Immigrazione, Sindaco Benincasa: Rifugiati lontani da Vietri sul Mare

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Dopo Capri e San Giorgio a Cremano anche a Vietri ci sono problemi con l’accoglienza di 23 migranti. Ad opporsi a questa situazione il sindaco Benincasa  come riportato dal Corriere del Mezzogiorno.

Franco Benincasa, che ha parlato di referendum cittadino e ha proposto una autotassazione per ospitare 23 richiedenti asilo altrove. Il Comitato Vietrese per i Beni Comuni, indignato, lancia una campagna di raccolta firme invitando i concittadini ad aderire all’appello per i migranti «che il sindaco ha deciso in maniera del tutto arbitraria di rifiutare, al fine di vanificare questa bieca decisione che getterebbe un’ombra d’infamia e di vergogna su tutta la collettività», è l’appello.

E al Corriere del Mezzogiorno  il primo cittadino del Pd ripete e replica: «Non è vero che non sono solidale, però… la mia osservazione è ”figlia” della deriva terroristica in circolazione, per l’impossibilità di ricevere queste persone perché non abbiamo strutture, per le difficoltà di inserimento già per la disoccupazione locale e l’impossibilità di comunicare visto che neanche conoscono l’inglese.

Fonte il Corriere del Mezzogiorno (articolo di Luca Marconi)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Ecco bravo Giggino! seguite il suo esempio…statave a casa…tutti i signorotti cafoncelli padri padroni di una terra che lasciano martoriare dagli affaristi nostrani..ma che si difendono a spada tratta se veNgono perso salvate in mare aperto…ripeto seguite l’esempio del buon Giggino…STATEVE A CASA”

  2. Qualsiasi cittadino extracomunitario (tipo dal sudamerica per dare un esempio) per venire in Italia come turista deve compiere un migliaio di requisiti, presentare garanzie economiche, prenotazioni e tanto altro e molte volte nemmeno con quelle gli danno un visto (per venire per pochi giorni a spendere soldi e poi ritornarsene a casa) mentre ancora non si è capito per quale motivo questi signori sono essenti di compiere queste regole. Mo invece ce li ritroviamo alle porte di ogni supermercato a mendicare e a dare fastidio alle nostre donne e ragazze per strada quando si trovano in gruppo perchè non sono abituati. Non è razzismo ma con i soldi che spendono per loro li potrebbero rimandare indietro tranquillamente, voglio vedere mo che le temperature aumentano e i vestiti diminuiscono cosa succede nelle nostre strade e spiaggie.

  3. Quindi su 5000 abitanti ci sono 50 persone di malaffare secondo il sindaco? non male… se ne prendono 23 (e se sono tutti delinquenti) aumentiamo la percentuale all’1,5% . Si può fare secondo me.

  4. Se ancora ce ne fosse il bisogno, questa specie di sindaco ha dimostrato ancora una volta di essere il RE dei mentecatti

  5. avicenna, lascia da parte l’ideologia, e pensa ad una cosa: anche se fosse UNO solo, cosa farà tutto il giorno? hai mai pensato che basta UN solo ladro che “opera” in una città, anche molto più grande di Vietri, per creare paure e forte disagio nella popolazione?? Immagina UN ladro che lavora 3 volte a settimana.. tu sentiresti tre volte a settimana “hanno rubato da xxx”.. e poi verrà il tuo turno.
    Ora, è ovvio che non è una certezza il fatto che rubino, ma è altrettanto ovvio che persone messe in una società che non è la loro, con la forza, senza un lavoro, senza una casa, famiglia, tradizione, senza conoscere neppure la lingua, sono soggette a rischi maggiori, anche se solo per necessità.
    E’ un FATTO che la maggioranza di loro va a cadere nell’illegalità, tra lavoro nero, droga, prostituzione, furti e aggressioni. Poi possiamo discutere sul fatto che pure gli italiani delinquono, ma ti pare una giustificazione?? quindi se un Gennaro Esposito è camorrista dovremmo accettarne altri 50?
    E tutto questo non c’entra nulla col razzismo, anzi.. ormai è chiaro a molti che questa accoglienza che voi sostenete è la nuova schiavizzazione del duemila, e voi siete più o meno consapevolmente complici degli schiavisti. Questi non sono migranti, il migrante entra con permesso, chiede, impara la lingua, agisce nella legalità fin dall’inizio, magari chiedendo asilo all’ambasciata nel paese d’origine, e se fugge lo fa nel paese adiacente più vicino, come tra l’altro stabilisce e consente il diritto internazionale in caso di guerre..
    State distruggendo due popoli con questa immigrazione, il loro e il nostro, non ve ne rendete conto..
    Ah, ieri SOROS era in visita da Gentiloni, lo sapevate? Vi ricordo che è ricercato e condannato a morte e all’ergastolo in alcuni paesi per attentato all’economia dello Stato e attività sovversive.. Indonesia, Malaysia, Russia.. Ma noi gli diamo la laurea ad honorem per aver speculato su di noi guadagnando un miliardo abbondante..

  6. ah, ma a voi buonisti ipocriti non vi brucia il posteriore per il fatto che loro senza fare nulla e dal nulla ricevono 500 euro al mese mentre voi, le vostre madri, figli, non ricevono NULLA e anzi, se hanno una casa ci devono pure pagare le tasse prendendo i soldi dai risparmi pur non avendo lavoro??? non vi brucia per il fatto che loro non pagano mai i biglietti su treni e bus mentre voi sì? non vi brucia che se voi ricevete una multa e non la pagate perchè non potete vi bloccano l’auto o case, motorini e via dicendo?
    In parole povere, non vi brucia questa diseguaglianza?? la legge che voi sostenete NON è uguale per tutti, forse un giorno lo capirete. La stragrande maggioranza di persone solo questo vorrebbe, una legge uguale per tutti. Ma voi parlate di razzismo, ben plagiati da alcuni media al soldo di chi sappiamo

  7. Sig. Ugo non ha capito affatto come funziona la storia dei 500 euro. Quello è il contributo che viene concesso per ciascun migrante dalla prefettura al comune.

  8. Habermas, forse è lei che non ha capito affatto cosa ho scritto. Il fatto che i 500e vengano dalla prefettura non ha nessuna importanza. Il punto è che lo Stato (tramite la Prefettura) per quelli che i buonisti moderni chiamano sempre “migrante” tira fuori 500e dal nulla, li dà al Comune il quale li gira a qualche cooperativa “onlus” (senza fini di lucro ma che fatturano molto spesso milioni di euro), mentre lo stesso Stato ad un cittadino italiano ugualmente bisognoso quei 500 li CHIEDE, tra l’altro passando per una burocrazia indicibile. Se non lo vuole capire non posso farci nulla, ma provi LEI a presentarsi ad un ufficio o in banca con un VERO bisognoso “italiano non migrante” e poi mi dice cosa ne caverà fuori: al massimo un “lo mettiamo in graduatoria”…

  9. ma è proprio vietato dal regime dire che soros ha incontrato il governo? è forse un incontro segreto? sarebbe illegale. siamo al quarto tentativo.. chissà se passa

  10. Oggi sono arrivati nei porti italiani l’insignificante (sic !!!) cifra di 8000 migranti. Con questo ritmo quanti saranno gli sbarcati in Italia alla fine dell’estate? Francamente mi ci perdo un pò nei conti ma mi rinfranca l’animo nel sapere che ad accogliere queste “brave ” persone ci saranno sempre tanti Sig.Habermas, pronti ad ospitarli ,se necessario, a casa loro …
    O NO?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.