un uomo che difendeva e faceva gli interessi dell’Irpinia e degli Irpini portando il NON-AVVOCATO Agnelli ad aprire aziende in Irpinia al di là che fosse democristiano o meno…a Salerno tutto il contrario, ecco impariamo dagli altri cosa significa difendere la propria città al di là del colore politico, la stessa cosa accade ora in Regione Campania adesso che abbiamo un uomo del nostro territorio che magari vuole portare investitori a Salerno o provincia subito lo accusano di essere “Salernocentrista” e queste accuse vengono proprio da salernitani di colore politico opposto e con questo non difendo De Luca persona che ha ideologia e modi di fare molto distanti dai miei…NO CENSURA

  13. CHE BELLO QUANDO NEL CUORE DELLA MOVIDA DEL VENERDI NOTTE SENTI NELL’ARIA QUEL RETROPROFUMO DI FRITTURA MISTO AD ALCOOLCHE RICREA UNA CERTA EBREZZA FRIZZANTINA NELL’ARIA !!! FANTASTIKO!!!!

  14. E un dato di fatto che la movida del centro storico di Salerno sta vivendo un declino notevole,basta vedere
    il flusso di gente che c era fino a qualche anno fà e ora.
    Secondo il mio modesto parere visto che ci vivo da 55 anni da una città ultimamente molto lasciata al fai da te,parcheggio in primis ristorazaione di livello medio,invasione di bangladseh che un po alla volta stanno prendendo sempre piu negozi e case,la gente che veniva ad abitare con tanto piacere adesso parecchi fuggono,sempre piu attivita chiudono i battenti,i tanti bed and breakfast aperti fanno fatica a tirare avanti e ancora ci sarebbe da dire per quanto riguarda il puzzo i fritti basterebbe imporre ai locali una manutenzione dei filtri delle loro cappe cucina pena sospensione attività

  15. Secondo me non sono i fumi delle rosticcerie, che comunque sono quasi tutte in regola,a rerndere l’aria puzzolente ,ma sicuramente dai rifiuti che si trovano in molti punti della città.E ,non di meno sono responsabili di tale disagio,i tantissimi escrementi ,fra urine e cacche, lasciati dai cagnolini… e cagnoloni…della nostra Salerno.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.