Il match col Frosinone lascia il segno: Fabiani squalificato per due mesi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Sono 18 i calciatori squalificati dal Giudice Sportivo Emilio Battaglia dopo la 39esima giornata del campionato di Serie B. Un turno di stop per Samuel Souprayen, Bruno Zuculini e Mattia Valoti del Verona (quest’ultimo con l’aggiunta di 2mila euro di ammenda), Gian Luca Di Chiara, Matteo Brighi e Jacopo Dezi del Perugia, Luigi Vitale e Joseph Minala della Salernitana,  Raffaele Pucino del Vicenza, Migjen Basha del Bari, Lorenzo Dickmann e Federico Casarini del Novara, Nicola Falasco e Camillo Ciano del Cesena, Angelo D’Angelo dell’Avellino, Alessio Sabbione del Carpi, Daniele Sciaudone dello Spezia e Guillaume Gigliotti dell’Ascoli Picchio.

Ammonizione con diffida per il segretario generale del Vicenza Massimiliano Dibrogni e inibizione a svolgere ogni attività in seno alla Figc a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la Società in ambito federale a tutto il 30 Giugno 2017.

Confermati i due mesi di squalifica,  con annessa ammenda di 10000 euro alla società per il direttore sportivo Angelo Fabiani. Questa la motivazione: “Inibizione per il signor Angelo Fabiani per aver, al termine del primo tempo, entrando nel recinto di giuoco pur non essendo autorizzato, assunto un atteggiamento aggressivo nei confronti del direttore di gara e rivolto allo stesso espressioni intimidatorie spingendolo“. Fermato fino all’ 8 maggio anche Salvatore Avallone. La Salernitana è furiosa e si aspettava l’utilizzo della prova televisiva per lo schiaffo rifilato da Gori a Minala, sotto lo sguardo imperterrito del direttore di gara.

Chiusa per una giornata la Curva Sud dello stadio “Bentegodi” di Verona per insulti razzisti dei tifosi scaligeri nei confronti del difensore del Vicenza Adejo.

Ammenda di 10mila euro alla Salernitana per “per avere suoi sostenitori, al 45° del primo tempo, lanciato una monetina che colpiva l’arbitro all’addome senza procurargli dolore; per avere inoltre, suoi sostenitori, al 51° del primo tempo, lanciato sul terreno di giuoco un fumogeno; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.”.

Ammenda di 2mila euro al Benevento “a titolo di responsabilità oggettiva, per avere un proprio steward, posizionato a bordo campo, trattenuto volontariamente il pallone tra le mani al fine di impedire ad un calciatore della squadra avversaria di riprendere velocemente il giuoco”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Facciamo ricorso, ne vogliamo 6 di mesi di squalifica non 2 e possibilmente insieme a Lotito e a tutto lo staff tecnico !!!

  2. Mah, non vedo il problema, lui può mettere la squadra in campo e fare le sostituzioni tranquillamente dalla tribuna.

  3. Carella, la “redazione” la danno ai giornalisti, a Fabiani la <> sarebbe immeritata.
    In tv sembrava anzi che volesse proteggere l’arbitro scortandolo negli spogliatoi. Ma guarda l’ingratitudine. Che venale la federazione: gli danno una moneta e chiede 10mila euro (scherzo, sono gesti brutti e pericolosi, non si fanno).
    Comunque, la partita l’abbiamo persa per l’atteggiamento da gita per il 1° maggio di molti ns giocatori (al contrario dei Frusinati, perfetti). Vedi Minala al primo goal subito: si guardava beato la partita: e chiudi, cavolo!! Pe non parlare del nervosismo: brutto il gesto dello stesso Minala di sollevare di peso l’avversario a terra, per questo il suo giallo/arancione è scivolato al rosso.
    Soprattutto direi a Bollini di far girare i giocatori e di far riposare gli stanchi: ad esempio se Coda avesse riposato 2 delle ultime 4-5 giornate non avremmo avuto questi risultati.
    Si facciano esperimenti per il futuro, provando con l’incoscienza di chi non ha niente da perdere a vincere ogni partita. Poi cosa sarà arrivato lo prenderemo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.